1. 1: Publiredazionale

    di , il 4/5/2010 16:15

    SULLE TRACCE DEI FENICI

    Pur essendo la Tunisia lo stato più piccolo dell'Africa settentrionale, la sua posizione, strategica per i commerci nel Mediterraneo, le ha assicurato una storia ricca di avvenimenti.

    Fin dall’antichità oggetto di ondate migratorie che hanno visto passare sul suo suolo Fenici, Romani, Barbari, Bizantini, Arabi, Ottomani e Francesi, consente al viaggiatore che vi si reca di trovare numerosi spunti interessanti.

    I Fenici si stabilirono per la prima volta in Tunisia presso Utica nel 1100 a.C., facendone uno scalo sulla rotta tra la loro città-madre Tiro (oggi in Libano) e la Spagna. Proseguirono stabilendo una serie di porti lungo la costa nordafricana, il più importante dei quali naturalmente fu la mitica Cartagine.

    Nel corso del primo millennio avanti Cristo quei misteriosi marinai furono i padroni assoluti del Mediterraneo, fondarono paesi e città, crearono colonie e fortezze dovunque.

    Abili mercanti e navigatori acquistarono tanto potere da poter sognare di disfarsi di Roma armando un grande esercito guidato da un ancor più grande condottiero, Annibale.

    Il colossale duello si concluse con la radicale distruzione di Cartagine, la regione tunisina fu assoggettata alla sovranità di Roma, e questa sconfitta decise per molti anni a venire le sorti dei paesi affacciati sul Mediterraneo.

  2. Turisti Per Caso.it
    , 4/5/2010 16:15
    <b>SULLE TRACCE DEI FENICI</b>

    Pur essendo la Tunisia lo stato più piccolo dell'Africa settentrionale, la sua posizione, strategica per i commerci nel Mediterraneo, le ha assicurato una storia ricca di avvenimenti.

    Fin dall’antichità oggetto di ondate migratorie che hanno visto passare sul suo suolo Fenici, Romani, Barbari, Bizantini, Arabi, Ottomani e Francesi, consente al viaggiatore che vi si reca di trovare numerosi spunti interessanti.

    I Fenici si stabilirono per la prima volta in Tunisia presso Utica nel 1100 a.C., facendone uno scalo sulla rotta tra la loro città-madre Tiro (oggi in Libano) e la Spagna. Proseguirono stabilendo una serie di porti lungo la costa nordafricana, il più importante dei quali naturalmente fu la mitica Cartagine.

    Nel corso del primo millennio avanti Cristo quei misteriosi marinai furono i padroni assoluti del Mediterraneo, fondarono paesi e città, crearono colonie e fortezze dovunque.

    Abili mercanti e navigatori acquistarono tanto potere da poter sognare di disfarsi di Roma armando un grande esercito guidato da un ancor più grande condottiero, Annibale.

    Il colossale duello si concluse con la radicale distruzione di Cartagine, la regione tunisina fu assoggettata alla sovranità di Roma, e questa sconfitta decise per molti anni a venire le sorti dei paesi affacciati sul Mediterraneo.