1. Diario di Viaggio Polonia: La Polonia dalla parte dei Polacchi

    di , il 11/10/2004 00:00

    Sei e trenta del mattino di una non troppo afosa domenica di agosto. Seduti sulle nostre valigie, aspettiamo nel piazzale antistante la fermata della metropolitana cercando di immaginare a cosa andiamo incontro. Di quella piacevole frenesia che, dicono, assalga i viaggiatori negli istanti immediatamente precedenti la partenza, neanche l’ombra.

    E un motivo c’è. Abbiamo deciso di andare a Cracovia, Polonia… e fin qui niente di strano. L’originalità sta nel modo. Non l’aereo perché il mio compagno di viaggio ne ha una fifa matta; non il treno ...

  2. EMegliounubriaconefamoso Cheunalcolistaanonimo
    , 28/1/2011 01:07
    @torero:
    E strano io sono cresciuto in italia ma ho un genitore polacco e posso dire di averci passato un bel pò di tempo, mai vista una spudacchiera forse se a un polacco chiedi cosa e neanche ti sa rispondere... Per quanto riguarda il bide e vero non molti lo hanno anche perche le case popolari del periodo sovietico erano fatte al millimetro, pero devo dire che si fanno la doccia anche più volte al giorno e anzi pensano di noi italiani che siamo un popolo poco pulito la maggior parte della gente io la trovo molto educata anzi non so forse nelle zone di campagna e diverso,mai sentito qualcuno mangiare la zuppa con il risucchio ne smocciolare per terra al fine di pulirs il naso. Sicuramente e un paese più povero e i vecchi sono quello che sono però su molte cose che scrivi io non mi ci ritrovo non so in che posti sei stato e che gente hai frequentato...
  3. torero
    , 29/6/2010 16:51
    Conosco la Polonia ed i polacchi come le mie tasche. Posso iniziare dicendo che i polacchi sono sicuramente cordiali con gli stranieri ma tra di loro si odiano. Non esiste un polacco che non si lamenta del suo paese e dei suoi connazzionali. Ripeto quello che scriverò in queste righe è pura verità, non voglio prendere in giro questa nazione ma dopo circa 20 anni che viene frequentata da me e dai miei colleghi è solo una serie di anomalie riscontrate in questo paese.
    Se vi fate amico un polacco,lui per voi darebbe la propria vita per l'amicizia. Le polacche a differenza delle Italiane non sono molto facili da abbordare,quando sentite qualche amico che si vanta di essere andato in Polonia ed averne fatte di cotte e di crude non credeteci,è praticamente impossibile,non che io sia brutto,anzi, ma in quel paese non si usa uscire e passare la nottata con una ragazza,chi vuol farlo fà delle enormi figuracce e viene preso per pervertito. Le polacche sono state create per fare le mamme. Torniamo ai polacchi,a differenza degli Italiani che escono per conquistare o per passeggiare,loro se escono lo fanno solo per ubriacarsi,è molto difficile uscire con loro senza bere alcool.L'uomo in questo paese è rimasto al tempo medioevale,si vestono per coprirsi,non vogliono sapere cosa voglia dire educazione,anzi, quando gli si fà presente di qualche comportamento sbagliato,spesso tirano su le spalle e ridono da buffoni sputacchiando per terra (in qualsiasi marciapiede ed anche in molti negozi è facilissimo trovare sputacchiate per terra,qui si usa e chi non lo fà non è un uomo), non esiste un uomo che ha un fazzoletto in tasca,quando devono soffiare il naso o ingoiano tirando su,oppure tappando prima una narice e poi l'altra soffiano per terra. Se siete invitati a bere qualche cosa,sappiate che il conto è vostro,la tirchieria è di casa qui,infatti in tutti i locali, prima si paga e poi si viene serviti per evitare che alla fine non paga nessuno. I tovaglioli sono un optional in tutti i locali,di solito ci sono dei veli di carta dura tanto per abbellire,il polacco non usa tovaglioli ma le mani per pulirsi e poi subito sui pantaloni. Non amano bere acqua perchè gli ricorda il periodo del comunismo che non c'era altro,ma nelle loro tavole troverete tanti succhi di frutta e bevande dolcissime particolarmente schifose,più sono colorate e più gli sembrano buone. Sempre nelle loro tavole troverete delle patate (che loro ne vanno fierissimi) lessate e buttate su un grosso piatto,il tutto cosparso di finocchietto selvatico. Il finocchietto selvatico viene usato in tutti i piatti polacchi,infatti ogni piatto ha questo sapore e alla fine nausea. Ketchup e maionese li troverete prima dell'acqua, vengono inseriti in tutti i cibi,pizze comprese (uno schifo) perchè a sentire loro sono troppo secchi questi cibi per i palati. Le zuppe vengono consumate a qualsiasi ora con risucchi spesso da parte di tutti,sembra di stare allo zoo quando mangiano. Gli orari per mangiare non esistono,quando hai fame mangi, infatti in tutti i negozi anche di vestiti troverete le commesse che senza dare molto peso mangiano mentre servono anche zuppe,i negozi profumano tutti di finocchietto selvatico e ketchup. Anche le donne non usano tovaglioli,e succhiano dopo aver mangiato le dita. l motivo per il quale i polacchi fanno figure ogni volta che escono dal loro paese è uno solo, il loro motto è " cosa mi importa,tanto quando mai questo posto lo rivedrai o questa persona" e con questa frase in testa urlano sputano e arieggiano dal sedere dove si trovano. I nonni non si lavano,ma qui un po' tutti,il bide' non esiste e quando vanno al bagno si puliscono solo con la carta,non si lava nessuno in quelle parti intime,lo fanno quando si fanno la doccia. Ritornando ai nonni risparmiano l'acqua in una grossa scodella,dove anche per 2 giorni si laveranno con la stessa acqua,dopo di chè verrà utilizzata per far scendere gli escrementi di due giorni dal Water,in questa maniera si è risparmiato anche lo sciacquone. Come pro però posso dire che è una popolazione molto di cuore,c'è solo da non far caso a questo elenco,fate finta di essere ritornati indietro nel medioevo,e vi farete delle belle risate. Tutto quello che ho scritto è pura realtà e solo chi è stato per lugo tempo potrà confermare quanto ho detto. Io mi sono abituato a loro e non mi infastidisce più questo,mi porto una bottiglietta di acqua ed un tovagliolo quando sono invitato a mangiare a casa loro e poi faccio solo attenzione a dove metto i piedi. In Italia abbiamo sicuramente altri problemi,le persone sono drasticamente cambiate in peggio,non esiste più la stretta di mano e la sincerità che un tempo regnava nel nostro paese. Ecco in Polonia questo esiste ancora,è molto difficile che un polacco sia in ritardo o che non rispetti un patto (anche fatto con una stretta di mano) e su questo c'è da lodarli,sono molto diffidenti (e fanno bene) di noi Italiani perchè siamo ritardatari e la maggior parte truffatori. Purtroppo questi encomi li abbiamo ottenuti grazie a qualcuno dei nostri che ci ha rovinato la reputazione non solo in questo paese. Un saluto e alla prossima
  4. aliseo1
    , 11/10/2004 00:00
    Sei e trenta del mattino di una non troppo afosa domenica di agosto. Seduti sulle nostre valigie, aspettiamo nel piazzale antistante la fermata della metropolitana cercando di immaginare a cosa andiamo incontro. Di quella piacevole frenesia che, dicono, assalga i viaggiatori negli istanti immediatamente precedenti la partenza, neanche l’ombra.
    E un motivo c’è. Abbiamo deciso di andare a Cracovia, Polonia… e fin qui niente di strano. L’originalità sta nel modo. Non l’aereo perché il mio compagno di viaggio ne ha una fifa matta; non il treno ...