1. Diario di Viaggio Spagna: Barcellona e la Casa Batllò

    di , il 28/4/2005 00:00

    Barcellona è forse, principalmente, Gaudì ed il modernismo. Il grande architetto catalano, nativo di Rues e morto nel 1926, identifica certamente meglio di qualsiasi altro questa bellissima città spagnola adagiata sulle rive del Mediterraneo.

    L’immensa Sagrata Famiglia con le sue guglie altissime, la Casa Milà, un’onda di pietra, il Parco Guel con il ben augurante e coloratissimo Geco, ma principalmente, la casa Ballò.

    Situata sulla bella ed ampia Passeig de Gracia al civico 43, nel mezzo dell’Eixample, il quartiere modernista, e facilmente raggiungibile con metro (fermate di ...

  2. maucav
    , 28/4/2005 00:00
    Barcellona è forse, principalmente, Gaudì ed il modernismo. Il grande architetto catalano, nativo di Rues e morto nel 1926, identifica certamente meglio di qualsiasi altro questa bellissima città spagnola adagiata sulle rive del Mediterraneo.
    L’immensa Sagrata Famiglia con le sue guglie altissime, la Casa Milà, un’onda di pietra, il Parco Guel con il ben augurante e coloratissimo Geco, ma principalmente, la casa Ballò.
    Situata sulla bella ed ampia Passeig de Gracia al civico 43, nel mezzo dell’Eixample, il quartiere modernista, e facilmente raggiungibile con metro (fermate di ...