Bambina per un giorno a Rovaniemi

E’ passato quasi un anno da questo viaggio, più che un viaggio per me è stato l’avverarsi di un sogno, erano almeno 10 anni che volevo andare in Lapponia da Babbo Natale e finalmente dopo essermelo fatto scappare l’anno prima, ...

  • di Sandra78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

E’ passato quasi un anno da questo viaggio, più che un viaggio per me è stato l’avverarsi di un sogno, erano almeno 10 anni che volevo andare in Lapponia da Babbo Natale e finalmente dopo essermelo fatto scappare l’anno prima, per gli alti costi di viaggio, lo scorso anno mi sono messa in cerca sulle strade di internet e a metà settembre sono riuscita a trovare un paio di voli che ci hanno fatto risparmiare molto, volo + hotel soli € 750,00 circa a coppia, 3 gg a Rovaniemi + 2 gg a Helsinki dal 04 al 08 gennaio, insomma mica male per essere in Finlandia nel periodo natalizio, ma in compenso siamo partiti alle 07.55 da Bergamo per arrivare a Rovaniemi alle 18.30, un po’ lungo come viaggio ma economicamente vantaggioso.

In questo viaggio mi sono trascinata dietro mio marito Leandro, che dopo anni di stress da parte mia mi ha accontentata, e i nostri compagni di “sventura/avventura” ormai da diversi anni, mia cugina Elena e il suo ragazzo Andrea. Nessuno dei tre era molto convinti dalla meta ma evidentemente il mio entusiasmo li ha trascinati, infatti anche loro alla fine del viaggio sono stati piacevolmente sorpresi dalla bellezza dei posti che abbiamo visitato e da Babbo Natale naturalmente! Partenza il 04 Gennaio 2007 dall’aeroporto di Oral Serio-Bergamo volo alle 7,55 Bergamo-Helsinki via Berlino-Tegel con la Air-Berlin e poi Helsinki-Rovaniemi con la BLU1. Per essere a Bergamo alle 6,55 (1 ora prima) visto che noi abitiamo a Pisa abbiamo fatto il viaggio di notte partendo alle 01,00 circa perché non si sa mai, se avessimo trovato un intoppa addio viaggio. Questa partenza però ci ha messi a dura prova (oltre tutto io e mio marito avevamo lavorato) perché la stanchezza era tanta e il viaggio lungo, non tanto per le ore di aereo ma per le ore trascorse in aeroporto ad aspettare le coincidenze.

Comunque sia il volo è andato bene, mi hanno sorpreso i controlli al Chek-in a Berlino-Tegel, fiscalissimi, invece Helsinki fortunatamente per la nostra lunga attesa, ha un grande aeroporto pieno di negozi e noi per passare il tempo lo abbiamo girato in lungo e in largo per poi finire stanchissimi sulle poltrone davanti all’imbarco per Rovaniemi a riposarci un po’ ma non troppo perché appena il tempo di chiudere gli occhi e sentire una voce finlandese/inglese chiamare “I signori Elena e Andrea Peschini ” subito ho pensato che fosse solo un sogno, più che altro un’incubo, invece no, era realtà, sono stati chiamati per un controllo delle valigie! Fortunatamente niente di grave, avevano messo 4 accendini nella valigia che andavano in stiva e questo ha incuriosito i controlli, così alla fine non abbiamo dormito ma ci siamo fatti delle belle risate.

E finalmente dopo tanta attesa si parte, ore 17,35 parte il volo della BLU1 direzione ROVANIEMI 1 ora e 15 minuti circa di volo e atterriamo sulla neve! dopo giorni passati a guardare la webcam per vedere se c’era neve la mia preoccupazione principale era quella di vederla con i miei occhi...E c’era, stava pure nevicando, sembra strano ma proprio l’anno in cui ci noi decidiamo di andare a Rovaniemi manca la neve! Bellissimo scendere dall’aereo mentre nevica, la scritta ROVANIEMI illuminata davanti ai miei occhi e io bloccata sulla pista a bocca aperta a guardare, a realizzare dove mi trovavo, se non mi portavano via ero sempre li, l’aeroporto veramente bello, pieno di addobbi natalizi, non mi sono nemmeno resa conto che erano già arrivate le valigie, ero una bambina di 5 anni persa nei suoi pensieri...E poi via in cerca di un taxi per arrivare all’hotel, avevamo prenotato al City Hotel e direi che ci siamo trovati bene, molto centrale, ben pulito e con un buon servizio. In taxi durante il trasporto all’hotel, i miei compagni di viaggio erano preoccupati per la velocità e la tranquillità con cui il taxista andava per la strada innevata, ma loro naturalmente sono abituati a guidare sulla neve, ci vanno perfino con la bici, io comunque non ci facevo caso più di tanto, ero affascinata da quel posto, dagli alberi, dalla neve e da tutto ciò che mi circondava

  • 4594 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social