1. Diario di Viaggio Germania: E’ difficile descrivere berlino, non la si afferra

    di , il 30/3/2009 15:19

    “e’ difficile descrivere berlino, non la si afferra” v. Šklovskij

    Il russo Viktor Šklovskij, giunto in esilio a Berlino nei primi anni del Novecento, avverte un senso di estraneità. Egli ha vissuto da straniero a Berlino, alla ricerca di una comunità russa lontana dalla “Grande Madre Russia”. Dopo più di un secolo dalla testimonianza di un letterato che da Berlino è fuggito, dopo decenni di trasformazioni profonde, distruzioni e ricostruzioni alle quali la città è stata sottoposta, il turista che si affaccia sulla capitale della popolosa Germania continua ad avvertire ...

  2. irenedelio
    , 30/3/2009 15:19
    “e’ difficile descrivere berlino,
    non la si afferra”
    v. Šklovskij

    Il russo Viktor Šklovskij, giunto in esilio a Berlino nei primi anni del Novecento, avverte un senso di estraneità. Egli ha vissuto da straniero a Berlino, alla ricerca di una comunità russa lontana dalla “Grande Madre Russia”.
    Dopo più di un secolo dalla testimonianza di un letterato che da Berlino è fuggito, dopo decenni di trasformazioni profonde, distruzioni e ricostruzioni alle quali la città è stata sottoposta, il turista che si affaccia sulla capitale della popolosa Germania continua ad avvertire ...