1. Assicurazioni di viaggio

    di , il 25/7/2006 19:47

    "Turista fai da te" non significa "Turista improvvisato"

    Anzi, sono soprattutto i viaggiatori che non si appoggiano a tour operator o agenzie ad avere bisogno di qualche tutela a copertura dei rischi.

    Avete mai stipulato un'assicurazione di viaggio? Che parametri e che opzioni avete scelto? Come vi siete trovati?

    Parliamone in questo forum

  2. utente_deiscritto_10
    , 14/8/2006 20:09
    Enrica, queste domande dovresti porle direttamente alla compagnia di assicurazioni, perchè molto varia anche in funzione del tipo di contratto e del Paese.
  3. Enrica G.
    , 13/8/2006 11:27
    Ciao
    Volevo fare una domanda: nel caso in cui mi trovassi in un paese al di fuori dell'Europa e mi succedesse qualcosa di grave tipo un ricovero in una clinica per un periodo non breve etc.. se io dispongo di una buona assicurazione come funziona? Allerto l'assicurazione e poi loro anticipano il pagamento della clinica per me oppure devo anticipare io e una volta tornata l'assicurazione mi rimborsa? In questo ultimo caso, se io dovessi anticipare una grossa cifra, che in quel momento non credo proprio di poter reperire come ci si dive muovere?
    Grazie
  4. Kube70
    , 9/8/2006 13:09
    Grazie Robin!

    Ho visto che la Romania purtroppo non ha ancora gli accordi con il ministero della sanità Italiana, per cui sono costretto a stipulare un'assicurazione!!!
  5. Robin
    , 8/8/2006 11:01
    Ciao Kube, dai un'occhiata a questo al sito della regione lombardia.

    http://www.sanita.regione.lombardia.it/e111/index.asp?id=e111

    Secondo me sei coperto dal servizio sanitario nazionale. Infatti, nel link che ti ho indicato, si parla del certificato sostitutivo per chi non ha la tessera, ma ovviamente dovrebbe valere anche per chi ha la tessera (una volta c'era il Mod. 111).

    L'assicurazione è sempre una cosa in più ..... ma, secondo me, non è indispensabile.

    Buon viaggio!
  6. Kube70
    , 7/8/2006 15:22
    Il prox 19 agosto andrò nell'europa dell'est, per la precisione Repubblica Ceca, Ungheria e Romania.
    Mi sapete dire se devo fare qualche documento all'ASL o se sia meglio stipulare una assicurazione sugli infortuni??

    Grazie
  7. gcolnaghi
    , 4/8/2006 14:58
    Speed, dai un'occhiata qui, troerai notizie utili:

    http://www.edt.it/lonelyplanet/microguide/text/101/
  8. Speed
    , 4/8/2006 11:46
    Ciao a tutti! il 19 agosto partirò per stare un mese in Thailandia... si, lo so che sono in ritardo pazzesco, forse, perdonate la mia incoscienza e passate oltre, se vi è possibile! :) Inutile chiedere info sull'affidabilità dell'assicurazione proposta da Viaggi Sicuri, visto il suo spazio all'interno del sito... anche il preventivo è veramente buono rispetto ad altre cose che ho trovato online.
    La mia domanda è questa : nessuna vaccinazione è consigliata (in alcuni siti "consigliano" la sola profilassi antimalarica per chi va al nord). Considerando che il mio itinerario dovrebbe essere pressappoco questo : Bangkok, Ayuthaya, Lopburi, Kanchanaburi, Sangkhlaburi,Sukhothai, Chiang Mai, Krabi, Railay e poi una tra Ko Pha-ngan, Ko Samui e Ko Tao.
    In tema di sicurezza sanitaria, oltre all'infortunistica generale, cosa dovrei fare?
    E' sufficiente affidarmi solo al settore assicurativo oppure devo integrare in qualche modo con l'assistenza sanitaria Italiana.
    Spero di non essere troppo fuori tema e vi ringrazio anticpatamente per ogni suggerimento possiate/vogliate darmi!
    un saluto a tutti!
    Stefano
  9. patpat133
    , 3/8/2006 09:09
    Devi verificare con la tua carta di credito, leggi le condizioni generali. La mia carta Visa ( straniera) le copre.
  10. MISSY-GI
    , 3/8/2006 08:55
    Salve tra poco pertiro' per Hurgada e l'assicurazione con la quale mi sono "tutelata" è quella del tour operetur , di solito come sono?
  11. onepupa
    , 2/8/2006 22:40
    Pat Pat, vuoi dire che io che ho pagato il biglietto aereo con la carta di credito sono coperta per le spese sanitarie?
  12. ILFEDE
    , 2/8/2006 16:55
    Aaah, ma allora...corro alla ASL !!!
    Grazie per i consigli e buon viaggio anche a te !!!
    Ciao Federico
  13. ciciode
    , 2/8/2006 14:11
    Ciao fede anch'io vado in australia in quel periodo!!!

    comunque per l'assistenza sanitaria esiste una convenzione tra l'italia e l'Australia che fa in modo di riconoscere l'iscrizione al nostro SSN (servizio Sanitario Nazionale).
    Ti basta andare presso la tua AUSL di appartenenza dire che vai in Australia, ti rilasceranno una certificazione con i tuoi dati (porta il libretto sanitario) ed un foglio con le modalità d'uso in Australia.

    Io comunque ad integrare il tutto ho fatto un apolizza con Europeassistance e con i massimali bassi x un mese ho pagato 80€, e la fai on-line....

    buona vacanza......
  14. ILFEDE
    , 1/8/2006 16:24
    Ciao a tutti !!
    Mi presento perchè sono nuovo!
    Mi chiamo Federico e devo andare in Australia per 20 giorni tra settemre ed ottobre; volevo sapere se è vero che c'è una convenzione Italia - Australia per cui basta il tesserino sanitario (http://www.australiaitalia.it/articoli.asp?Action=Liv_2&Id=267) oppure è meglio premunirsi con una buona polizza !?
    Nel caso avete qualche consiglio ???
    Grazie a tutti
    Ciao Ciao
    ILF
  15. davide
    , 29/7/2006 15:47
    Di solito mi assicuro con Elvia o Europassistance, col pacchetto base comprendente Assistenza sanitaria, Bagaglio e Spese mediche (massimali bassi).

    Soltanto una volta la polizza mi è veramente servita, quando sono stato a Singapore e ho sbattuto violentemente per terra il mio gomito sinistro (senza romperlo, miracolo!). Ho pagato le varie spese mediche e radiografiche e al ritorno in Italia ovviamente me le sono fatte rimborsare.

    Ogni tanto mi chiedo: se qualcuno mi avesse investito con la macchina come avrei fatto a pagarmi le spese mediche, dato che sono ancora studente, dotato solo di privo di carta di debito a scalare e dall'importo modesto? Mi avrebbero lasciato fuori dall'ospedale?! Confido nella buona sorte...

    Quanto ad assicurazioni per l'annullamento del volo, io non ne faccio. Premessa: compro biglietti sempre e solo online, nei siti delle compagnie o nei soliti Expedia, Edreams, ecc.
    Anziché acquistarli a tariffa scontata (quindi aventi un sacco e mezzo di penali), io mi prendo quelli a tariffa leggermente superiore che, malgrado in caso di cancellazione da parte mia si tengano mediamente 150 Euro rispetto alla tariffa totale, almeno non si fregano tutto (e per uno che paga di solito 1000 euro significa che se qualcosa va storto ne riavrà di sicuro 850).
  16. estar
    , 29/7/2006 14:29
    patpat133
    No, nn l'ho ricevuta e nn sapevo fosse cambiata la normativa.
    Grazie, mi informero' in merito :-)