1. 1: Weekend

    di , il 17/5/2010 13:08

    LEGGERE

    La Turchia a cavallo di un fez di Jeremy Seal (272 pp, € 15.49, Feltrinelli, 2000)

    L’intuizione è folgorante: se si vuole capire la Turchia contemporanea, perché non partire dal copricapo tradizionale bandito nel 1925 da Ataturk? Il viaggio alla ricerca del celeberrimo cappello mediorientale non tradisce le aspettative e regala grandi scoperte.

    ASCOLTARE

    800 di Mercan Dede (Doublemoon, 2007)

    Prendete qualche strumento tradizionale turco. Aggiungeteci dei fiati, un po’ di drum’n’bass, dell’ambient e un pizzico di Sufi: Mercan Dede, noto anche come Dj Arkin Allen, su queste contaminazioni ha costruito una fulgida carriera.

    VEDERE

    Crude di Paxton Winters (2003)

    Sì, il regista è americano. Ma vive e lavora in Turchia. E infatti il suo primo lungometraggio è dedicato ai rapporti tra i turchi e il resto del mondo. Racconta la storia di due amici statunitensi che per attirare l’attenzione internazionale fingono di essere stati rapiti dai fondamentalisti. Curioso.

    PARTECIPARE

    38th Istanbul Music Festival

    Il festival esiste dal 1973, ma la forma attuale l’ha assunta nel 1994. Da allora, per un mese ogni anno, orchestre e direttori internazionali si esibiscono con solisti turchi, e viceversa. Insomma, tonnellate di buona musica, tutta da ascoltare. Dal 3 al 30 giugno.

  2. Turisti Per Caso.it
    , 17/5/2010 13:08
    <h3>LEGGERE</h3>
    <b>La Turchia a cavallo di un fez</b> di Jeremy Seal
    (272 pp, € 15.49, Feltrinelli, 2000)

    L’intuizione è folgorante: se si vuole capire la Turchia contemporanea, perché non partire dal copricapo tradizionale bandito nel 1925 da Ataturk? Il viaggio alla ricerca del celeberrimo cappello mediorientale non tradisce le aspettative e regala grandi scoperte.

    <h3>ASCOLTARE</h3>
    <b>800 </b>di <b>Mercan Dede</b> (Doublemoon, 2007)

    Prendete qualche strumento tradizionale turco. Aggiungeteci dei fiati, un po’ di drum’n’bass, dell’ambient e un pizzico di Sufi: Mercan Dede, noto anche come Dj Arkin Allen, su queste contaminazioni ha costruito una fulgida carriera.

    <h3>VEDERE</h3>
    <b>Crude </b>di Paxton Winters (2003)

    Sì, il regista è americano. Ma vive e lavora in Turchia. E infatti il suo primo lungometraggio è dedicato ai rapporti tra i turchi e il resto del mondo. Racconta la storia di due amici statunitensi che per attirare l’attenzione internazionale fingono di essere stati rapiti dai fondamentalisti. Curioso.

    <h3>PARTECIPARE</h3>
    <b>38th Istanbul Music Festival</b>

    Il festival esiste dal 1973, ma la forma attuale l’ha assunta nel 1994. Da allora, per un mese ogni anno, orchestre e direttori internazionali si esibiscono con solisti turchi, e viceversa. Insomma, tonnellate di buona musica, tutta da ascoltare. Dal<b> 3 al 30 giugno</b>.