1. Diario di Viaggio Bergamo: Bergamo, Valle Brembana

    di , il 19/5/2010 12:08

    La valle è tutta un gran belvedere. Risalendo il corso del fiume Brembo si scoprono i tratti forti della natura fino ad a cogliere l’essenza di centri abitati che vantano una lunga storia. Da San Pellegrino, con le acque famose in tutto il mondo e l’eleganza delle architetture d’epoca, ai borghi antichi rimasti intatti, come Cornello del Tasso, con il museo della posta che da qui si sviluppò in tutta Europa.

  2. gianna3010
    , 18/1/2011 12:40
    Posti bellissimi, li conosco molto bene. Peccato che il turismo non sia percepito dalle amministrazioni locali come la risorsa che potrebbe portarli molto molto lontano. Prendiamo ad es. il paese di Selvino, situato nelle stesse valli. Il giorno e la notte. Selvino è un centro che offre tantissimo al turista, infatti gli alberghi sono sempre pieni. In estate fanno venire i comici di Zelig, in inverno installano piste di pattinaggio sul ghiaccio e aprono gli impianti da sci per i bimbi...bei negozi sempre aperti, ogni tipo di svago, dalla piscina al minigolf, passando dal tennis.
    La Val brembana in questo senso dovrebbe solo imparare (Branzi, Carona, Foppolo etc.). Il comprensorio offre tanto agli amanti della montagna di inverno (ma anche d'estate - passeggiate bellissime e natura), si scia tutto l'inverno e si scia anche bene. Però i servizi per il turismo sono scarsissimi. Non c'è la volontà di venire incontro al turista, l'unico obbiettivo è "fare cassa" a più non posso e in ogni modo. Per es. il tasto dolente delle multe. Non è pensabile che un comune come Branzi, dove di turisti se ne vedono pochi, e non certo un turismo d'elite, dia multe a man bassa indiscriminatamente. Il turista scappa, non ci mette più piede lì. Già il posto offre poco, se vengo anche "punito", ma per quale ragione dovrei anche solo fermarmi a bere un caffè in un bar di Branzi?? Cerchiamo di essere un pò lungimiranti, invece di incassare 2 soldi adesso, cerchiamo di crearci qualcosa per il futuro.....sennò altrochè bar, impianti da sci, farmacia o supermarket.....chiudere tutto, libri in tribunale, fallimento.
    ....e poi ci rivediamo a Milano o Bergamo a cercare lavoro...
    adios!
  3. laura_85
    , 19/5/2010 12:08
    La valle è tutta un gran belvedere. Risalendo il corso del fiume Brembo si scoprono i tratti forti della natura fino ad a cogliere l’essenza di centri abitati che vantano una lunga storia. Da San Pellegrino, con le acque famose in tutto il mondo e l’eleganza delle architetture d’epoca, ai borghi antichi rimasti intatti, come Cornello del Tasso, con il museo della posta che da qui si sviluppò in tutta Europa.