1. Diario di Viaggio Mongolia: Nelle steppe di gengis khan

    di , il 12/4/2001 00:00

    NELLE STEPPE DI GENGIS KHAN

    “Oceano di steppe desolate e deserti di venti,

    Foreste secolare e alte montagne innevate,

    La Mongolia si offre incontaminata all’occhio del viaggiatore

    Su questa terra di orrizonti senza confini,

    Il vento delle pianure si mescola col blu del cielo

    Per creare delle pitture impressionistiche

    Fuggitivo come la luce è il passaggio del cavaliere sulla pista,

    Effimera è la stabilità della iurta nel cuore della collina

    La Mongolia si merita... E lascia scoprire il suo splendore...

    Piano piano...passo dopo passo

    Secondo gli incontri e ...

  2. lunasiatica
    , 12/4/2001 00:00
    NELLE STEPPE DI GENGIS KHAN
    “Oceano di steppe desolate e deserti di venti,
    Foreste secolare e alte montagne innevate,
    La Mongolia si offre incontaminata all’occhio del viaggiatore
    Su questa terra di orrizonti senza confini,
    Il vento delle pianure si mescola col blu del cielo
    Per creare delle pitture impressionistiche
    Fuggitivo come la luce è il passaggio del cavaliere sulla pista,
    Effimera è la stabilità della iurta nel cuore della collina
    La Mongolia si merita... E lascia scoprire il suo splendore...
    Piano piano...passo dopo passo
    Secondo gli incontri e ...