1. Diario di Viaggio Corea Del Nord: Le sorprese della corea del nord

    di , il 23/7/2008 14:40

    Già all’arrivo all’aeroporto di Pyongyang la prima sorpresa: i temuti controlli doganali non si rivelano poi così fiscali e i militari si prodigano con cortesia ad aiutare i visitatori nella compilazione dei moduli; i cellulari come già preavvisato vengono effettivamente trattenuti e restituiti al ritorno, ma per ciò che concerne macchine fotografiche, cineprese, videocamere, anche professionali, non appaiono esserci particolari problemi. Durante il tour ci capita di vedere varie comitive (australiane, sudcoreane, di Singapore, ecc.,) fornite di tutto punto in tal senso. Quello della cortesia e della disponibilità ...

  2. c3821437@drdrb.com
    , 5/1/2014 01:00
    Confessioni drammatiche, ma non nuove. Negli ultimi anni, infatti, molti sopravvissuti ai campi di prigionia nordcoreani come Shin e Jee hanno confessato storie simili in numerosi convegni convocati da organizzazioni per la tutela dei diritti umani.

    Il fatto insolito, questa volta, è stato il pubblico presente ad ascoltare le testimonianze: un'autentica commissione d'inchiesta Onu, istituita proprio per indagare sulle accuse di violazioni dei diritti umani formulate nei confronti del regime di Pyongyang.

    Costituita da tre membri, il suo mandato durerà per un anno e avrà il compito di valutare anche possibili crimini commessi contro l'umanità. In totale verranno ascoltati trenta ex detenuti di Pyongyang. Il secondo round di audizioni si aprirà in Giappone.

    «Vogliamo contribuire ad aumentare la consapevolezza internazionale sulle condizioni presenti nel Paese, a causa delle continue opposizioni mostrate dal governo a farci entrare nel suo territorio», ha spiegato Michael Donald Kirby, presidente della commissione.
  3. c3821437@drdrb.com
    , 5/1/2014 00:59
    Sito penoso che non ha un moderatore che controlli il buon gusto dei viaggi proposti.
  4. c3821437@drdrb.com
    , 5/1/2014 00:57
    Al panel di esperti ha raccontato di donne vendute ai trafficanti di essere umani in Cina durante la forte carestia degli anni '90, ha parlato di ragazze costrette ad abortire dalle percosse delle guardie carcerarie. Non potrà mai dimenticare quella giovane, «obbligata ad annegare il suo bambino, dopo il parto».
  5. c3821437@drdrb.com
    , 5/1/2014 00:55
    Il suo primo ricordo, all'età di soli 5 anni, è l'esecuzione pubblica di alcuni detenuti in un campo di prigionia nordcoreano. Shin Dong Hyuk, oggi 31enne, è un ex detenuto del regime di Pyongyang, riuscito a fuggire nel 2005, insieme ad altri, dalle violenze e dagli abusi commessi nelle carceri del Paese asiatico.

    Durante la sua reclusione ha visto una bambina di 7 anni bastonata a morte per aver rubato un paio di chicchi di grano. Ha visto prigionieri talmente affamati da trovare la forza di mangiare topi vivi
  6. c3821437@drdrb.com
    , 5/1/2014 00:54
    Nord Corea, gli orrori all'Onu
    Madri costrette ad annegare i propri neonati. Bambini a cui mozzavano le dita. Contadini così affamati da nutrirsi di topi vivi. Davanti alle Nazioni Unite, i racconti di chi è fuggito dal Paese di Kim Jong-un: quello che piace tanto al nostro Razzi
  7. c3821437@drdrb.com
    , 5/1/2014 00:36
    La notizia potrebbe – se non rivelasse la tragedia che si consuma dietro di essa – destare un riso incontenibile. Il pianista nord-coreano Kim Cheol Woong ha dichiarato – in un recente concerto a Seul – di essere stato perseguitato per anni, tanto da essere fuggito prima in Cina e poi nella Corea del Sud, dal regime di Pyongyang per la grave, imperdonabile colpa di….aver suonato jazz! E per di più solo in una stanza.
  8. c3821437@drdrb.com
    , 5/1/2014 00:34
    Secondo Human Rights Watch e Amnesty International, il livello di rispetto dei diritti umani è uno dei più bassi al mondo[5][6].
  9. c3821437@drdrb.com
    , 5/1/2014 00:31
    Il giovane dittatore nordcoreano Kim Jong Un avrebbe preteso una orribile sentenza capitale nei confronti di suo zio, Jang Song-Thaek, che era stato arrestato all'inizio di dicembre con l'accusa di tradimento.

    Secondo fonti locali, non ancora confermate da comunciati ufficiali, l'uomo sarebbe stato mandato a morte in una gabbia con 120 cani randagi affamati che lo avrebbero sbranato vivo.

    L'esecuzione capitale è stata eseguita lo scorso 12 dicembre.

    La notizia è riportata da svariati media internazionali, dalla statunitense Nbc al britannico Daily Mail
  10. alienab
    , 23/7/2008 14:40
    Già all’arrivo all’aeroporto di Pyongyang la prima sorpresa: i temuti controlli doganali non si rivelano poi così fiscali e i militari si prodigano con cortesia ad aiutare i visitatori nella compilazione dei moduli; i cellulari come già preavvisato vengono effettivamente trattenuti e restituiti al ritorno, ma per ciò che concerne macchine fotografiche, cineprese, videocamere, anche professionali, non appaiono esserci particolari problemi. Durante il tour ci capita di vedere varie comitive (australiane, sudcoreane, di Singapore, ecc.,) fornite di tutto punto in tal senso. Quello della cortesia e della disponibilità ...