1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 10/5/2010 10:02

    Dopo una attesa durata circa 3 anni, finalmente riusciamo ad organizzare (con largo anticipo questa volta) la vacanza a Cipro, questa volta saremo accompagnati per una settimana dalla nostra cara amica Barbarina. Partiamo il giorno 9 Agosto da Milano Malpensa con la compagnia ceca Czech Air alla volta di Larnaca (via Praga), dove arriveremo nel tardo pomeriggio dopo un volo di circa 5 ore. Giunti a Larnaka prendiamo un taxi per dirigerci all’Hotel San Remo, dove alloggeremo per l’intera vacanza. L’hotel è categoria 2 stelle, stanze carine con possibilità di “vista” mare, ottimo per la vicinanza al centro città (15 min.) e l’aeroporto (10 min.). Come si sa l’isola è divisa in due Stati, Repubblica di Cipro e Territorio Occupato Turco dal 1974. La storia dell’isola è molto lunga e travagliata, molte sono state le dominazioni e le culture passate in questa isola, si passa dalla occupazione Ottomana, Colonia Britannica ed infine influenza greca ed occupazione turca. Nel 1974 la Turchia, usando come pretesto il colpo di stato, invase militarmente l’isola ed occupò il 37% del territorio della Repubblica di Cipro, provocando lo sfollamento di greco-ciprioti dalla parte nord dell’isola. Nonostante una condanna alla Turchia da parte della comunità internazionale, le truppe turche occupano ancora oggi, illegalmente la parte nord di Cipro non facente parte della Comunità Europea, a differenza della Repubblica di Cipro riconosciuta a tutti gli effetti.

    Quest’anno abbiamo voluto noleggiare l’auto per 10 giorni in modo da godere appieno dei luoghi di maggior rilievo, percorrendo circa 1600Km, visitando le principali città e luoghi di interesse specialmente nella Repubblica di Cipro. Di seguito vogliamo descrivere le principali cose da vedere nelle varie città visitate.

    LARNAKA e Lefkara Larnaka è una cittadina medio-grande situata a sud della omonima baia, situata nella Repubblica di Cipro quindi in territorio greco-cipriota, a sud dell’isola. Qui oltre il lungomare, è interessante visitare la Moschea di Hala Sultan Tekkesi, situata sulle sponde del lago salato che nel periodo estivo è una grossa distesa di sale, ma da ottobre il lago si riempie non solo di acqua, ma anche di vita, infatti vi fanno ritorno uccelli migratori. Nei pressi di Larnaka consigliamo di visitare la cittadina di Choirokoitia ed il suo sito archeologico che è patrimonio culturale dell’umanità da parte dell’ UNESCO. Il villaggio di Lefkara, caratteristico e grazioso villaggio noto per i suoi pizzi e produzioni di argenteria. Si narra che Leonardo Da Vinci venne in questo villaggio per trovare prezioso ricamo che donò al Duomo di Milano. Ancora oggi a Lefkara esiste un centro tavola chiamato “Da Vinci” perché ricorda quegli antichi ricami ed ancora oggi sull’altare del Duomo di Milano è presente un “centro altare” prodotto a Lefkara. Il Convento di Agios Minas risalente al XV secolo è un monastero in stile bizantino e gotico, qui le monache vendono i loro prodotti come ad esempio miele e marmellate.

    PAFOS “Baths of Aphrodite” e “Petra tou Romiou” L’intera città è stata dichiarata patrimonio culturale dell’umanità da parte dell’UNESCO. Particolarmente interessante il porto in stile veneziano, in buona parte ancora in ottime condizioni, ed il parco archeologico di Kato Pafos, con al suo interno siti e monumenti in prevalenza di epoca romana. I meravigliosi pavimenti a mosaico delle quattro ville romane costituiscono la maggiore attrattiva del parco, sono ancora ben conservati. A circa 50Km a nord di Pafos, vi è la Baia chiamata “Baths of Aphrodite”, la cui leggenda narra che qui era solita fare il bagno la Dea Afrodit, la spiaggia è di ciottoli ma la spettacolarità del mare e del fondale toglie il fiato. Molto interessante dal punto di vista panoramico è Petra tou Romiou, il luogo dove si narra nacque la Dea Afrodite, molto spettacolare e soprattutto sensazionale al tramonto.

    AGIA NAPA “Nissi Beach” e “Capo Greko” Questa cittadina a sud-est dell’isola, è la località più frequentata dai giovani, ricca infatti di pub e divertimenti ma offre davvero poco dal punto di vista culturale e architettonico, è interessante visitare il Monastero. A pochi chilometri di distanza dalla cittadina vi è la molto pubblicizzata e frequentata Nissi Beach, molto bella nelle cartoline quanto deludente dal vivo. Non molto distante dalla cittadina, consigliamo una interessante escursione naturalistica a Capo Greko, dove poter ammirare panorami fantastici ed incappare in antiche grotte.

    NICOSIA Come detto Cipro è divisa in due Stati, a sua volta la Capitale, è divisa tra le due realtà dell’isola. Se pur le due comunità negli ultimi anni si sono avvicinate molto, il confine è protetto da filospinato e controllato da entrambi gli eserciti ma supervisionato da Esercito Britannico ed ONU.Facile incontrare in tutta l’isola auto e mezzi dell’ONU. Nicosia è la parte dove si denotano maggiormente le differenze tra le due realtà dell’isola. Nella parte greca della città è interessante la Ledra Str. una sorta di via dello shopping che conduce fino al Check Point, la porta tra le due “facce” di Nicosia. Molto bello visitare l’osservatorio situato all'11esimo piano dello Shakolas Tower, dove poter vedere la città a 360° e si può ammirare il famoso punto dove sono state “disegnate” la bandiera Turca affiancata dalla bandiera Turco-cipriota sui monti a nord di Nicosia. Nella parte turca della città è interessante visitare l’ex chiesa ortodossa convertita a Moschea di St. Sofia.

    LIMASSOL e “Governor’s Beach” La seconda città dell’isola per grandezza e con il più importante porto commerciale, infatti dal lungomare è facile vedere grosse navi mercantili ma il mare è molto pulito e bello, molto bella da visitare la chiesa di Agia Napa. A qualche chilometro di distanza consigliamo di andare alla Governor’s Beach, meravigliosa spiaggia con sabbia nera. Rimarrete colpiti dal contrasto tra il nero della sabbia e il bianco delle rocce bianche del gesso.

    FAMAGOSTA La città più importante situata nella parte occupata turca. Molto carina la città vecchia ancora fortificata e molto caratteristica, interessante visitare la moschea. Non si può mancare la visita alla spiaggia situata a pochissimi chilometri, la più bella di tutta l’isola, con la sua acqua cristallina e caldissima, la sua sabbia chiara e molto fine. Un paradiso che ricorda molto le fantastiche spiagge tropicali.

    Come sempre abbiamo sperimentato la cucina locale che è un misto tra le due culture dell’isola, infatti si possono gustare piatti come Moussaka, Kebab, Souvlaki e carne in Pita. Da gennaio anche a Cipro è entrato in vigore la moneta unica europea, l’Euro ma nella parte turca si usa la Lira Turca pur comunque accettando pagamenti in Euro. I prezzi sono abbastanza elevati, ma girando ed avendo un pochino di pazienza a confrontare i prezzi, si riesce a trovare qualcosa a buon mercato o comunque a prezzi abbastanza ragionevoli. La gente in entrambe le parti è davvero molto ospitale e gentilissima, non si ha alcun problema con la lingua inglese, qui la parlano molto bene in quanto ex colonia britannica. Consigliamo vivamente il noleggio dell’auto in modo da dover essere indipendenti.

    Questa vacanza ce la ricorderemo a lungo per i luoghi visitati, le persone conosciute, il mare cristallino davvero invidiabile e soprattutto per aver sperimentato per la prima volta la guida “sul lato sbagliato della strada”, a Cipro si guida al così detto modo “all’Inglese” ossia a sinistra. All’inizio si ha un po’ di “panico” soprattutto quando affronti una rotonda (a Cipro è pieno di rotonde!), oppure quando si deve dare la precedenza o devi superare, esattamente tutto al contrario rispetto a noi, ma dopo poche ore ci si abitua, tanto che appena tornato in Italia mi sembrava quasi assurdo guidare in modo così detto “normale” da quanto mi ero abituato! La cosa buona è che comunque in 10 giorni guidando a sinistra non abbiamo fatto danni!

    Questa è stata anche la prima vacanza che abbiamo passato in tre, ci siamo trovati davvero molto bene insieme e soprattutto ci siamo divertiti, speriamo si possa ripetere magari allargando sempre di più il gruppo.

  2. 19Simone80
    , 10/5/2010 10:02
    Dopo una attesa durata circa 3 anni, finalmente riusciamo ad organizzare (con largo anticipo questa volta) la vacanza a Cipro, questa volta saremo accompagnati per una settimana dalla nostra cara amica Barbarina.
    Partiamo il giorno 9 Agosto da Milano Malpensa con la compagnia ceca Czech Air alla volta di Larnaca (via Praga), dove arriveremo nel tardo pomeriggio dopo un volo di circa 5 ore.
    Giunti a Larnaka prendiamo un taxi per dirigerci all’Hotel San Remo, dove alloggeremo per l’intera vacanza.
    L’hotel è categoria 2 stelle, stanze carine con possibilità di “vista” mare, ottimo per la vicinanza al centro città (15 min.) e l’aeroporto (10 min.).
    Come si sa l’isola è divisa in due Stati, Repubblica di Cipro e Territorio Occupato Turco dal 1974.
    La storia dell’isola è molto lunga e travagliata, molte sono state le dominazioni e le culture passate in questa isola, si passa dalla occupazione Ottomana, Colonia Britannica ed infine influenza greca ed occupazione turca.
    Nel 1974 la Turchia, usando come pretesto il colpo di stato, invase militarmente l’isola ed occupò il 37% del territorio della Repubblica di Cipro, provocando lo sfollamento di greco-ciprioti dalla parte nord dell’isola. Nonostante una condanna alla Turchia da parte della comunità internazionale, le truppe turche occupano ancora oggi, illegalmente la parte nord di Cipro non facente parte della Comunità Europea, a differenza della Repubblica di Cipro riconosciuta a tutti gli effetti.

    Quest’anno abbiamo voluto noleggiare l’auto per 10 giorni in modo da godere appieno dei luoghi di maggior rilievo, percorrendo circa 1600Km, visitando le principali città e luoghi di interesse specialmente nella Repubblica di Cipro. Di seguito vogliamo descrivere le principali cose da vedere nelle varie città visitate.

    LARNAKA e Lefkara
    Larnaka è una cittadina medio-grande situata a sud della omonima baia, situata nella Repubblica di Cipro quindi in territorio greco-cipriota, a sud dell’isola.
    Qui oltre il lungomare, è interessante visitare la Moschea di Hala Sultan Tekkesi, situata sulle sponde del lago salato che nel periodo estivo è una grossa distesa di sale, ma da ottobre il lago si riempie non solo di acqua, ma anche di vita, infatti vi fanno ritorno uccelli migratori.
    Nei pressi di Larnaka consigliamo di visitare la cittadina di Choirokoitia ed il suo sito archeologico che è patrimonio culturale dell’umanità da parte dell’ UNESCO.
    Il villaggio di Lefkara, caratteristico e grazioso villaggio noto per i suoi pizzi e produzioni di argenteria. Si narra che Leonardo Da Vinci venne in questo villaggio per trovare prezioso ricamo che donò al Duomo di Milano. Ancora oggi a Lefkara esiste un centro tavola chiamato “Da Vinci” perché ricorda quegli antichi ricami ed ancora oggi sull’altare del Duomo di Milano è presente un “centro altare” prodotto a Lefkara.
    Il Convento di Agios Minas risalente al XV secolo è un monastero in stile bizantino e gotico, qui le monache vendono i loro prodotti come ad esempio miele e marmellate.

    PAFOS “Baths of Aphrodite” e “Petra tou Romiou”
    L’intera città è stata dichiarata patrimonio culturale dell’umanità da parte dell’UNESCO. Particolarmente interessante il porto in stile veneziano, in buona parte ancora in ottime condizioni, ed il parco archeologico di Kato Pafos, con al suo interno siti e monumenti in prevalenza di epoca romana. I meravigliosi pavimenti a mosaico delle quattro ville romane costituiscono la maggiore attrattiva del parco, sono ancora ben conservati.
    A circa 50Km a nord di Pafos, vi è la Baia chiamata “Baths of Aphrodite”, la cui leggenda narra che qui era solita fare il bagno la Dea Afrodit, la spiaggia è di ciottoli ma la spettacolarità del mare e del fondale toglie il fiato.
    Molto interessante dal punto di vista panoramico è Petra tou Romiou, il luogo dove si narra nacque la Dea Afrodite, molto spettacolare e soprattutto sensazionale al tramonto.

    AGIA NAPA “Nissi Beach” e “Capo Greko”
    Questa cittadina a sud-est dell’isola, è la località più frequentata dai giovani, ricca infatti di pub e divertimenti ma offre davvero poco dal punto di vista culturale e architettonico, è interessante visitare il Monastero.
    A pochi chilometri di distanza dalla cittadina vi è la molto pubblicizzata e frequentata Nissi Beach, molto bella nelle cartoline quanto deludente dal vivo.
    Non molto distante dalla cittadina, consigliamo una interessante escursione naturalistica a Capo Greko, dove poter ammirare panorami fantastici ed incappare in antiche grotte.

    NICOSIA
    Come detto Cipro è divisa in due Stati, a sua volta la Capitale, è divisa tra le due realtà dell’isola. Se pur le due comunità negli ultimi anni si sono avvicinate molto, il confine è protetto da filospinato e controllato da entrambi gli eserciti ma supervisionato da Esercito Britannico ed ONU.Facile incontrare in tutta l’isola auto e mezzi dell’ONU.
    Nicosia è la parte dove si denotano maggiormente le differenze tra le due realtà dell’isola. Nella parte greca della città è interessante la Ledra Str. una sorta di via dello shopping che conduce fino al Check Point, la porta tra le due “facce” di Nicosia.
    Molto bello visitare l’osservatorio situato all'11esimo piano dello Shakolas Tower, dove poter vedere la città a 360° e si può ammirare il famoso punto dove sono state “disegnate” la bandiera Turca affiancata dalla bandiera Turco-cipriota sui monti a nord di Nicosia.
    Nella parte turca della città è interessante visitare l’ex chiesa ortodossa convertita a Moschea di St. Sofia.

    LIMASSOL e “Governor’s Beach”
    La seconda città dell’isola per grandezza e con il più importante porto commerciale, infatti dal lungomare è facile vedere grosse navi mercantili ma il mare è molto pulito e bello, molto bella da visitare la chiesa di Agia Napa.
    A qualche chilometro di distanza consigliamo di andare alla Governor’s Beach, meravigliosa spiaggia con sabbia nera. Rimarrete colpiti dal contrasto tra il nero della sabbia e il bianco delle rocce bianche del gesso.

    FAMAGOSTA
    La città più importante situata nella parte occupata turca.
    Molto carina la città vecchia ancora fortificata e molto caratteristica, interessante visitare la moschea.
    Non si può mancare la visita alla spiaggia situata a pochissimi chilometri, la più bella di tutta l’isola, con la sua acqua cristallina e caldissima, la sua sabbia chiara e molto fine. Un paradiso che ricorda molto le fantastiche spiagge tropicali.

    Come sempre abbiamo sperimentato la cucina locale che è un misto tra le due culture dell’isola, infatti si possono gustare piatti come Moussaka, Kebab, Souvlaki e carne in Pita.
    Da gennaio anche a Cipro è entrato in vigore la moneta unica europea, l’Euro ma nella parte turca si usa la Lira Turca pur comunque accettando pagamenti in Euro.
    I prezzi sono abbastanza elevati, ma girando ed avendo un pochino di pazienza a confrontare i prezzi, si riesce a trovare qualcosa a buon mercato o comunque a prezzi abbastanza ragionevoli.
    La gente in entrambe le parti è davvero molto ospitale e gentilissima, non si ha alcun problema con la lingua inglese, qui la parlano molto bene in quanto ex colonia britannica.
    Consigliamo vivamente il noleggio dell’auto in modo da dover essere indipendenti.

    Questa vacanza ce la ricorderemo a lungo per i luoghi visitati, le persone conosciute, il mare cristallino davvero invidiabile e soprattutto per aver sperimentato per la prima volta la guida “sul lato sbagliato della strada”, a Cipro si guida al così detto modo “all’Inglese” ossia a sinistra. All’inizio si ha un po’ di “panico” soprattutto quando affronti una rotonda (a Cipro è pieno di rotonde!), oppure quando si deve dare la precedenza o devi superare, esattamente tutto al contrario rispetto a noi, ma dopo poche ore ci si abitua, tanto che appena tornato in Italia mi sembrava quasi assurdo guidare in modo così detto “normale” da quanto mi ero abituato! La cosa buona è che comunque in 10 giorni guidando a sinistra non abbiamo fatto danni!

    Questa è stata anche la prima vacanza che abbiamo passato in tre, ci siamo trovati davvero molto bene insieme e soprattutto ci siamo divertiti, speriamo si possa ripetere magari allargando sempre di più il gruppo.