1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 7/5/2010 14:49

    Partiamo il pomeriggio del 31 Dicembre da Milano con la compagnia aerea portoghese TAP diretti a Lisbona.

    Raggiungiamo l’hotel dall’aeroporto con poche fermate di autobus.

    L’hotel è il “Residential Italia” è categoria 3 stelle, piccolino, a conduzione familiare ma molto carino e pulito, situato non molto lontano dalla metropolitana che porta in centro città.

    Essendo l’ultimo giorno dell’anno chiediamo informazioni sul programma della serata. Ci dirigiamo in “Praca do Commercio” dove si tiene il concerto di Capodanno e a mezzanotte spettacolo pirotecnico. Il concerto è stato nel complesso piacevole, abbiamo scoperto un gruppo portoghese che si chiama “The Gift” che fanno genere pop e fado (musica popolare portoghese), a mezzanotte c’è stato lo spettacolo pirotecnico davvero molto bello. Nei giorni successivi abbiamo girato la città, rigorosamente a piedi, come è da stile “Soliti Noti”. Non pensavo che Lisbona fosse così bella e ricca di cose da vedere. Molto bello è il “Castello de St. George”, che dalla cima di una collina domina la città. La città e attraversata da un fiume e ci sono solo 2 ponti che lo attraversano, il “Ponte 25 de Abril” (molto simile al famoso “Golden Gate” di San Francisco) e il “Ponte Vasco de Gama” lungo quasi 20 chilometri.

    A Lisbona, come dicevo, c’è molto da vedere, ma soprattutto consiglio di visitare “Cristo Rei”, “Basilica de la Estrela”, il quartiere di “Belem” con la famosa “Torre de Belem”. Per visitare meglio la città abbiamo preso il “Tram n°28” che diciamo fa n percorso più o meno turistico. Ci sono molti “Elevador” in città, non sono altro che tram che collegano la parte alta e quella bassa dei vari colli della città.

    A Lisbona non si può non assaggiare il “Bacalao” e il dolce “Pasteis de Nata”, ottimo. Consigliati anche i "Churros" (paste a sfoglia imburrate) a colazione.

    Siamo stati anche a Sintra, paese patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. E’ un paese a circa 30 chilometri da Lisbona ed è facilmente raggiungibile in treno. Questo paese merita di essere visitato perché è davvero molto bello nell’insieme e poi da vedere ci sono il “Castello” e il “Palazzo”, entrambi situati su un monte e raggiungibili dal paese tramite autobus, io e Roby ce la siamo fatta a piedi per più di 1 ora… chiamateci pazzi!

    Nel complesso Lisbona mi è piaciuta moltissimo, per il clima (15°C), l’ospitalità e la gentilezza dei portoghesi e la bellezza della città.

  2. 19Simone80
    , 7/5/2010 14:49
    Partiamo il pomeriggio del 31 Dicembre da Milano con la compagnia aerea portoghese TAP diretti a Lisbona.
    Raggiungiamo l’hotel dall’aeroporto con poche fermate di autobus.
    L’hotel è il “Residential Italia” è categoria 3 stelle, piccolino, a conduzione familiare ma molto carino e pulito, situato non molto lontano dalla metropolitana che porta in centro città.
    Essendo l’ultimo giorno dell’anno chiediamo informazioni sul programma della serata. Ci dirigiamo in “Praca do Commercio” dove si tiene il concerto di Capodanno e a mezzanotte spettacolo pirotecnico. Il concerto è stato nel complesso piacevole, abbiamo scoperto un gruppo portoghese che si chiama “The Gift” che fanno genere pop e fado (musica popolare portoghese), a mezzanotte c’è stato lo spettacolo pirotecnico davvero molto bello. Nei giorni successivi abbiamo girato la città, rigorosamente a piedi, come è da stile “Soliti Noti”. Non pensavo che Lisbona fosse così bella e ricca di cose da vedere. Molto bello è il “Castello de St. George”, che dalla cima di una collina domina la città. La città e attraversata da un fiume e ci sono solo 2 ponti che lo attraversano, il “Ponte 25 de Abril” (molto simile al famoso “Golden Gate” di San Francisco) e il “Ponte Vasco de Gama” lungo quasi 20 chilometri.
    A Lisbona, come dicevo, c’è molto da vedere, ma soprattutto consiglio di visitare “Cristo Rei”, “Basilica de la Estrela”, il quartiere di “Belem” con la famosa “Torre de Belem”. Per visitare meglio la città abbiamo preso il “Tram n°28” che diciamo fa n percorso più o meno turistico. Ci sono molti “Elevador” in città, non sono altro che tram che collegano la parte alta e quella bassa dei vari colli della città.
    A Lisbona non si può non assaggiare il “Bacalao” e il dolce “Pasteis de Nata”, ottimo. Consigliati anche i "Churros" (paste a sfoglia imburrate) a colazione.
    Siamo stati anche a Sintra, paese patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. E’ un paese a circa 30 chilometri da Lisbona ed è facilmente raggiungibile in treno. Questo paese merita di essere visitato perché è davvero molto bello nell’insieme e poi da vedere ci sono il “Castello” e il “Palazzo”, entrambi situati su un monte e raggiungibili dal paese tramite autobus, io e Roby ce la siamo fatta a piedi per più di 1 ora… chiamateci pazzi!
    Nel complesso Lisbona mi è piaciuta moltissimo, per il clima (15°C), l’ospitalità e la gentilezza dei portoghesi e la bellezza della città.