1. Diario di Viaggio Marocco: A natale niente vento a Essaouira!

    di , il 14/1/2009 15:20

    Traccio velocemente un diario anche se quello che mi è rimasto impresso è abbastanza difficile da scrivere.

    E’ il colore del cielo di Essaouira, sono le sue dune fino al mare cavalcate dai cammelli che si riflettono sulla battigia, è la calca della gente nel souq, è il ciarlare delle donne all’hammam, è il frastuono della sera in piazza Djemmaa el -Fna, è l’abbandono degli antichi fasti del palazzo della Bahia, è la scompostezza di poveri corpi sui cigli delle strade , è la carità chiesta fin dalle prime ...

  2. giobest
    , 14/1/2009 15:20
    Traccio velocemente un diario anche se quello che mi è rimasto impresso è abbastanza difficile da scrivere.
    E’ il colore del cielo di Essaouira, sono le sue dune fino al mare cavalcate dai cammelli che si riflettono sulla battigia, è la calca della gente nel souq, è il ciarlare delle donne all’hammam, è il frastuono della sera in piazza Djemmaa el -Fna, è l’abbandono degli antichi fasti del palazzo della Bahia, è la scompostezza di poveri corpi sui cigli delle strade , è la carità chiesta fin dalle prime ...