1. 1: Altri TamTam

    di , il 1/7/2010 16:57

    Dal 16 al 18 luglio partecipa al Festival UnoJazz di Arma di Taggia (Imperia), un memorabile festival jazz con i live di artisti internazionali del calibro di Karin Krog e David Linx! Lo sponsor organizzatore è UnoGas, primo operatore privato nella vendita di gas naturale in Italia... Infatti l'evento sarà un trinomio di musica, energia e solidarietà! L’incasso derivato dalla vendita dei biglietti verrà devoluto al "Progetto Socio Agricolo" di Ankonabe nella regione Itasy in Madagascar, per la costruzione di una scuola elementare e la realizzazione di infrastrutture utili alla popolazione locale...

    Il festival

    Unojazz Festival riporta in Italia, in esclusiva, dopo diversi lustri, due straordinari artisti che hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti dalla critica internazionale: Karin Krog, probabilmente la più raffinata interprete vocale nell’attuale panorama jazzistico mondiale, con Tony Coe, celebre per essere il sax solista del “Pink Panther Theme”, ma da oltre 40 anni anche audace sperimentatore sempre all’avanguardia. In un contesto musicale dove da sempre i musicisti americani godono di maggiore popolarità, la prima edizione di UnoJazz Festival presenta 6 concerti con solisti esclusivamente europei, stelle di prima grandezza come i belgi David Linx e Biederik Wissels, il sensazionale contrabbassista svedese Lars Danielsson, gli stupefacenti pianisti dell’est Alperin e Mozdzer e la superstar britannica Andy Sheppard. Tutti gli artisti presenteranno un programma inedito specificamente realizzato per l’occasione, ispirato alle loro opere discografiche più rappresentative. Spazio anche alle preziose realtà musicali italiane, quali il trio di Mario Piacentini e la Ambassador Jazz Orchestra.

    Programma e info: http://www.unojazz.it/

    Il Progetto Socio Agricolo di Ankonabe Regione Itasy

    La regione di Itasy è situata nella provincia di Antananarivo, nel Madagascar centrale, è di origine vulcanica e dispone di terreni fertili che giacciono inutilizzati dalla fine dell’epoca coloniale. I latifondisti hanno ottenuto in concessione le terre, che vengono coltivate unicamente a riso dalla popolazione, in cambio di paghe irrisorie. Oltre ai problemi economici e alle calamità naturali, si aggiungono gli antichi riti dei capo clan ad aggravare la situazione, questi infatti costringono la popolazione a continue migrazioni, invitano a praticare la poligamia, aumentando il numero della prole. Questo clima ostacola l’equilibrio all’interno dei nuclei familiari e nega l’autonomia della donna. Nascono così conflitti tra generazioni: i giovani vorrebbero cambiare le basi di questa società così legata a rigidi e obsoleti schemi che si oppongono ai loro ideali e allo sviluppo.

    L’associazione Toko Vato è intervenuta durante un’epidemia di tigna che ha invaso la scuola e il villaggio assicurando alla popolazione visite e cure mediche, ha inoltre creato la mensa scolastica e rifornito la scuola di materiale didattico e sanitario. Con questi interventi ha conquistato la fiducia della gente locale, l’impegno è quello di aiutarli, con il loro appoggio e la loro approvazione. Il progetto è quello di: - creare una scuola elementare dotata di mensa a mezzogiorno e di un terreno comunitario che venga coltivato dagli alunni e da cui si possa trarre sostentamento; - costruire una scuola agricola che introduca le colture di riso-mais-manioca-arachidi e l’allevamento di suini e bovini; - realizzare un deposito per la raccolta di arachidi finalizzato alla produzione dell’olio, resa possibile dalla pressa manuale regalata dal Comizio Agrario di Mondovì; - impegnarsi nell’alfabetizzazione degli adulti; - sostenere la promozione del ruolo della donna, al fine di sviluppare la sua autonomia; - occuparsi del rifacimento delle strade; - acquistare un trattore necessario al trasporto di materiale o di prodotti agricoli.

    Per ulteriori informazioni: tel. & fax TOKO-VATO 00261.20.223.22.38 e-mail: tokovato@yahoo.fr Sorella Ester Bovetti Carmelitana Gérard Noël Responsabile Nazionale

  2. Turisti Per Caso.it
    , 1/7/2010 16:57
    Dal <b>16 al 18 luglio</b> partecipa al Festival <b>UnoJazz</b> di <b>Arma di Taggia</b> (Imperia), un memorabile festival jazz con i live di artisti internazionali del calibro di Karin Krog e David Linx! Lo sponsor organizzatore è <a href="http://www.unogas.it/" target="_blank" rel="nofollow">UnoGas</a>, primo operatore privato nella vendita di gas naturale in Italia... Infatti l'evento sarà un trinomio di <b>musica</b>, <b>energia </b>e <b>solidarietà</b>! L’incasso derivato dalla vendita dei biglietti verrà devoluto al "Progetto Socio Agricolo" di Ankonabe nella regione Itasy in Madagascar, per la costruzione di una scuola elementare e la realizzazione di infrastrutture utili alla popolazione locale...

    <h3>Il festival</h3>
    Unojazz Festival riporta in Italia, in esclusiva, dopo diversi lustri, due straordinari artisti che hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti dalla critica internazionale: <b>Karin Krog</b>, probabilmente la più raffinata interprete vocale nell’attuale panorama jazzistico mondiale, con <b>Tony Coe</b>, celebre per essere il sax solista del “Pink Panther Theme”, ma da oltre 40 anni anche audace sperimentatore sempre all’avanguardia.
    In un contesto musicale dove da sempre i musicisti americani godono di maggiore popolarità, la prima edizione di UnoJazz Festival presenta 6 concerti con solisti esclusivamente europei, stelle di prima grandezza come i belgi <b>David Linx</b> e <b>Biederik Wissels</b>, il sensazionale contrabbassista svedese <b>Lars Danielsson</b>, gli stupefacenti pianisti dell’est <b>Alperin e Mozdzer</b> e la superstar britannica <b>Andy Sheppard</b>. Tutti gli artisti presenteranno un programma inedito specificamente realizzato per l’occasione, ispirato alle loro opere discografiche più rappresentative. Spazio anche alle preziose realtà musicali
    italiane, quali il trio di <b>Mario Piacentini</b> e la <b>Ambassador Jazz
    Orchestra</b>.

    <i>Programma e info</i><b><i>:</i></b> <a href="http://www.unojazz.it/" target="_blank" rel="nofollow">http://www.unojazz.it/</a>

    <h3>Il Progetto Socio Agricolo di Ankonabe
    Regione Itasy</h3>
    La <b>regione di Itasy</b> è situata nella provincia di Antananarivo, nel <b>Madagascar </b>centrale, è di origine vulcanica e dispone di terreni fertili che giacciono inutilizzati dalla fine dell’epoca coloniale. I latifondisti hanno ottenuto in concessione le terre, che vengono coltivate unicamente a riso dalla popolazione, in cambio di paghe irrisorie. Oltre ai problemi economici e alle calamità naturali, si aggiungono gli antichi riti dei capo clan ad aggravare la situazione, questi infatti costringono la popolazione a continue migrazioni, invitano a praticare la poligamia, aumentando il numero della prole. Questo clima ostacola l’equilibrio all’interno dei nuclei familiari e nega l’autonomia della donna. Nascono così conflitti tra generazioni: i giovani vorrebbero cambiare le basi di questa società così legata a rigidi e obsoleti schemi che si oppongono ai loro ideali e allo sviluppo.

    L’<b>associazione Toko Vato</b> è intervenuta durante un’epidemia di tigna che ha invaso la scuola e il villaggio assicurando alla popolazione visite e cure mediche, ha inoltre creato la mensa scolastica e rifornito la scuola di materiale didattico e sanitario.
    Con questi interventi ha conquistato la fiducia della gente locale, l’impegno è quello di aiutarli, con il loro appoggio e la loro approvazione. Il progetto è quello di:
    - creare una scuola elementare dotata di mensa a mezzogiorno e di un terreno comunitario che venga coltivato dagli alunni e da cui si possa trarre sostentamento;
    - costruire una scuola agricola che introduca le colture di riso-mais-manioca-arachidi e l’allevamento di suini e bovini;
    - realizzare un deposito per la raccolta di arachidi finalizzato alla produzione dell’olio, resa possibile dalla pressa manuale regalata dal Comizio Agrario di Mondovì;
    - impegnarsi nell’alfabetizzazione degli adulti;
    - sostenere la promozione del ruolo della donna, al fine di sviluppare la sua autonomia;
    - occuparsi del rifacimento delle strade;
    - acquistare un trattore necessario al trasporto di materiale o di prodotti agricoli.

    Per ulteriori informazioni: tel. & fax TOKO-VATO 00261.20.223.22.38
    e-mail: tokovato@yahoo.fr
    <b>Sorella Ester Bovetti</b> Carmelitana
    <b>Gérard Noël</b> Responsabile Nazionale