1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 1/7/2010 09:31

    Siamo i forlivesi Gianni Castellini e Franco Dassani, due amici che condividono lo stesso piacere, quello dei viaggi avventura in motocicletta. Nel momento in cui scriviamo stiamo terminando il nostro viaggio sulla Cordillera Blanca, nato non per visitare quei luoghi piu´ conosciuti come Matchu Picchu e Titicaca ma per scoprire un Peru´ fatto di semplicita´ e maestosita´. Per realizzare questa avventura e´ stato fondamentale il supporto di Edgar Roca, conosciuta guida andina appartenente ad una famiglia nota per il suo impegno nella promozione del turismo nella regione di Ancash. Dopo un breve periodo di acclimatamento abbiamo raggiunto Vette e Passi a quota 4.000- 5.000 mt., lontani dalla nostra immaginazione e ci siamo trovati al cospetto di ghiacciai imponenti e cime poste a 6.000-7.000 mt.

    Abbiamo attraversato villaggi su strade sterrate piene di polvere, sassi e fango, costruzioni umili, servizi igienici praticamente inesistenti, donne che accudiscono ogni tipo di animale, gente povera ma dignitosa che ti sorride sempre e ti porge cordialmente il benvenuto.

    Abbiamo avuto la fortuna e l´onore di essere accompagnati presso le varie missioni dell´ OMG, meglio conosciuta come Operazione Mato Grosso. Qui Padre Ugo, suo fondatore e guida spirituale ha compiuto un vero miracolo: ha saputo trasformare la poverta´ in carita´ verso gli altri.

    Abbiamo toccato con mano quanto gli italiani siano generosi verso i bisogni della povera gente, sia per l´invio di donazioni, sia nel mettere a disposizione la propria vita per la MISSIONE con lo scopo di insegnare una professione a chi di possibilita´ non ne avrebbe alcuna.

    La sorpresa piu´ grande non e´ stata la tribu´ che con il suo folklore ci ha accolto sulle pendici del Huascaran o la bellezza dei passi Porta Cielo e Punta Olimpica e neppure avere partecipato al rito propiziatorio della “Pachamanca”, ma quanto essere stati ricevuti con tutti gli onori dal sindaco di Huaraz, capoluogo della regione, il quale, al cospetto di giornalisti e fotografi ci ha insignito, con la consegna di una pergamena del titolo di ´´Visitante Distinguido´´.

    Ci sembra doveroso ringraziare tutti coloro che ci hanno supportato nella realizzazione di questo progetto che prevede nei prossimi due anni le tappe in Bolivia, Cile e Argentina, fino alla Terra del Fuoco. Vogliamo ricordare anche William Zanatta, forlivese trapiantato a Lima da diversi anni che ci e´ stato prezioso con i suoi consigli.

    Gianni Castellini e Franco Dassani

    Http://picasaweb.google.it/castellini.g/Peru02?feat=directlink

  2. jeangabin
    , 1/7/2010 09:31
    Siamo i forlivesi Gianni Castellini e Franco Dassani, due amici che condividono lo stesso piacere, quello dei viaggi avventura in motocicletta. Nel momento in cui scriviamo stiamo terminando il nostro viaggio sulla Cordillera Blanca, nato non per visitare quei luoghi piu´ conosciuti come Matchu Picchu e Titicaca ma per scoprire un Peru´ fatto di semplicita´ e maestosita´. Per realizzare questa avventura e´ stato fondamentale il supporto di Edgar Roca, conosciuta guida andina appartenente ad una famiglia nota per il suo impegno nella promozione del turismo nella regione di Ancash. Dopo un breve periodo di acclimatamento abbiamo raggiunto Vette e Passi a quota 4.000- 5.000 mt., lontani dalla nostra immaginazione e ci siamo trovati al cospetto di ghiacciai imponenti e cime poste a 6.000-7.000 mt.
    Abbiamo attraversato villaggi su strade sterrate piene di polvere, sassi e fango, costruzioni umili, servizi igienici praticamente inesistenti, donne che accudiscono ogni tipo di animale, gente povera ma dignitosa che ti sorride sempre e ti porge cordialmente il benvenuto.
    Abbiamo avuto la fortuna e l´onore di essere accompagnati presso le varie missioni dell´ OMG, meglio conosciuta come Operazione Mato Grosso. Qui Padre Ugo, suo fondatore e guida spirituale ha compiuto un vero miracolo: ha saputo trasformare la poverta´ in carita´ verso gli altri.
    Abbiamo toccato con mano quanto gli italiani siano generosi verso i bisogni della povera gente, sia per l´invio di donazioni, sia nel mettere a disposizione la propria vita per la MISSIONE con lo scopo di insegnare una professione a chi di possibilita´ non ne avrebbe alcuna.
    La sorpresa piu´ grande non e´ stata la tribu´ che con il suo folklore ci ha accolto sulle pendici del Huascaran o la bellezza dei passi Porta Cielo e Punta Olimpica e neppure avere partecipato al rito propiziatorio della “Pachamanca”, ma quanto essere stati ricevuti con tutti gli onori dal sindaco di Huaraz, capoluogo della regione, il quale, al cospetto di giornalisti e fotografi ci ha insignito, con la consegna di una pergamena del titolo di ´´Visitante Distinguido´´.
    Ci sembra doveroso ringraziare tutti coloro che ci hanno supportato nella realizzazione di questo progetto che prevede nei prossimi due anni le tappe in Bolivia, Cile e Argentina, fino alla Terra del Fuoco. Vogliamo ricordare anche William Zanatta, forlivese trapiantato a Lima da diversi anni che ci e´ stato prezioso con i suoi consigli.

    Gianni Castellini e Franco Dassani

    http://picasaweb.google.it/castellini.g/Peru02?feat=directlink