1. 1: Edicola

    di , il 28/4/2010 15:59

    In edicola da venerdì 30 aprile il 9° dvd delle puntate storiche di Turisti per Caso: “Argentina 1 - Buenos Aires”. Ecco cosa vediamo in questa prima parte del viaggio in Argentina:

    Tutto ebbe inizio nella famosa Osteria da Vito, a Bologna, con Francesco Guccini, il suo chitarrista Flaco e la sua compagna Raffaella, con Giorgio Comaschi e sua moglie Carla, che assieme a Patrizio e soprattutto a Syusy lanciano l’idea di un viaggio in Argentina. Il gruppo decide di partire, ma Guccini perde l’aereo: per lui, abituato a fare le ore piccole, le sette del mattino è troppo presto. Gli altri arrivano a Buenos Aires e iniziano a visitare la città: Patrizio va in gita lungo il Rio della Plata, incontra i gauchos e assaggia l’asado. Syusy molla Patrizio e incontra Patricio, un suo amico maestro di ballo, col quale incontra poeti, musicisti, danzatrici e soprattutto esplora locali in cui si balla il tango: vuole diventare a tutti i costi una tanghèra anche lei, e alla fine riesce a ballare nelle Milonghe tradizionali. Giorgio invece scopre il Quartiere del Boca, il Caminito e lo stadio dove ha cominciato Maradona, poi va a Villa Fiorito, una favela poverissima, a vedere la casa natale di Maradona. Intanto arriva finalmente Guccini, che visita l’Accademia del Lunfardo, una lingua tipica degli emigrati, mezzo spagnolo e mezzo genovese. Mentre una parte della comitiva visita il Cimitero monumentale della Chacarita, con le tombe di Gardel e di Peron, Syusy parte in aereo verso l’interno dell’Amazzonia e visita le Cascate di Iguazù, dove fraternizza con gli Indios Guaranì...

  2. Turisti Per Caso.it
    , 28/4/2010 15:59
    <i>In edicola da venerdì 30 aprile il 9° dvd delle puntate storiche di Turisti per Caso: <b>“Argentina 1 -
    Buenos Aires”</b>. Ecco cosa vediamo in questa prima parte del viaggio in Argentina:</i>

    Tutto ebbe inizio nella famosa Osteria da Vito, a Bologna, con Francesco Guccini, il suo chitarrista Flaco e la sua compagna Raffaella, con Giorgio Comaschi e sua moglie Carla, che assieme a Patrizio e soprattutto a Syusy lanciano l’idea di un viaggio in Argentina. Il gruppo decide di partire, ma Guccini perde l’aereo: per lui, abituato a fare le ore piccole, le sette del mattino è troppo presto. Gli altri arrivano a Buenos Aires e iniziano a visitare la città: Patrizio va in gita lungo il Rio della Plata, incontra i gauchos e assaggia l’asado. Syusy molla Patrizio e incontra Patricio, un suo amico maestro di ballo, col quale incontra poeti, musicisti, danzatrici e soprattutto esplora locali in cui si balla il tango: vuole diventare a tutti i costi una tanghèra anche lei, e alla fine riesce a ballare nelle Milonghe tradizionali. Giorgio invece scopre il Quartiere del Boca, il Caminito e lo stadio dove ha cominciato Maradona, poi va a Villa Fiorito, una favela poverissima, a vedere la casa natale di Maradona. Intanto arriva finalmente Guccini, che visita l’Accademia del Lunfardo, una lingua tipica degli emigrati, mezzo spagnolo e mezzo genovese. Mentre una parte della comitiva visita il Cimitero monumentale della Chacarita, con le tombe di Gardel e di Peron, Syusy parte in aereo verso l’interno dell’Amazzonia e visita le Cascate di Iguazù, dove fraternizza con gli Indios Guaranì...