1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 18/3/2010 09:58

    Jambo, siamo a raccontarvi la bellissima esperienza che ci ha visti passare una settimana in questa bellissima isola dal 03/11 febbraio 2010. Partenza da Malpensa con volo Eurofly, durata circa 8 ore senza scalo in Kenya accompagnato da cena , snack e proiezione di vari film. Ci accoglie il piccolo aeroporto di Zanzibar con la comica consegna delle valigie a mano e il sommario controllo del loro contenuto. Ad aspettarci i calorosi assistenti Veraclub che ci accompagnano per un viaggio di circa un'ora al villaggio. Veniamo accolti con il classico cocktail di benvenuto a base di latte di cocco e succhi analcolici di frutta, e dopo aver sbrigato le pratiche di soggiorno veniamo accompagnati agli alloggi ed invitati a presentarci al briefing. Le spaziose camere tipo bungalow arredate con gusto locale sono accoglienti pulite e dotate sia di ventilatore a soffitto che condizionatore. Facciamo un giro nel curato giardino del villaggio ricco di colori e ci portiamo alla spiaggia dove veniamo riaccolti simpaticamente da una delle caratteristiche di zanzibar i beach-boys che dovendo stare a distanza dagli ombrelloni ci “invitano” ad andare da loro per poterci illustrare le loro escursioni. Qui conosciamo Omar e il suo socio il Piccolo e via via a proporci l'artigianato locale Jonny Stecchino, Jaggua, Dolce & Gabbana, Lino Banfi il masai Paolino e altri. Dopo la tappa obbligata ci immergiamo con stupore nelle limpide, calde e colorate acque dell'Oceano Indiano. Nel corso della giornata conosciamo l'altro aspetto caratteristico delle maree che circa ogni 6 ore lasciano nudo il fondale permettendo di fare centinaia di metri a piedi verso la barriera corallina, per cui consigliamo le classiche scarpette perchè la fauna marina non manca. Al briefing inforativo conosciamo il resto dell'animazione capitanata dal simpatico Lucio, ci illustrano la vita del villaggio ci fanno conoscere il personale e le escursioni che ci è possibile fare con il tour operator e che sono assolutamente più care di quelle proposte alla spiaggia, ma ovviamente cercano di dissuaderci dal farle con i beach boys, inoltre avendo saputo del guasto al cavo che alimenta Zanzibar veniamo rassicurati sulla presenza della corrente elettrica al villaggio grazie ai generatori. Il resto della giornata la passiamo sdraiati alla spiaggia per riprenderci dal viaggio ad ammirare la bellezza della natura incontaminata di Zanzibar e a conoscere la gente locale. Giunto l'orario della cena notiamo con felicità che fra le numerose pietanze a buffet è presente anche il pesce, certo non aragoste e cicale che sono offerte a pagamento 40$ all'altro ristorante del villaggio ma pesce spada, tonno, calamari, polpi ecc. E assieme alla carne saranno presenti ad ogni pasto della settimana. Il giorno seguente e tanti altri momenti della settimana lo dedichiamo alle belle attività sportive proposte dall'animazione che organizza giornalmente vari tornei tenuti simpaticamente da Valentina, il mitico Pisolo(il nuovo Fiorello) ….................................con loro è possibile anche veleggiare , surfare e pagaiare gratuitamente. A riempire le giornate non mancano pure le ore a passeggiare lungo la spiaggia in compagnia dei masai, a vedere le decine di negozietti che ovviamente sarete invitati a guardare. Abbiamo anche scoperto che sulla spiaggia (andando a destra oltre il villaggio) c'è un ristorante locale di pesce fresco “la Villa” che promette 1kg di aragosta 1 di cicala e altro al prezzo di 25$ a persona, ma non abbiamo fatto in tempo a provarlo, è infatti necessaria la prenotazione il giorno prima affinchè si procurino il pesce fresco!Il ristorante è prettamente a buffet ma in due serate siamo stati serviti al tavolo con menu à la carte...un po' all'insegna del romanticismo...bello!

    Sabato pomeriggio partiamo alla volta di Stone Town e del tour delle spezie di cui Zanzibar è ricca accompagnati dal socio di Omar, il Piccolo che professionalmente ci illustra la vita sociale locale. Visitiamo l'orto foresta ci spiegano le varie spezie e i loro usi e ci regalano cappellini, cravatte, per l'uomo; anelli, ciondoli, borse e un simpatico contenitore per le spezie per le donne, il tutto realizzato incredibilmente con le foglie. L'escursione prevede poi la visita della capitale Stone Town e il giro per i mercati del pesce, della frutta e tra le vie a vedere le famose porte intagliate per concludere questa 'interessante giornata sorseggiando una bibita su una terrazza sul mare ad ammirare lo spettacolare tramomonto. L'indomani un po di sport, relax e shopping lungo la spiaggia in particolare da Rolex di Helena. Lunedi sveglia presto, alle 6 partenza con Omar per l'escursione dai delfini e alla foresta di scimmie. Dopo circa 1 ora e 15 minuti di pulmino arriviamo ad un paesino di pescatori dove, armati di pinne, maschera e boccaglio salpiamo a bordo di una barchetta che si dirige al largo per l'avvistamento dei delfini in mare aperto ma l'attesa è subito interrotta da Omar che vede un branco e “prontamente”ci portiamo al loro seguito. Per circa un'ora e mezza piroettiamo attorno a loro, cercando di assecondare i loro spostamenti e tuffandoci appena sono vicini alla barca ma l'acqua è molto profonda e scura e tra vari tentativi di “abbordaggio” solo uno di noi riesce quasi a toccarli, prima che si dileguino. Contenti ma un po' delusi per non aver potuto assaporare a pieno la magia di nuotare coi delfini ritorniamo a riva e proseguiamo la nostra escursione alla ricerca delle scimmie rosse di Zanzibar! Dopo circa 40 minuti di tragitto arriviamo al Parco Nazionale di Zanzibar dove è possibile vedere le Red Colubus, specie di scimmia presente solo a Zanzibar ed è fantastico poter ammirare nel suo habitat naturale queste fantastiche creature tanto simili all'uomo...caratterizzate da una schiena rossa e da ciuffi di pelo grigio che spuntano dietro la testa queste scimmiette ci hanno accolto nella loro foresta con curiosità e simpatia, si sono fatte accarezzare e uno dei cuccioli si è calato dalla pianta per poter venire a “studiarci” meglio, fino a venire in braccio per una coccola! Che spettacolo!E' proprio vero che a volte gli animali sanno essere più civili degli umani!! Questa giornata è stata molto bella ma non riuscivamo a rassegnarci all'idea di non aver nuotato coi delfini, così il giorno seguente ci siamo organizzato per andare, sempre in compagnia di Omar, a fare un escursione in barca all'isola di Mnemba, siamo partiti circa alle 8 del mattino con una barca direttamente dalla spiaggia del villaggio e dopo 45 minuti circa ci siamo trovato a galleggiare in acque così cristalline da togliere il fiato...questa piccola isoletta in cui sono immersi nella vegetazione solo 8 bungalows è privata e non è possibile scendere a terra però pagando una piccola tassa è possibile fare snorkling circa a 50/100 metri dalla spiaggia ed ammirare quei fondali ricchi di flora e fauna...miriadi di pesci colorati ci nuotavano a fianco e il capitano si è tuffato per farci vedere le stelle marine e il pesce palla! Quando siamo ritornati in barca per andare a fare un altra tappa di snorkling poco più avanti, dopo aver percorso poche centinaia di metri non potevamo credere ai nostri occhi....un branco di delfini stava venendo verso di noi!! e qui l'acqua era profonda solo 3-4 metri per cui era trasparentissima...appena ci sono stati vicini ci siamo tuffati ed abbiamo nuotato per alcuni metri sopra di loro mentre i delfini procedevano rasente il fondale e noi a pelo d'acqua...era un branco di 8 delfini, 5 grandi e tre piccoli e quando sono risaliti in superficie per prendere fiato eravamo a neanche 2 metri da loro ed è stata un'emozione unica!!! Questa vacanza ci ha regalato momenti davvero speciali ed indimenticabili e siamo rimasti piacevolmente colpiti anche dall'atmosfera di grande famiglia che si è creata con molti dei soggiornanti al Vera club nel nostro periodo, anche grazie all'animazione presente ma non invadente che ha allietato quasi tutte le serate con spettacoli e giochi.

    Salutiamo con affetto gli amici d'avventura Serena-Valerio-Gabriele-Pasquale-Oriana-Massimiliano i medici di Roma e l'animazione Veraclub.

    Manuel e Mary

  2. Manuel & Mary
    , 18/3/2010 09:58
    Jambo,
    siamo a raccontarvi la bellissima esperienza che ci ha visti passare una settimana in questa bellissima isola dal 03/11 febbraio 2010. Partenza da Malpensa con volo Eurofly, durata circa 8 ore senza scalo in Kenya accompagnato da cena , snack e proiezione di vari film.
    Ci accoglie il piccolo aeroporto di Zanzibar con la comica consegna delle valigie a mano e il sommario controllo del loro contenuto. Ad aspettarci i calorosi assistenti Veraclub che ci accompagnano per un viaggio di circa un'ora al villaggio. Veniamo accolti con il classico cocktail di benvenuto a base di latte di cocco e succhi analcolici di frutta, e dopo aver sbrigato le pratiche di soggiorno veniamo accompagnati agli alloggi ed invitati a presentarci al briefing. Le spaziose camere tipo bungalow arredate con gusto locale sono accoglienti pulite e dotate sia di ventilatore a soffitto che condizionatore.
    Facciamo un giro nel curato giardino del villaggio ricco di colori e
    ci portiamo alla spiaggia dove veniamo riaccolti simpaticamente da una delle caratteristiche di zanzibar i beach-boys che dovendo stare a distanza dagli ombrelloni ci “invitano” ad andare da loro per poterci illustrare le loro escursioni. Qui conosciamo Omar e il suo socio il Piccolo e via via a proporci l'artigianato locale Jonny
    Stecchino, Jaggua, Dolce & Gabbana, Lino Banfi il masai Paolino e altri. Dopo la tappa obbligata ci immergiamo con stupore nelle
    limpide, calde e colorate acque dell'Oceano Indiano. Nel corso della giornata conosciamo l'altro aspetto caratteristico delle maree che circa ogni 6 ore lasciano nudo il fondale permettendo di fare
    centinaia di metri a piedi verso la barriera corallina, per cui
    consigliamo le classiche scarpette perchè la fauna marina non manca.
    Al briefing inforativo conosciamo il resto dell'animazione capitanata dal simpatico Lucio, ci illustrano la vita del villaggio ci fanno conoscere il personale e le escursioni che ci è possibile fare con il tour operator e che sono assolutamente più care di quelle proposte alla spiaggia, ma ovviamente cercano di dissuaderci dal farle con i beach boys, inoltre avendo saputo del guasto al cavo che alimenta Zanzibar veniamo rassicurati sulla presenza della corrente elettrica al villaggio grazie ai generatori.
    Il resto della giornata la passiamo sdraiati alla spiaggia per riprenderci dal viaggio ad ammirare la bellezza della natura incontaminata di Zanzibar e a conoscere la gente locale. Giunto l'orario della cena notiamo con felicità che fra le numerose pietanze a buffet è presente anche il pesce, certo non aragoste e cicale che sono offerte a pagamento 40$ all'altro ristorante del villaggio ma pesce spada, tonno, calamari, polpi ecc. E assieme alla carne saranno presenti ad ogni pasto della settimana.
    Il giorno seguente e tanti altri momenti della settimana lo dedichiamo alle belle attività sportive proposte dall'animazione che organizza giornalmente vari tornei tenuti simpaticamente da Valentina, il mitico Pisolo(il nuovo Fiorello)
    ….................................con loro è possibile anche veleggiare , surfare e pagaiare gratuitamente. A riempire le giornate non mancano pure le ore a passeggiare lungo la spiaggia in compagnia dei masai, a vedere le decine di negozietti che ovviamente sarete invitati a guardare. Abbiamo anche scoperto che sulla spiaggia (andando a destra oltre il villaggio) c'è un ristorante locale di pesce fresco “la Villa” che promette 1kg di aragosta 1 di cicala e altro al prezzo di 25$ a persona, ma non abbiamo fatto in tempo a provarlo, è infatti necessaria la prenotazione il giorno prima affinchè si procurino il pesce fresco!Il ristorante è prettamente a buffet ma in due serate siamo stati serviti al tavolo con menu à la carte...un po' all'insegna del romanticismo...bello!

    Sabato pomeriggio partiamo alla volta di Stone Town e del tour delle spezie di cui Zanzibar è ricca accompagnati dal socio di Omar, il Piccolo che professionalmente ci illustra la vita sociale locale. Visitiamo l'orto foresta ci spiegano le varie spezie e i loro usi e ci regalano cappellini, cravatte, per l'uomo; anelli, ciondoli, borse e un simpatico contenitore per le spezie per le donne, il tutto realizzato incredibilmente con le foglie. L'escursione prevede poi la visita della capitale Stone Town e il giro per i mercati del pesce, della frutta e tra le vie a vedere le famose porte intagliate per concludere questa 'interessante giornata sorseggiando una bibita su una terrazza sul mare ad ammirare lo spettacolare tramomonto. L'indomani un po di sport, relax e shopping lungo la spiaggia in particolare da Rolex di Helena.
    Lunedi sveglia presto, alle 6 partenza con Omar per l'escursione dai delfini e alla foresta di scimmie. Dopo circa 1 ora e 15 minuti di pulmino arriviamo ad un paesino di pescatori dove, armati di pinne, maschera e boccaglio salpiamo a bordo di una barchetta che si dirige al largo per l'avvistamento dei delfini in mare aperto ma l'attesa è subito interrotta da Omar che vede un branco e “prontamente”ci portiamo al loro seguito. Per circa un'ora e mezza piroettiamo attorno a loro, cercando di assecondare i loro spostamenti e tuffandoci appena sono vicini alla barca ma l'acqua è molto profonda e scura e tra vari tentativi di “abbordaggio” solo uno di noi riesce quasi a toccarli, prima che si dileguino. Contenti ma un po' delusi per non aver potuto assaporare a pieno la magia di nuotare coi delfini ritorniamo a riva e proseguiamo la nostra escursione alla ricerca delle scimmie rosse di Zanzibar! Dopo circa 40 minuti di tragitto arriviamo al Parco Nazionale di Zanzibar dove è possibile vedere le Red Colubus, specie di scimmia presente solo a Zanzibar ed è fantastico poter ammirare nel suo habitat naturale queste fantastiche creature tanto simili all'uomo...caratterizzate da una schiena rossa e da ciuffi di pelo grigio che spuntano dietro la testa queste scimmiette ci hanno accolto nella loro foresta con curiosità e simpatia, si sono fatte accarezzare e uno dei cuccioli si è calato dalla pianta per poter venire a “studiarci” meglio, fino a venire in braccio per una coccola! Che spettacolo!E' proprio vero che a volte gli animali sanno essere più civili degli umani!! Questa giornata è
    stata molto bella ma non riuscivamo a rassegnarci all'idea di non
    aver nuotato coi delfini, così il giorno seguente ci siamo organizzato per andare, sempre in compagnia di Omar, a fare un
    escursione in barca all'isola di Mnemba, siamo partiti circa alle 8
    del mattino con una barca direttamente dalla spiaggia del villaggio e dopo 45 minuti circa ci siamo trovato a galleggiare in acque così
    cristalline da togliere il fiato...questa piccola isoletta in cui sono immersi nella vegetazione solo 8 bungalows è privata e non è possibile scendere a terra però pagando una piccola tassa è possibile fare snorkling circa a 50/100 metri dalla spiaggia ed
    ammirare quei fondali ricchi di flora e fauna...miriadi di pesci
    colorati ci nuotavano a fianco e il capitano si è tuffato per farci
    vedere le stelle marine e il pesce palla! Quando siamo ritornati in
    barca per andare a fare un altra tappa di snorkling poco più avanti,
    dopo aver percorso poche centinaia di metri non potevamo credere ai nostri occhi....un branco di delfini stava venendo verso di noi!! e qui l'acqua era profonda solo 3-4 metri per cui era
    trasparentissima...appena ci sono stati vicini ci siamo tuffati ed
    abbiamo nuotato per alcuni metri sopra di loro mentre i delfini
    procedevano rasente il fondale e noi a pelo d'acqua...era un branco di 8 delfini, 5 grandi e tre piccoli e quando sono risaliti in
    superficie per prendere fiato eravamo a neanche 2 metri da loro ed è stata un'emozione unica!!!
    Questa vacanza ci ha regalato momenti davvero speciali ed indimenticabili e siamo rimasti piacevolmente colpiti anche dall'atmosfera di grande famiglia che si è creata con molti dei soggiornanti al Vera club nel nostro periodo, anche grazie all'animazione presente ma non invadente che ha allietato quasi tutte le serate con spettacoli e giochi.

    Salutiamo con affetto gli amici d'avventura
    Serena-Valerio-Gabriele-Pasquale-Oriana-Massimiliano i medici di Roma e l'animazione Veraclub.

    Manuel e Mary