1. the way of the warrior

    di , il 15/6/2010 17:12

    Avevo in mente questo progetto da diverso tempo e non volevo più aspettare. Deciso a cambiare la mia vita e sicuro di andare incontro a un’esperienza che mi avrebbe arricchito, sono partito con un biglietto di sola andata per la Cina il 3 maggio 2009. Nella vita ogni persona cerca di trovare e intraprendere il proprio cammino. Trovarlo seguendo ciò che più desideriamo dalla vita e che più vorremmo fare. Far sì che non rimangano solo sogni vivendo nel rimorso per non aver compiuto il proprio destino. E’ questo ciò che ho fatto, partire lontano da casa per approdare in una scuola di kung fu a Dengfeng, un paese completamente diverso dal mio, per continuare lo studio dello Shaolin. La prima tappa di un viaggio che è appena iniziato, dedicato allo studio delle arti marziali e alla scoperta di me stesso. Una ricerca personale, tra paesi così diversi e lontani. Apprendere, conoscere ed apprezzare le diverse culture del mondo per trarne l’essenza da ogni arte marziale.

    “Ecco, là vedo il mio cammino, là vedo la via del guerriero. In questa mia vita terrena sono consapevole delle mie azioni e delle mie scelte. Ora, lontano da casa, intraprendo il mio viaggio. Seguo l’istinto e il desiderio di conoscenza, con l’umiltà di chi vuole apprendere, mi alleno con costanza e determinazione, nella continua ricerca di me stesso.”

  2. feilong
    , 15/6/2010 17:12
    Avevo in mente questo progetto da diverso tempo e non volevo più aspettare. Deciso a cambiare la mia vita e sicuro di andare incontro a un’esperienza che mi avrebbe arricchito, sono partito con un biglietto di sola andata per la Cina il 3 maggio 2009. Nella vita ogni persona cerca di trovare e intraprendere il proprio cammino. Trovarlo seguendo ciò che più desideriamo dalla vita e che più vorremmo fare. Far sì che non rimangano solo sogni vivendo nel rimorso per non aver compiuto il proprio destino. E’ questo ciò che ho fatto, partire lontano da casa per approdare in una scuola di kung fu a Dengfeng, un paese completamente diverso dal mio, per continuare lo studio dello Shaolin.
    La prima tappa di un viaggio che è appena iniziato, dedicato allo studio delle arti marziali e alla scoperta di me stesso. Una ricerca personale, tra paesi così diversi e lontani. Apprendere, conoscere ed apprezzare le diverse culture del mondo per trarne l’essenza da ogni arte marziale.

    “Ecco, là vedo il mio cammino, là vedo la via del guerriero. In questa mia vita terrena sono consapevole delle mie azioni e delle mie scelte. Ora, lontano da casa, intraprendo il mio viaggio. Seguo l’istinto e il desiderio di conoscenza, con l’umiltà di chi vuole apprendere, mi alleno con costanza e determinazione, nella continua ricerca di me stesso.”