1. Posta : L'emergenza-rifiuti

    di , il 15/1/2008 11:52

    Spettabile Redazione,

    Sono iscritta su questo sito da quasi un anno: pubblico i miei racconti che spero possano essere utili a qualcuno; leggo i racconti degli altri, per carpirne notizie, informazioni ed emozioni che solo il popolo di viaggiatori iscritti a questo ineguagliabile sito può offrire; spulcio con interesse i forum delle varie guide per caso, abili e sempre disponibili; insomma sono “dipendente” da voi e non c’è giorno in cui non vi dedichi attenzione. Stamattina ho letto il sondaggio relativo all’emergenza rifiuti e volevo dire la mia che, in Campania, ci vivo. Le immagini che la televisione mostra impietosa a tutta l’Italia e non solo, si riferiscono solo alla provincia di Napoli e non al centro storico, patrimonio dell’umanità ed unica meta dei turisti, quindi io non rinuncerei ad un viaggio nella mia regione, come pur vedo che la percentuale maggiore del sondaggio ha risposto. Ma vorrei aggiungere che questo ci amareggia ancora di più: io faccio parte di quella numerosa, e purtroppo dimenticata troppe volte, schiera di cittadini onesti, che non crede che il disordine di Napoli faccia parte del suo folklore, ma vorrebbe più ordine e civiltà. La colpa dell’emergenza, come degli altri problemi di cui questa città soffre, non è di noi onesti lavoratori, come sento dire da troppo tempo!Ad esempio, noi vogliamo la raccolta differenziata, ma non siamo sorretti dalle istituzioni locali e, purtroppo, restiamo soli a lottare contro i mulini a vento.

    Grazie dell’attenzione,ripeto siete per me “ineguagliabili”!!!

    Roberta

  2. maiko
    , 15/1/2008 11:52
    Spettabile Redazione,
    sono iscritta su questo sito da quasi un anno: pubblico i miei racconti che spero possano essere utili a qualcuno; leggo i racconti degli altri, per carpirne notizie, informazioni ed emozioni che solo il popolo di viaggiatori iscritti a questo ineguagliabile sito può offrire; spulcio con interesse i forum delle varie guide per caso, abili e sempre disponibili; insomma sono “dipendente” da voi e non c’è giorno in cui non vi dedichi attenzione. Stamattina ho letto il sondaggio relativo all’emergenza rifiuti e volevo dire la mia che, in Campania, ci vivo. Le immagini che la televisione mostra impietosa a tutta l’Italia e non solo, si riferiscono solo alla provincia di Napoli e non al centro storico, patrimonio dell’umanità ed unica meta dei turisti, quindi io non rinuncerei ad un viaggio nella mia regione, come pur vedo che la percentuale maggiore del sondaggio ha risposto. Ma vorrei aggiungere che questo ci amareggia ancora di più: io faccio parte di quella numerosa, e purtroppo dimenticata troppe volte, schiera di cittadini onesti, che non crede che il disordine di Napoli faccia parte del suo folklore, ma vorrebbe più ordine e civiltà. La colpa dell’emergenza, come degli altri problemi di cui questa città soffre, non è di noi onesti lavoratori, come sento dire da troppo tempo!Ad esempio, noi vogliamo la raccolta differenziata, ma non siamo sorretti dalle istituzioni locali e, purtroppo, restiamo soli a lottare contro i mulini a vento.
    Grazie dell’attenzione,ripeto siete per me “ineguagliabili”!!!
    Roberta