1. Diario di Viaggio Stati Uniti D'america: Tex willer, toro seduto, carta igienica e sorrisi

    di , il 3/9/2003 00:00

    Come un negativo, le mie pupille recano ancora impresse le immagini di strade infinite, dritte a perdersi nelle nuvole immerse in un cielo di un azzurro finto.

    Miglio dopo miglio (ore e ore senza incontrare case e macchine) Nevada, Wyoming, Utah, Colorado, Arizona si sono snodati senza pudore ai miei occhi, ai miei sensi, alla mia curiosità:Yellowstone (geysers, colori e... Un gigantesco incendio!!), Mesa Verde, Bryce Canyon (unbelievable!), Monument Valley, Cripple Creek, Zion Park, Denver, Golconda (!), Salt Lake City, il deserto salato, Navajoland, la danza dell'arcobaleno Hopi a ...

  2. raf999
    , 3/9/2003 00:00
    Come un negativo, le mie pupille recano ancora impresse le immagini di strade infinite, dritte a perdersi nelle nuvole immerse in un cielo di un azzurro finto.
    Miglio dopo miglio (ore e ore senza incontrare case e macchine) Nevada, Wyoming, Utah, Colorado, Arizona si sono snodati senza pudore ai miei occhi, ai miei sensi, alla mia curiosità:Yellowstone (geysers, colori e... Un gigantesco incendio!!), Mesa Verde, Bryce Canyon (unbelievable!), Monument Valley, Cripple Creek, Zion Park, Denver, Golconda (!), Salt Lake City, il deserto salato, Navajoland, la danza dell'arcobaleno Hopi a ...