1. Diario di Viaggio Italia: Penisola del Sinis (Sardegna)

    di , il 12/7/2004 00:00

    Luogo di rara bellezza, pervaso di natura e storia, dove respiri antichità dimenticate e profumi intensi di selvaggia bellezza.

    Il primo approccio con la sacralità del luogo, messo lì, come avamposto, è la chiesa millenaria di San Giovanni ( VI sec.): il colore giallo ocra delle imponenti pareti, la solidità manifesta, la penombra delle volte e l’umidità che accarezza la pelle rendono il luogo fortemente mistico proprio perché in contrasto con la luce accecante che ti trafigge appena si esce varcando il portale.

    E lì, all’aperto, quasi smarriti in ...

  2. Luisa Bosio
    , 12/7/2004 00:00
    Luogo di rara bellezza, pervaso di natura e storia, dove respiri antichità dimenticate e profumi intensi di selvaggia bellezza.
    Il primo approccio con la sacralità del luogo, messo lì, come avamposto, è la chiesa millenaria di San Giovanni ( VI sec.): il colore giallo ocra delle imponenti pareti, la solidità manifesta, la penombra delle volte e l’umidità che accarezza la pelle rendono il luogo fortemente mistico proprio perché in contrasto con la luce accecante che ti trafigge appena si esce varcando il portale.
    E lì, all’aperto, quasi smarriti in ...