1. Diario di Viaggio Cambogia: Giungla di pietra

    di , il 24/2/2005 00:00

    Nel cuore di tenebra della Cambogia ho scoperto Angkor, inno solitario alla spiritualita' khmer.

    Giungla, bassorilievi, statue, acque stagnanti, umidita', guerra, fiori di loto in un mondo dove tutto ondeggia nel disfacimento di una grandiosa e millenaria vegetazione tropicale.Enormi pietre disperse in un territorio vastissimo di solitudine e abbandono. Trecento templi costruiti nell'arco di trecento anni, appuntamento onirico e sconvolgente ritorno alle origini. Radici invadono enormi statue di pietra in mezzo a pappagalli multicolori, un viaggio che attraversa una storia che si lascia alle spalle una dolorosa Via ...

  2. tittyeroby
    , 24/2/2005 00:00
    Nel cuore di tenebra della Cambogia ho scoperto Angkor, inno solitario alla spiritualita' khmer.
    Giungla, bassorilievi, statue, acque stagnanti, umidita', guerra, fiori di loto in un mondo dove tutto ondeggia nel disfacimento di una grandiosa e millenaria vegetazione tropicale.Enormi pietre disperse in un territorio vastissimo di solitudine e abbandono. Trecento templi costruiti nell'arco di trecento anni, appuntamento onirico e sconvolgente ritorno alle origini. Radici invadono enormi statue di pietra in mezzo a pappagalli multicolori, un viaggio che attraversa una storia che si lascia alle spalle una dolorosa Via ...