Formentera, sei giorni tra spiagge caraibiche e movida

La vacanza ideale per coniugare spiagge caraibiche e divertimento

  • di m.niselli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

ORGANIZZAZIONE

Per andare a Formentera, contrariamente a quanto facciamo di solito ovvero organizzare i viaggi in modo capillare, ci siamo affidati per la prima volta alle cure di un’amica che ci ha consigliato un pacchetto last minute.

Prenotato il martedì, la domenica eravamo in aereo.

Prezzo iniziale della vacanze: 1450 € per ciascuno; prezzo finale 950 € a testa per una settimana in un albergo che offriva la mezza pensione (niente male!!!, grazie alle ragazze di MES77 http://mes77.it/index.html).

Il viaggio per arrivare a Formentera è parecchio lungo: noi siamo partiti da Bologna, destinazione Ibiza (a Formentera non c’è l’aeroporto) con un volo charter Alitalia: nel nostro caso si poteva decollare anche da Verona (partenza ore 6 della mattina!), Bergamo, Milano. Il viaggio (door to door) è durato quasi 9 ore in tutto (2 h di aereo, 45 minuti di aliscafo da Ibiza a Formentera, più due trasferimenti in pullman). Sembra un po’ il viaggio della speranza se si considera che le Baleari sono molto vicine all’Italia!

HOTEL

Abbiamo pernottato all'Hostal Maysi (*), una soluzione davvero ottimale per chi vuole godersi il mare, la tranquillità e al contempo fare un po' di festa.

L'hotel è situato al km 11 della spiaggia di Migjorn e la posizione è invidiabile, a due passi da una spiaggia stupenda di Es Arenals, famosa per la sua acqua cristallina. Consigliamo di fare il bagno di mattina presto perchè la spiaggia è deserta e l'acqua magnifica.

Le camere sono essenziali, arredamento un po' retrò ma non manca nulla e soprattutto sono molto pulite. Aree comuni carine, ristorante con cucina semplice e "internazionale", non ci sono specialità del luogo ma quello che si mangia è buono e abbondante; ottimo il buffet di insalata presente tutte le sere. A buffet anche la colazione. Molto curata l'area piscina con tanto di divanetti e cuscini: la stessa piscina si trasforma in una vera e propria discoteca all'aperto tre volte alla settimana (martedì, giovedì e domenica), al pari degli altri locali sulla spiaggia (vicinissimo all'hostal, sulla stessa spiaggia, ci sono il Flipper, il Piratabus, il 10.7, il Blue Beach; a due minuti di motorino Amore Iodio). L'ingresso alla festa è gratuito per gli ospiti dell'hotel (non male considerati i costi di Formentera!).

Pregio/difetto: l’hostal è un po' distante dal caos di Es Pujols. Per raggiungere la cittadina ci vogliono 10 minuti di motorino. E’ comunque fattibilissimo.

Se volete stare tranquilli, lontani dal caos assordante dei motorini, è il posto ideale.

Wi-fi solo nelle aree comuni vicino alla reception.

SCOOTER

E' il mezzo di locomozione di Formentera: l'isola è lunga una ventina di chilometri circa e lo scooter è di sicuro il mezzo che permette di muoversi in estrema libertà e senza problemi di parcheggio.

Evitate se potete il parcheggio selvaggio (su marciapiedi, rotonde etc etc). Ad alcuni nostri amici è stato rimosso il motorino (con conseguente multa di 70 €).

Consigliamo il noleggio online tramite il sito http://www.motorentpujols.com/es/index.php. Potete richiedere la consegna del mezzo presso il vostro hotel ed è più economico che noleggiarlo in loco.

SPIAGGE

Platja de Illetes: si raggiunge entrando all'interno del Parco delle Saline (4 euro per gli scooter, 8 per le auto). Per raggiungerla parcheggiate al primo spiazzo che trovate subito dopo il bivio che porta al Tanga. La spiaggia è bianca, l'acqua è cristallina ed è impossibile resistere alla tentazione di un bagno. A nuoto è possibile raggiungere i piccoli isolotti di fronte alla spiaggia. Camminando verso nord si incontra la postazione del bagnino e un piccolo capanno: da qui è possibile raggiungere l'isola di Espalmador con un catamarano (20 €, il prezzo più conveniente). Il bar di riferimento è il Pirata (molto molto caro: 12 € un'insalata, 3.50 € un calippo!)

Es Trucadors: si raggiunge entrando all'interno del Parco delle Saline, parcheggiando nell'ultimo parcheggio. E' meno frequentata di Illetes ma ugualmente bella. La spiaggia è completamente sabbiosa e c'è abbastanza spazio per tutti anche ad Agosto. Si trova su una lingua di terra larga non più di 50 metri: in pochi passi è possibile raggiungere la riva opposta (Llevant), scogliosa e solitamente più ventosa. Vale la pena fare una lunga camminata fino alla punta della penisola, da dove si può vedere (e raggiungere) l'isola di Espalmador. I bagnini che si trovano alla fine della penisola vietano di passare a piedi il tratto di mare che la divide da Espalmador ma abbiamo visto molti farlo ugualmente

  • 31485 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social