1. Diario di Viaggio Crociera: Con Costa Serena in Grecia, Turchia e Croazia

    di , il 31/5/2010 11:29

    Una rilassante settimana "pizzicando" incantevoli località!

  2. cometa79
    , 29/7/2010 15:26
    Ciao, ho letto la tua opinione e siccome anch'io farò questa crociera a novembre volevo avere un chiarimento. I locali a pagamento sulla nave quali sono? So che c'è il ristorante club a pagamento, ma credevo che quello che viene organizzato per il dopocena fosse compreso nel prezzo del biglietto.
    Voi l'avete bevuta l'acqua dal dispenser? Dicono che è meglio non berla, ma considerando che io bevo sempre l'acqua del rubinetto mi chiedevo se è davvero così terribile.
    Un' ultima cosa, secondo te Istambul è meglio girarla da soli? Io pensavo di fare l'escursione perchè non è che ci fidiamo tanto ad andare in giro da soli per la Turchia, ma se è una città tranquilla potremmo anche valutare questa ipotesi. Che ne pensi?
    Il mare si sente tanto? Oppure la nave è abbastanza stabile? Grazie mille :)
  3. svuavi
    , 4/7/2010 18:00
    04/07/2010 Tornato oggi unitamente a mia moglie dalla Crociera Costa Serena con itinerario Venezia - Bari - Katakolon - Izmir - Istanbul - Dubrovnik - Venezia.
    Dobbiamo dire che l'esperienza fatta rispecchia notevolmente quanto già sapientemente spiegato dai sigg. vivi e sergio ma a differenza di loro, per noi oltre ai lati positivi ce ne sono stati molti di negativi. Comunque ognuno ha il suo punto di vista ed il nostro lo sottolineiamo qui di seguito.
    Partenza da Venezia un pò tardina, diciamo che alle 14 hai il tempo di imbarcarti, renderti conto di dove sei, prendere un pò la mano con la cabina e gli accessori (tipo Carta Costa ecc). Incantevole lo scenario quando si parte e si passa dal canal grande, dopo di che navigazione alla volta di Bari e già il primo giorno è esaurito. Arrivo a Bari, abbiamo deciso di non scendere e di goderci il sole sul ponte più alto della nave. Nuova partenza alla volta di Katakolon in Grecia. Si arriva al piccolo porto e decidiamo di noleggiare una utilitaria che per 40 euro + 10 euro di benzina ci ha consentito di arrivare da soli al sito archeologico e visitare Olimpia. Ritorno agevole, camminata tra i negozietti acchiappaturisti e via, si risale con direzione Izmir ovvero Smirne, terza città turca dopo Istanbul e Ankara. In questa occasione abbiamo deciso di affidarci all'escursione Costa visto che il sito archeologico di Efeso e la Casa della Vergine Maria (pare proprio che gli ultimi anni di vita li abbia trascorsi qui) distano una settantina di chilometri. Escursione molto bella e significativa, sito archeologico di assoluto valore, una delle sette meraviglie del mondo antico. Interessantissimo. Prima di rientrare a bordo, visitina ad un negozo di dolci tipici turchi...deliziosi. Da Izmir si riparte alla volta di Istanbul. Giornata intera per l'escursione. Devo dire che avevo un pò di timore di questa città ma si è rivelata stupenda, misteriosa, l'unica a sorgere sia nel continente europeo che in quello asiatico. Moschea Blu, Santa Sophia, Basilica di Cisterna, Sulthanammhet, Grand Bazar, Ponte di Galata con i locali sotto il ponte, ecc. ecc. Una città in continuo movimento (ben 15 milioni di abitanti) che dovrebbe essere visitata in più giorni. Simpatici i venditori di pannocchie arrostite e caldarroste. Noi italiani ci facciamo riconoscere ovunque.........bastava che ti guardassero in faccia che ti chiedevano se eri italiano. Questa città l'abbiamo lasciata a malinquore ma i tempi ristretti Costa sono questi e via a bordo che alle 1830 si salpa.... Stupendo lo scenario di quando si lascia il porto di Istanbul...........vista mozzafiato.............si scorgono decine e decine di minareti e di moschee, sparpagliate qua e la... Si riprende il largo.......il giorno dopo intero giorno di navigazione e sabato alle 12 si attracca a Dubrovnik in Croazia. Stupenda cittadina fortificata. La si raggiunge a bordo delle lance (scialuppe).........interessante camminata tra i vicoletti ed entrata in vari siti e musei locali. Impressionante quello dedicato agli abitanti di dubrovnik caduti solamente 15 anni fa quando l'intera croazia è stata bombardata dai serbi. A malincuore..............si riparte dopo poche ore e dopo aver navigato tutta la notte siamo giunti stamani a Venezia, tappa finale della nostra esperienza.
    I punti dolenti che teniamo a sottolineare sono i seguenti:
    - Primo e ultimo giorno di crociera persi per partenza e arrivo della nave;
    - A bordo non è poi tutto oro quello che luccica;
    - Oltre alla quota corrisposta, a bordo diverse cose sono sempre e solo a pagamento. Caffè al ristorante self service disgustoso, se ne vuoi uno espresso lo paghi 1.5 euro con quota di servizio. Pranzi e sei assediato da coloro che fanno Service Bar per venderti bibite che non sia acqua naturale. La sera al ristorante, i più fortunaiti vengono sistemati al centro sala, altri fra i quali noi, in salette defilate a stretto contatto con i camerieri che arrivano con le pietanze dalla cucina e le smistano a un metro e mezzo dai tavoli. Continuo andirivieni del fotografo che ti scatta la foto al ristorante, o in altre parti della nave o in escursione e ti rivende il tutto a bordo per 15 euro. Serata dopo il ristorante con i locali tutti a pagamento. Personale esclusivamente indiano, filippino e cinese. Pochissimi sanno l'italiano. Personale della Reception non sempre cortese. Le serate di gala...............ma va.... la prima era quella famosa con il Comandante della Nave...............due minuti con la frase di benvenuti espressa in 4/5 lingue e via.............Entrambe le serate sono state scialbe soprattutto come menu....................d'accordo che c'erano 3700 persone sedute a tavola ma secondo noi non puoi mettere in una cena di gala le quaglie, la lingua bollita, o l'amatriciana e la carbonara. Ristorante self service per il pranzo...........sempre con le solite pizze, carni e pesci frittissimi...........meno male che c'era abbondanza di verdura. Interessante il fatto di registrare la propria carta di credito sulla carta Costa.............ti pemette alla fine di non dover sganciare un euro in contanti ma ti verrà addebitato il tutto il mese successivo in conto corrente. Naturalmente il resoconto delle spese effettuate si può vedere o sulla tv interattiva in camera o alla fine con il resoconto cartaceo. Le escursioni a pagamento, secondo noi, a parte quella di Efeso non vale la pena affrontarle con Costa. Si può fare benissimo "fai da te" con una cartina in mano e tanta buona volontà. 160 euro a testa per visitare Istanbul secondo noi è eccessivo. Dimenticavo. Casinò a bordo. Mah......acchiappasoldi impressionante. Qualche trucco c'è di sicuro. Abilmente diretto da due tre signori/e rumeni che non esitano a redarguire pesantemente i crupieres asiatici al minimo intoppo nella distribuzione delle carte. Può succedere ma secondo noi è stato vergognoso. Lato piscine...............minuscole e affollate di bambini............luogo a loro vietato poichè riservato agli adulti. Campo da tennis/basket vergognoso.......cosa costa cambiare una retina del canestro? Divisione dei turni per cenare...........1900 e 2130. Non è accettabile per chi ha bimbi piccoli dover cenare alle 22!!! Spettacoli mal organizzati con gli orari. Personale di animazione mediocre. 15 ragazzi per 3700 persone. Bah...! Infine.........questionario di fine crociera. Sono valutazioni personali quindi la Direttrice di Crociera non può influenzare i passeggeri imponendo di mettere una valutazione eccellente.............in questa maniera non ci saranno mai dei miglioramenti partendo da quello he non va.
    Buon viaggio.
  4. VIVI89
    , 31/5/2010 11:29
    Una rilassante settimana "pizzicando" incantevoli località!