1. 1: Weekend

    di , il 18/3/2010 09:58

    Negli anni Settanta gli hippie - zaino in spalla sulla via dell’Oriente - hanno scoperto questa piccola valle nascosta lungo la costa sud-occidentale della Turchia, vicino alla località balneare di Fethiye. Un paradiso naturale fra mare e montagne, abitato da una popolazione di farfalle appartenenti a una specie rarissima. Quarant’anni dopo, le farfalle sono ancora lì e anche la valle non è cambiata poi molto, grazie agli sforzi dei locali e degli aficionados, che hanno coinvolto nella loro battaglia per la tutela della “valle delle farfalle” giornali e movimenti ambientalisti. Oggi come allora, si arriva sbarcando da un piccolo caicco in partenza da Fethiye e si macchia mediterranea, conserva un aspetto selvaggio: ogni inizio estate, le tartarughe Caretta caretta tornano a deporre le loro uova. A Chora, alberghi e pensioni sono concentrati sulla collinetta che fronteggia la parte vecchia del paese, con vista sui vicoli e i mulini. Buon rapporto qualità/prezzo ha Francesco’s, ai limiti del paese, con camere doppie, triple e quadruple con bagno distribuite in tre edifici in stile cicladico, con belle terrazze sul mare (doppia da 25 euro a notte: www.francescos.net). Ampia scelta di camere anche nella baia di Milopotas, dove si trova il complesso Far Out Beach Club, con un camping (spazi per le tende, cabine di bamboo e bungalow), il Far Out Village Hotel: camere in muratura affacciate sul mare, con aria condizionata e bagno, e un’area con piscine e beach bar, cuore della movida sulla spiaggia (info: faroutclub.com). dorme in tenda o in piccoli bungalow di legno, mentre la cena è comunitaria, sotto le stelle: il costo a persona è di 35 lire turche al giorno, incluse prima colazione e cena. E niente prenotazioni: quando si arriva, un posto te lo trovano. Info sulla storia della valle e sulla piccola comunità che ci vive da marzo a ottobre: www.thebutterflyvalley. blogspot.com; oppure: www.butterflyvalley.azbuz.com/index.jsp

  2. Weekend & Viaggi
    , 18/3/2010 09:58
    Negli anni Settanta gli hippie - zaino in spalla sulla via dell’Oriente - hanno scoperto questa piccola valle nascosta lungo la costa sud-occidentale della Turchia, vicino alla località balneare di Fethiye. Un paradiso naturale fra mare e montagne, abitato da una popolazione di farfalle appartenenti a una <b>specie rarissima</b>. Quarant’anni dopo, le farfalle sono ancora lì e anche la valle non è cambiata poi molto, grazie agli sforzi dei locali e degli aficionados, che hanno coinvolto nella loro battaglia per la tutela della “<b>valle delle farfalle</b>” giornali e movimenti ambientalisti. Oggi come allora, si arriva sbarcando da un piccolo caicco in partenza da Fethiye e si macchia mediterranea, conserva un aspetto selvaggio: ogni inizio estate, le tartarughe Caretta caretta tornano a deporre le loro uova. A Chora, alberghi e pensioni sono concentrati sulla collinetta che fronteggia la parte vecchia del paese, con vista sui vicoli e i mulini. Buon rapporto qualità/prezzo ha Francesco’s, ai limiti del paese, con camere doppie, triple e quadruple con bagno distribuite in tre edifici in stile cicladico, con belle terrazze sul mare (doppia da 25 euro a notte: www.francescos.net). Ampia scelta di camere anche nella baia di Milopotas, dove si trova il complesso Far Out Beach Club, con un camping (spazi per le tende, cabine di bamboo e bungalow), il Far Out Village Hotel: camere in muratura affacciate sul mare, con aria condizionata e bagno, e un’area con piscine e beach bar, cuore della movida sulla spiaggia (info: faroutclub.com). dorme in tenda o in piccoli bungalow di legno, mentre la cena è comunitaria, sotto le stelle: il costo a persona è di 35 lire turche al giorno, incluse prima colazione e cena. E niente prenotazioni: quando si arriva, un posto te lo trovano. Info sulla storia della valle e sulla piccola comunità che ci vive da marzo a ottobre: www.thebutterflyvalley. blogspot.com; oppure: www.butterflyvalley.azbuz.com/index.jsp