1. 1: Turisti Per Caso

    di , il 27/7/2010 15:03

    Finalmente si parte, l’agognata pausa estiva è arrivata. E l’amico a quattro zampe dove lo lasciate? Se non ci sono amici e parenti a cui affidarlo, viaggiare con cani e gatti non è semplice, visto che spesso alberghi e mezzi di trasporti non ne vogliono sapere. Per fortuna, però, qualcosa sta cambiando: ecco alcuni esempi di operatori illuminati che ai nostri migliori amici ci pensano, li accolgono e dedicano loro tutto lo spazio e le attenzioni che meritano

    MUOVERSI

    Gnv, in nave con il cane

    Si chiama Pets, Welcome on board il servizio che Grandi Navi Veloci dedica a chi vuole portare il peloso amico in traghetto. Quest’anno è stata interamente rinnovata l’Area Fido, uno spazio esterno in prossimità del canile ora dotato di fontanella, panchine e sdraio per i proprietari. Concentrate in un unico ponte ci sono poi le cabine destinate agli amici a quattro zampe, che utilizzano un allestimento di più facile e sicura pulitura. Questa dotazione è presente in cinque motonavi della flotta (La Suprema, La Superba, Majestic, Excellent e Fantastic) sulle tratte A/R Genova-Palermo, Genova-Barcellona, Genova-Porto Torres e Genova Olbia. Info: www.gnv.it

    Alitalia li porta in aria Volare con cane o gatto può essere un’impresa. Molti vettori low-cost ad esempio non ne vogliono sapere. Alitalia accetta animali a bordo, dietro pagamento di un supplemento (a partire da 20 euro, sono esentati i cani guida per non vedenti). Per viaggiare in cabina l’animale deve essere sistemato in un trasportino di 44,5x21,5x26 cm massimo, dove abbia spazio per girarsi e accucciarsi. Gli animali oltre i 10 chili viaggiano in stiva, in apposite gabbie. Non tutti gli aeromobili sono autorizzati: per accertarsene chiamare il numero 06 2222. Se si viaggia nella Ue l’animale ha bisogno di un passaporto (rilasciato dal veterinario) e di un tatuaggio o un transponder che lo identifichi. Ultima “dritta”: chi viaggia con un animale deve presentarsi 90 minuti prima della partenza.

    ALLOGGIARE

    B&B, prezzi corti, animali benvenuti

    Andare in vacanza con il migliore amico non è un lusso. Permettono di farlo in tutta tranquillità anche le oltre 220 strutture europee di B&B Hotels. E quattro sono in Italia (tre a Firenze e uno a Padova). La camera doppia, con trattamento di pernottamento e prima colazione, costa a partire da 55 euro a notte. Info: www.hotelbb.it

    LA SALUTE

    Cosa fare e cosa evitare per stare bene tutti, cani e umani, durante le vacanze

    In viaggio - programmate una sosta ogni 2 ore per permettere al cane di bere, sgranchirsi le zampe e fare i suoi bisogni. - una passeggiata prima di partire è fondamentale per la sua salute - se non è abituato a viaggiare evitate pasti abbondanti: meglio del pane secco o un osso di bufalo da sgranocchiare durante il tragitto

    All’arrivo - passeggiata distensiva prima di ambientrasi con la nuova “casa” - fatelo mangiare mentre svuotate le valigie: assocerà il posto nuovo con un’esperienza positiva - aumentate gradualmente il tempo in cui lo lasciate solo, e fate che sia dopo una passeggiata; quando non ci siete lasciategli dei giochi, la pappa e qualcosa che lo impegni - portate con voi giochi, copertine e oggetti a cui è abituato: lo aiuteranno ad ambientarsi - cercate di mantenere gli orari di casa e non dategli abitudini che non volete prenda una volta a casa (tipo dormire nel letto)

    Al mare - i cani non sopportano il caldo eccessivo. In spiaggia portate ombrellone, ciotola d’acqua e bagnategli spesso la testa: non forzatelo ad entrare in acqua - dopo un bagno in mare ci vogliono una doccia e una spazzolata: il sale provoca dermatiti e irritazioni

    All’estero - gli animali di età inferiore ai 3 mesi, quindi non ancora sottoposti al vaccino antirabbia, non possono viaggiare in Europa - in Svezia è obbligatorio anche il trattamento antiparassitario contro echinococco e zecche - nel Regno Unito e in Irlanda non è consentito il trasporto di animali né a bordo, né in stiva, né come merci. Le dritte sono di Simone Della Valle, dog trainer. Informazioni su alberghi e strutture dedicate ai pets le trovate facilmente sul sito: www.amici.it, onlus per gli animali e per la difesa dei loro diritti

  2. Turisti Per Caso.it
    , 27/7/2010 15:03
    Finalmente si parte, l’agognata pausa estiva è arrivata. E l’amico a quattro zampe dove lo lasciate? Se non ci sono amici e parenti a cui affidarlo, viaggiare con cani e gatti non è semplice, visto che spesso alberghi e mezzi di trasporti non ne vogliono sapere. Per fortuna, però, qualcosa sta cambiando: ecco alcuni esempi di operatori illuminati che ai nostri migliori amici ci pensano, li accolgono e dedicano loro tutto lo spazio e le attenzioni che meritano

    <h3>MUOVERSI</h3>
    <b>Gnv, in nave con il cane</b>

    Si chiama Pets, Welcome on board il servizio che Grandi Navi Veloci dedica a chi vuole portare il peloso amico in traghetto. Quest’anno è stata interamente rinnovata l’Area Fido, uno spazio esterno in prossimità del canile ora dotato di fontanella, panchine e sdraio per i proprietari.
    Concentrate in un unico ponte ci sono poi le cabine destinate agli amici a quattro zampe, che utilizzano un allestimento di più facile e sicura pulitura.
    Questa dotazione è presente in cinque motonavi della flotta (La Suprema, La Superba, Majestic, Excellent e Fantastic) sulle tratte A/R Genova-Palermo, Genova-Barcellona, Genova-Porto Torres e Genova Olbia.
    Info: www.gnv.it

    <b>Alitalia li porta in aria</b>
    Volare con cane o gatto può essere un’impresa. Molti vettori low-cost ad esempio non ne vogliono sapere. Alitalia accetta animali a bordo, dietro pagamento di un supplemento (a partire da 20 euro, sono esentati i cani guida per non vedenti). Per viaggiare in cabina l’animale deve essere sistemato in un trasportino di 44,5x21,5x26 cm massimo, dove abbia spazio per girarsi e accucciarsi. Gli animali oltre i 10 chili viaggiano in stiva, in apposite gabbie. Non tutti gli aeromobili sono autorizzati: per accertarsene chiamare il numero 06 2222. Se si viaggia nella Ue l’animale ha bisogno di un passaporto (rilasciato dal veterinario) e di un tatuaggio o un transponder che lo identifichi. Ultima “dritta”: chi viaggia con un animale deve presentarsi 90 minuti prima della partenza.

    <h3>ALLOGGIARE</h3>
    <b>
    </b>

    <b>B&B, prezzi corti, animali benvenuti </b>

    Andare in vacanza con il migliore amico non è un lusso. Permettono di farlo in tutta tranquillità anche le oltre 220 strutture europee di B&B Hotels. E quattro sono in Italia (tre a Firenze e uno a Padova). La camera doppia, con trattamento di pernottamento e prima colazione, costa a partire da 55 euro a notte.
    Info: www.hotelbb.it

    <h3>LA SALUTE</h3>
    Cosa fare e cosa evitare per stare bene tutti, cani e umani, durante le vacanze

    <b>
    In viaggio</b>
    - programmate una sosta ogni 2 ore per permettere al cane di bere, sgranchirsi le zampe e fare i suoi bisogni.
    - una passeggiata prima di partire è fondamentale per la sua salute
    - se non è abituato a viaggiare evitate pasti abbondanti: meglio del pane secco o un osso di bufalo da sgranocchiare durante il tragitto

    <b>
    All’arrivo</b>
    - passeggiata distensiva prima di ambientrasi con la nuova “casa”
    - fatelo mangiare mentre svuotate le valigie: assocerà il posto nuovo con un’esperienza positiva
    - aumentate gradualmente il tempo in cui lo lasciate solo, e fate che sia dopo una passeggiata; quando non ci siete lasciategli dei giochi, la pappa e qualcosa che lo impegni
    - portate con voi giochi, copertine e oggetti a cui è abituato: lo aiuteranno ad ambientarsi
    - cercate di mantenere gli orari di casa e non dategli abitudini che non volete prenda una volta a casa (tipo dormire nel letto)

    <b>
    Al mare</b>
    - i cani non sopportano il caldo eccessivo. In spiaggia portate ombrellone, ciotola d’acqua e bagnategli spesso la testa: non forzatelo ad entrare in acqua
    - dopo un bagno in mare ci vogliono una doccia e una spazzolata: il sale provoca dermatiti e irritazioni

    <b>
    All’estero</b>
    - gli animali di età inferiore ai 3 mesi, quindi non ancora sottoposti al vaccino antirabbia, non possono viaggiare in Europa
    - in Svezia è obbligatorio anche il trattamento antiparassitario contro echinococco e zecche
    - nel Regno Unito e in Irlanda non è consentito il trasporto di animali né a bordo, né in stiva, né come merci.
    Le dritte sono di <b>Simone Della Valle</b>, dog trainer. Informazioni su alberghi e strutture dedicate ai pets le trovate facilmente sul sito:<b> www.amici.it</b>, onlus per gli animali e per la difesa dei loro diritti