1. Diario di Viaggio Sri Lanka: Nel paradiso perduto

    di , il 23/2/2006 00:00

    Arriviamo a Colombo di prima mattina, all'aeroporto ci attende Bala che sarà ns guida ed autista del mini van prenotato via internet.Corsa in città per sottoscrivere il contratto e fare un giro per la capitale,non prima di aver avvertito la ns Ambasciata del ns arrivo ed itinerario di viaggio.La città si rivela molto caotica e poco interessante.In serata,raggiungiamo Negombo dove pernottiamo in un grazioso alberghetto e ceniamo,in un vicino ristorantino,con dell'ottimo pesce bevendo "arrak" e "ginger beer" binomio che accompagnerà tutte ...

  2. gian luigi
    , 16/1/2012 17:57
    Ho avuto modo di conoscere ed essere accompaganto da un autista della Voyager Tour ( dove lavora il Bandara tanto sponsorizzato in questo racconto) e vi posso assicurare che ho il tempo lo ha cambiato parecchio o chi ha scritto questa racconto ha preso un abbaglio tremendo.
    La loro finta gentilezza è solo proporzionale alla quantità di denaro che riescono a sottrarti. A noi ha fatto pagare un prezzo piuttosto alto adducendo alle solite scuse dell'alta stagione e del fatto che c'era compreso anche il vitto e l'alloggio dell'autista ma in realtà abbiamo scoperto che non era così.
    Venivamo puntualemnte portati in alberghi da lui conosciuti che prontamente aumentavano il prezzo per farci pagare anche il costo del driver e spesso anche per dargli una percentuale.
    Così gesthouse da 2000 rupie diventavano improvvisamente molto più care, fino a 6000 rupie !!!
    Ovviamente non faceva la cresta solo su quello ma su tutto compresa la spesa di poche banane comprate da un poveraccio sulla strada. Colto sul fatto e rimproverato a dovere a continuato a raccontarci palle per 3 giorni fino a che non abbiamo pensato di licenziarlo e organizzarci in altro modo.
    Dai racconti di altri conosciuti in sri lanka ho capito che il nostro non era un caso isolato ! Quindi a chi scrive che è un popolo gentile, educato e sincero rispondo.......vi hanno fregato sicuramente.
    PS non ho avuto questo tipo di problema ma a due turiste delle tre che ho conosciuto in sri lanka sono stati fatti da gente del posto pesanti palpeggiamenti al limite della violenza. Attenzione a viaggiare sole !!
  3. Michele Magro
    , 23/2/2006 00:00
    Arriviamo a Colombo di prima mattina, all'aeroporto ci attende Bala che sarà ns guida ed autista del mini van prenotato via internet.Corsa in città per sottoscrivere il contratto e fare un giro per la capitale,non prima di aver avvertito la ns Ambasciata del ns arrivo ed itinerario di viaggio.La città si rivela molto caotica e poco interessante.In serata,raggiungiamo Negombo dove pernottiamo in un grazioso alberghetto e ceniamo,in un vicino ristorantino,con dell'ottimo pesce bevendo "arrak" e "ginger beer" binomio che accompagnerà tutte ...