1. Diario di Viaggio Italia: Sardegna - Penisola del Sinis

    di , il 27/8/2008 12:53

    Meta: Penisola del Sinis – Sardegna. Dov’è? Ve lo chiederanno tutti, e voi dovrete esserne ben contenti che non lo sappiano, dato che proprio perché è poco conosciuta ha conservato ancora un aspetto selvaggio e intenso, fuori dagli assediamenti turistici e dai paesini tutti uguali!

    Si trova all’altezza di Oristano, costa occidentale, quasi esattamente a metà!

    Noi siamo partiti con il traghetto da Genova venerdì 18 luglio, siamo sbarcati a Porto Torres e da lì in circa 1 ora e mezza siamo arrivati a Cabras, base per i nostri ...

  2. gpm
    , 16/8/2010 14:59
    Ciao! Sono un crabarissu (trad. dal sardo "abitante di cabras") indigeno. Complimenti per il tuo viaggio dalle mie parti. Il tuo diario rende veramente giustizia e ti ringrazio per aver sottolineato che la bellezza della mia terra dipende dal suo essere selvaggio e poco sfruttato dall'uomo. sei un esempio da portare a quegli amministratori che vorrebbero far colare cemento dappertutto per "favorire il turismo" dicono loro. Visitatori come te sono sempre i benvenuti!
  3. Capretto
    , 27/8/2008 12:53
    Meta: Penisola del Sinis – Sardegna. Dov’è? Ve lo chiederanno tutti, e voi dovrete esserne ben contenti che non lo sappiano, dato che proprio perché è poco conosciuta ha conservato ancora un aspetto selvaggio e intenso, fuori dagli assediamenti turistici e dai paesini tutti uguali!
    Si trova all’altezza di Oristano, costa occidentale, quasi esattamente a metà!
    Noi siamo partiti con il traghetto da Genova venerdì 18 luglio, siamo sbarcati a Porto Torres e da lì in circa 1 ora e mezza siamo arrivati a Cabras, base per i nostri ...