1. Diario di Viaggio Venezuela: Destino Caracas

    di , il 10/6/2002 00:00

    Destino Caracas. Bizzarrie linguistiche: la voce dell'altoparlante all'aeroporto di Madrid identifica sorte e destinazione. Nove ore di volo, di noia, di nuvole. Fanno male le orecchie quando il verde scuro riempie gli oblò. E si comincia ad appiccicarsi ai vestiti quando in coda all'Italcambio bisogna attendere i comodi di un computer che fa le bizze. La lentezza dell'informatica sfianca più dei polverosi libroni contabili nelle banche di Jaipur.

    Mi giro e mi ritrovo questa faccia da venezuelano coi capelli neri a spazzola e i baffetti sottili ...

  2. Gabriele Nava
    , 10/6/2002 00:00
    Destino Caracas. Bizzarrie linguistiche: la voce dell'altoparlante all'aeroporto di Madrid identifica sorte e destinazione. Nove ore di volo, di noia, di nuvole. Fanno male le orecchie quando il verde scuro riempie gli oblò. E si comincia ad appiccicarsi ai vestiti quando in coda all'Italcambio bisogna attendere i comodi di un computer che fa le bizze. La lentezza dell'informatica sfianca più dei polverosi libroni contabili nelle banche di Jaipur.
    Mi giro e mi ritrovo questa faccia da venezuelano coi capelli neri a spazzola e i baffetti sottili ...