1. 1: Patrizio & Syusy

    di , il 28/4/2010 12:05

    Lo scorso gennaio Syusy ha fatto un viaggio molto interessante in Guatemala, al seguito di Altromercato. Un viaggio antropologico e archeologico, per conoscere i discendenti (anzi, le discendenti!) delle etnie Maya oggi coinvolti in progetti di commercio equo solidale. Dal viaggio Syusy ha realizzato un documentario, che verrà presentato in anteprima al Festival del Cinema Archeologico di Trento il prossimo 8 maggio (Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale promossa dalla World Fair Trade Organization) e successivamente in altri appuntamenti a Bologna (Cinema Lumière, 10 maggio) e a Roma (Auditorium, 23 maggio). Il titolo del filmato è “Yo valgo, yo puedo: vamos a perder miedo!”, che tradotto significa “Io valgo, io posso: bisogna perdere la paura”.

    Il documentario

    Il film racconta la storia di un gruppo di artigiane maya del Guatemala sopravvissute all'operazione di pulizia etnica attuata negli anni Ottanta dal governo golpista del generale Rios Montt. Organizzatesi in gruppi base, queste donne hanno trasformato la propria ancestrale capacità di tessere al telaio in un'occupazione vera e propria, che ha permesso loro di vincere l'isolamento e l'esclusione derivata dalla loro situazione di donne e di indigene in un paese in cui le discriminazioni di genere ed etnia sono ancora molto forti. Promuovendo vincoli di solidarietà con altre donne vittime della violenza del regime, le artigiane hanno dato vita ad Aj Quen, un'associazione senza fine di lucro per la promozione dell'artigianato tessile guatemalteco nel circuito equosolidale, che ha permesso loro di garantire un futuro per i propri figli, contribuendo così a rafforzare la propria identità frustrata e permettendo loro di affrancarsi dalle relazioni commerciali inique con gli intermediari locali. Attraverso lo stile leggero che ha reso famosi Turisti per Caso, il documentario segue idealmente il percorso di un filo di cotone, dalla materia prima al prodotto finito, gettando uno sguardo d'insieme sulla storia del Pueblo Maya da prima della Conquista e fino ai giorni nostri, raccontando del connubio fra natura e cultura, della cosmogonia (ossia della genesi del mondo, secondo le narrazioni mitiche o religiose) e della produzione tessile come strumento simbolico di attribuzione di senso e appartenenza etnica. In viaggio fra Messico e Guatemala, Syusy ci ripropone ironicamente il modello del turista sulle tracce delle antiche civiltà perdute, visitando i discendenti degli antichi Maya Lacandoni che vivono in connubio con la natura, pregando le proprie divinità mentre il mondo attorno cambia rapidamente. Un turista, però, che cerca di vedere il mondo con lenti nuove, andando oltre lo stereotipo dell'eterna primavera con cui la propaganda turistica descrive questi mondi. Il film è strato prodotto da Mandacarù Onlus in collaborazione con Ctm altromercato, organizzazioni per la promozione del commercio equosolidale che importano e distribuiscono i prodotti delle artigiane organizzate dell'Associazione Aj Quen.

    Il sito di Mandacarù Onlus: http://www.mandacaru.it/ Il sito di Altromercato: http://www.altromercato.it/it

    Caratteristiche del filmato Genere: documentario-fiction (Italia,Messico, Guatemala) Durata: 37’ ca. Regia: Syusy Blady Soggetto:Maurizia Giusti e Lorenzo Boccagni Produttore esecutivo: Lorenzo Boccagni Riprese: Giuseppe Ghinami Coordinamento artistico: Ayhan Beghendi e Maurizia Giusti Montaggio: Laura Torre

    Gli appuntamenti

    Trento, 8 maggio 2010

    Ore 18.00, Cinema Vittoria (via Manci 54)

    Coniugare natura e cultura intrecciando legami solidali. Questo il filo che viene tramato e ordito tra Italia, Messico e Guatemala, tessuto attraverso le parole dei protagonisti e le immagini dei loro territori. Un viaggio che parte dalle origini dell'ancestrale cultura maya per giungere alle odierne esperienze di economia solidale. Un incontro per celebrare insieme la giornata mondiale del commercio equo e solidale promossa dalla World Fair Trade organization, l'Organizzazione mondiale del commercio equo e solidale che rappresenta oltre 350 organizzazioni in oltre 70 paesi in Africa, Asia e America Latina, Europa, Nord America e Pacifico. Appuntamento alle . Proiezione in anteprima del documentario e incontro con Syusy, Doña Victoriana Sinar Mactzul (artigiana guatemalteca dell'organizzazione Aj Quen) e Lorenzo Boccagni (responsabile artigianato America Latina Unità cooperazione & parnership Consorzio Ctm altromercato).

    Il sito di Trento Film Festival 2010, che ospita l'evento: http://www.trentofestival.it/it/index.htm

    Bologna, 10 maggio 2010

    Ore 18.45, Cinema Lumière (via Azzo Gardino 65)

    Altromercato e la Cineteca di Bologna presentano “Scambiamo il mondo”: proiezione del documentario e a seguire incontro con Syusy, Doña Victoriana Sipac Mactzul e Lorenzo Boccagni. Aperitivo equo&solidale di saluto organizzato dalla coop ExAequo

    Il sito della Cineteca di Bologna: http://www.cinetecadibologna.it/

    Roma, 23 maggio

    Ore 15.00, Auditorium Parco della Musica (Viale Pietro de Coubertin 30)

    La proiezione si tiene nell'ambito della Settimana della Biodiversità (18/23 maggio), indetta dall’organizzazione Bioversity International in collaborazione con il Comune di Roma per celebrare il 2010 Anno Mondiale della Biodiversità.

    Il sito dell'Auditorium: http://www.auditorium.com/eventi/4970757

  2. Turisti Per Caso.it
    , 28/4/2010 12:05
    Lo scorso gennaio Syusy ha fatto un viaggio molto interessante in
    <b>Guatemala</b>, al seguito di <a href="http://www.altromercato.it/it" target="_blank" rel="nofollow">Altromercato</a>. Un viaggio antropologico e
    archeologico, per conoscere i discendenti (<i>anzi, le discendenti!</i>)
    delle etnie Maya oggi coinvolti in progetti di commercio equo
    solidale. Dal viaggio Syusy ha realizzato un documentario, che verrà presentato in anteprima al <b>Festival del Cinema Archeologico di Trento</b> il prossimo <b>8 maggio</b> (Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale promossa dalla World
    Fair Trade Organization) e successivamente in altri appuntamenti a<b> Bologna (Cinema Lumière, 10 maggio)</b> e a <b>Roma (Auditorium, 23 maggio)</b>. Il titolo del filmato è <b>“Yo valgo, yo puedo: vamos a perder miedo!”</b>, che tradotto significa <i>“Io
    valgo, io posso: bisogna perdere la paura”</i>.

    <h3><b>Il documentario</b></h3>
    Il film racconta la storia di un gruppo di artigiane maya del Guatemala sopravvissute all'operazione di pulizia etnica attuata negli anni Ottanta dal governo golpista del generale Rios Montt. Organizzatesi in gruppi base, queste donne hanno trasformato la propria ancestrale capacità di tessere al telaio in un'occupazione vera e propria, che ha permesso loro di vincere l'isolamento e l'esclusione derivata dalla loro situazione di donne e di indigene in un paese in cui le discriminazioni di genere ed etnia sono ancora molto forti. Promuovendo vincoli di solidarietà con altre donne vittime della violenza del regime, le artigiane hanno dato vita ad <b>Aj
    Quen</b>, un'associazione senza fine di lucro per la promozione dell'artigianato tessile guatemalteco nel circuito equosolidale, che ha permesso loro di garantire un futuro per i propri figli, contribuendo così a rafforzare la propria identità frustrata e permettendo loro di affrancarsi dalle relazioni commerciali inique con gli intermediari locali. Attraverso lo stile leggero che ha reso famosi Turisti per Caso, il documentario segue idealmente il <b>percorso di un filo di cotone</b>, dalla materia prima al prodotto finito, gettando uno sguardo d'insieme sulla<b> storia del <i>Pueblo Maya</i></b> da prima della Conquista e fino ai giorni nostri, raccontando del connubio fra natura e cultura, della cosmogonia (ossia della genesi del mondo, secondo le narrazioni mitiche o religiose) e della produzione tessile come strumento simbolico di attribuzione di senso e appartenenza etnica. In viaggio fra <b>Messico </b>e <b>Guatemala</b>, Syusy ci ripropone ironicamente il modello del turista
    sulle tracce delle antiche civiltà perdute, visitando i discendenti degli antichi <b>Maya Lacandoni</b> che vivono in connubio con la natura, pregando le proprie divinità mentre il mondo attorno cambia rapidamente. Un turista, però, che cerca di vedere il mondo con lenti nuove, andando oltre lo stereotipo dell'eterna primavera con cui la propaganda turistica descrive questi mondi. Il film è strato prodotto da Mandacarù Onlus in collaborazione con Ctm altromercato, organizzazioni per la promozione del commercio equosolidale che importano e distribuiscono i prodotti delle artigiane organizzate dell'Associazione Aj Quen.

    Il sito di Mandacarù Onlus: <u><a href="http://www.mandacaru.it/" target="_blank" rel="nofollow">http://www.mandacaru.it/</a></u>
    Il sito di Altromercato: <u>http://www.altromercato.it/it</u>

    <b>Caratteristiche del filmato</b>
    <i>Genere: documentario-fiction (Italia,Messico, Guatemala)
    Durata: 37’ ca.
    Regia: Syusy Blady
    Soggetto:Maurizia Giusti e Lorenzo Boccagni
    Produttore esecutivo: Lorenzo Boccagni
    Riprese: Giuseppe Ghinami
    Coordinamento artistico: Ayhan Beghendi e Maurizia Giusti
    Montaggio: Laura Torre</i>

    <h3><b>Gli appuntamenti</b></h3>
    <h3><b>Trento, 8 maggio 2010</b></h3>
    <b>
    Ore 18.00, Cinema Vittoria (via Manci 54)</b>

    Coniugare natura e cultura intrecciando legami solidali. Questo il filo che viene tramato e ordito tra Italia, Messico e Guatemala, tessuto attraverso le parole dei protagonisti e le immagini dei loro
    territori. Un viaggio che parte dalle origini dell'ancestrale cultura maya per giungere alle odierne esperienze di economia solidale. Un incontro per celebrare insieme la giornata mondiale del commercio equo e solidale promossa dalla World Fair Trade organization, l'Organizzazione mondiale del commercio equo e solidale che rappresenta oltre 350 organizzazioni in oltre 70 paesi in Africa, Asia e America Latina, Europa, Nord America e Pacifico. Appuntamento alle . Proiezione in anteprima del documentario e incontro con <b>Syusy</b>, <b>Doña Victoriana Sinar Mactzul</b> (artigiana guatemalteca dell'organizzazione Aj Quen) e <b>Lorenzo Boccagni</b> (responsabile artigianato America Latina Unità cooperazione & parnership Consorzio Ctm altromercato).

    Il sito di Trento Film Festival 2010, che ospita l'evento:
    <u><a href="http://www.trentofestival.it/it/index.htm" target="_blank" rel="nofollow">http://www.trentofestival.it/it/index.htm</a></u>

    <h3><b>Bologna, 10 maggio 2010</b></h3>
    <b>
    Ore 18.45, Cinema Lumière (via Azzo Gardino 65)</b>

    Altromercato e la Cineteca di Bologna presentano <b>“Scambiamo il mondo”</b>: proiezione del documentario e a seguire incontro con Syusy, Doña Victoriana Sipac Mactzul e Lorenzo Boccagni. Aperitivo equo&solidale di saluto organizzato dalla coop ExAequo

    Il sito della Cineteca di Bologna: <a href="http://www.cinetecadibologna.it/" target="_blank" rel="nofollow">http://www.cinetecadibologna.it/</a>

    <h3><b>Roma, 23 maggio</b></h3>
    <b>Ore 15.00, Auditorium Parco della Musica (Viale Pietro de Coubertin 30)</b>

    La proiezione si tiene nell'ambito della<b> Settimana della Biodiversità</b> (18/23 maggio), indetta dall’organizzazione Bioversity International in collaborazione con il Comune di Roma per celebrare il 2010 Anno Mondiale della Biodiversità.

    Il sito dell'Auditorium: <a href="http://www.auditorium.com/eventi/4970757" target="_blank" rel="nofollow">http://www.auditorium.com/eventi/4970757</a>