Tutto su Rovaniemi

Tutto nasce nella primavera passata quando ho letto il racconto di dunebuggy ( che ringrazio) e rimango affascinato dal suo viaggio a Rovaniemi.Dopo aver cercato la miglior soluzione low cost possibile , coinvolgo 3 miei amici nell’avventura ( anche se ...

  • di La Redazione
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Tutto nasce nella primavera passata quando ho letto il racconto di dunebuggy ( che ringrazio) e rimango affascinato dal suo viaggio a Rovaniemi.Dopo aver cercato la miglior soluzione low cost possibile , coinvolgo 3 miei amici nell’avventura ( anche se all’ultimo ci sara’ un cambiamento che poi citero’).Ma inizio con il presentarvi i miei compagni di viaggio:

ELENA alias TIREXINA , economa nel lavoro ma anche nella vita visto che ci ha “gestito” nel portafogli

DANIELE alias PITONE SOLITARIO in quanto in confronto a lui il verme solitario avrebbe mangiato di meno

PEDALE alias L’UomoCheDormiva ComeICavalli in quanto come lo mettevi , dormiva.

NANDO LOW COST alias il sottoscritto

PRIMO GIORNO ROMA-BERLINO TEGEL

Arriviamo puntuali all’appuntamento al check in, il volo e’ alle 8,40 e voliamo con AIRBERLIN ( volo roma-berlino tegel- Helsinki a/r 100 euro tasse incluse ).Superati i soliti passaggi ai controlli, ci imbarchiamo e noto che il volo e’ operato con la FLY DBA, poco importa , fondamentale e’ arrivare a destinazione.Si decolla puntuali e nel frattempo PEDALE CHE FA...DORME!!

ELENA fa una immersione facciale nel suo cuscino pure lei per addormentarsi mentre DANIELE forse si stara’ gia’ domandando cosa ci offriranno...Effettivamente a decollo effettuato ci danno un panino e bevanda che se non altro ci blocca la fame per un po’...L’aereo e’ quasi pieno, ed oltre a tedeschi , gli altri sono italiani e spagnoli.Atterriamo in orario, e’ la prima volta che arrivo a BERLINO-TEGEL e vedo che si trova praticamente molto vicino al centro citta’.

Ritirati i bagagli ( in 15 minuti..Che noi ce lo sognamo a Roma) facciamo subito il biglietto per gruppi ( 14,60 euro, massimo credo per 5 persone, si viaggia su zona A+B sino alle 3 del mattino successivo).Come sistemazione avevo optato per il mio ostello preferito, il GENERATOR HOSTEL www.Generatorhostels.Com , 21 euro a persona in camera doppia con bagno e colazione compresa. Per arrivarci da TEGEL si prende il bus 109 sino alla fermata Metro JAKOB-KAISER-PLATZ , poi la Metro U2 e scendere a JUNGFERNHEIDE, cambiare e prendere il RING S-BAHN 41 e scendere a LANDSBERGER ALLEE, usciti si ha l’ostello alle spalle.Dopo aver sistemato i bagagli, subito senza mezzi termini optiamo per andare a mangiare.La scelta cade su

SCHWEINSKE CHARLOTTENBURG , un posto molto carino che gia’ conoscevo

Www.B-schweinske.De per arrivarci si prende la U-BAHN e si scende con la U2 a ERNST REUTER PLATZ .Si mangia molto bene e con . 13 euro a persona ci scappa filetto, contorno birra e dolce .Visto che ELENA e DANIELE non hanno mai visto Berlino, decidiamo di fare un mini-giro per mostrare un po’ la citta’.Andiamo subito al SonyCenter e immediatamente veniamo colpiti da una montagna artificiale ghiacciata costruita ad hoc per fare delle discese con camere d’aria tipo quelle dei camion ..Ovviamente ci andiamo! Discesa da brivido...5 secondi e 1,5 euro in meno!! Breve giro nei paraggi , dove nel frattempo DANIELE si fa una “ pomiciata” con un palo stradale visto che non si era accorto della sua presenza.Dopo essersi accertati con varie prove psico-gastro-attitudinali che nulla fosse compromesso del suo stato ( tipo se riusciva ancora a distinguere una salsiccia da un hamburger) ci immergiamo nella fitta rete della metro berlinese.

..Ora..Capisco che berlino sono 2 citta’ ( tanto che quando domandavamo a dei tedeschi molti avevano la fotocopia delle linee metro in tasca ), ma metteteci pure che stanno facendo anche dei lavori con navette varie ed eccoci che dopo un po sembravamo 4 topi da fogna visto il tempo passato piu’ nei sotterranei che in superficie.Finalmente riusciamo ad arrivare alla Porta di Brandeburgo.Foto e riprese di rito, poi vista la stanchezza che scende torniamo in ostello e decidiamo di cenare dal kebabbaro vicino al Generator, e’ aperto 24h e con 6 euro a persona ci scappa mezzo pollo per uno, contorno e birra.( per la cronaca, birra 0,5l 1,80 euro).Breve escursione al bar per un amaro, 2 chiacchiere e tutti a nanna.

SECONDO GIORNO BERLINO TEGEL-HELSINKI

Al risveglio subito mi becco le lamentele del PEDALE che dice di non aver potuto dormire visto che io russavo !! ( io invece credo che lui ha sognato che io russavo vista la sua incapacita’ di rimanere sveglio!!). Comunque ci ritroviamo in sala colazione con ELENA e DANIELE ed anche se parliamo sempre di un ostello, la colazione non e’ male.DANIELE sveglia il Pitone che c’e’ in lui ed inizia la performance...Ed a sentire ELENA non ha mai mangiato cosi’ tanto...Sara’ il cambio d’aria forse ?!?!?

Prendiamo i bagagli, facciamo un biglietto singolo ( 2,10 euro a persona) che ci permette di tornare a TEGEL e prendere il volo per la capitale finlandese.

Il tragitto e’ breve e PEDALE CHE FA...DORME !! Nessuna fila al ckeck-in, ci svuotano delle bottigliette di acqua che avevamo dimenticato nello zaino e attendiamo il nostro volo seduti nella sala...Intanto PEDALE CHE ...( fate voi...)

Questa volta si vola con AirBerlin, aereo molto bello ed anche questo quasi del tutto pieno.Mentre ELENA si plasma sul finestrino a mo’ di gego per dormire , ci offrono doppio tramezzino e bevanda per un volo di circa 2 ore.A DANIELE brillano gli occhi e gia’ pensa cosa ci sara’ dentro i tramezzini...E PEDALE CHE FA..SI SVEGLIA visto che pure lui si deve nutrire !

Arriviamo puntuali ad HELSINKI, temperatura sui 7 gradi gradevole.

Visto che dovevamo passare la notte in aeroporto in attesa del volo successivo per Rovaniemi che sarebbe stato alle 5,30 del mattino, cerchiamo un posto dove lasciare il bagaglio.Vicino ai terminal troviamo i box-luggage e consapevoli di fare cosa graditissima a TIREXINA riusciamo a mettere 4 valige in 2 soli box per la cifra di 8 euro totali ( tempo di permanenza max 24 h ).Vista l’ora fattasi ( 15:30) andiamo a farci un giro per Helsinki citta’.Io e PEDALE gia’ la conoscevamo e non e’ che ci abbia fatto impazzire particolarmente, ma era inutile stare in aeroporto.Prendiamo l’autobus 615 dalla piattaforma 2 ( 3,60 euro il biglietto a persona e si acquista dall’autista). Dopo circa 25-30 minuti siamo in centro, ce lo ricordavamo bene, niente di spettacolare ma fare un giro valeva la pena.Foto , piccole riprese e poi visti i prezzi dei ristoranti ( credo che se i camerieri avessero servito con i passamontagna tipo rapina nessuno avrebbe obiettato ) puntiamo su un MAC DONALD’S ( grrrrrr..Li odio, ma per qualche giorno potevo resistere).Pure qui i” finlandesi ” si difendono bene: un hamburger con segatura color manzo, patatine che facevano rafting nell’olio, coca cola stura-lavandini a 7,50 euro...Ma il gelatino finale a solo 1 euro ( o forse era stucco per piastrelle???).Torniamo in aeroporto per affrontare la nottata ( altri 3,20 euro a persona con il 615 ).

Andiamo al TERMINAL 2 dove ci sono i voli domestici e notiamo al piano superiore, accanto al bar che pero’ e’ chiuso, 2 bei divani doppi che alla sola vista a PEDALE sembrava fosse apparsa FATIMA visto che gia’ ci si vedeva sopra a contare le renne per dormire !!

Ne prendiamo possesso “ sfrattando” con gli occhi un cicciotello uomo d’affari finlandese che avendo intuito le nostre intenzioni e molto simpaticamente scende al piano di sotto.

ELENA si tuffa sul divano e si copre col suo piumino cosi lungo che non si capisce dove e’ la testa e dove le gambe, DANIELE ( SANTO SUBITO!!) cerca di fare da cuscino umano alla sua donna ma vista la sua lunghezza sembra piu’ un pitone arrotolato su se stesso.Nel frattempo quella volpe del PEDALE , su segnalazione di DANIELE, era andato dentro la sala delle preghiere dell’aeroporto, ambiente silenzioso, caldo e soprattutto ottimo per dormire.Poi ci raccontera’ che mentre dormiva sulla sedia all’interno della sala ( credo di aver visto solo 2 persone in vita mia dormire sulle sedie..PEDALE e mio nonno !!) un gentile poliziotto lo ha “ pregato” di uscire visto che la sala era chiusa..Quindi anche per lui pernottamento su DIVANI&DIVANI !!

Io riesco a dormicchiare a intervalli, li sopra si sta bene, non fa per niente freddo..Ogni tanto si sente qualche voce dai piani inferiori e per curiosita’ mi affaccio..Sembrava un OSTELLO !!!

Molta gente in attesa del nostro stesso volo bivaccava li’..C’erano bambini che correvano ( parliamo che sono le 3,30 del mattino), gente che legge, altri che si sono fatti letti provvisori con le valige che neanche L’IKEA avrebbe fatto di meglio.

TERZO GIORNO HELSINKI-ROVANIEMI

Sara’ che manca poco al check in, sara’ che il pitone si e’ svegliato prima di lui, vedo che DANIELE si alza ed inizia a fare l’appello sulle sue ossa che ha lasciato in posizione non proprio EMINFLEX sul divano...Alle 4 apparecchiamo la tavola del bar ancora chiuso e ci facciamo la nostra colazione a base di panini, biscotti e succo d’arancia acquistati al supermercato di Helsinki.Devo dire che in 5 minuti sbrighiamo la pratica check in con la BLUE 1 che ci portera’ alla tanto attesa Rovaniemi ( biglietto Helsinki-rovaniemi 75 euro a/r a persona tax incluse).

Il decollo e’ alle 5,30 del mattino, aereo quasi pieno e non ci offrono nulla, ma va bene cosi’e mentre io gia’ mi immagino il paesaggio PEDALE CHE FA...DORME !!

Dopo circa 1h e 15’ minuti di volo arriviamo a Rovaniemi.In 5 minuti dico 5 minuti arrivano le nostre valige, mi affaccio fuori e quello che avevamo gia’ sospettato ci risultera’ vero..Non c’e’ neve!!!Mi giro per controllare se puta caso avevamo sbagliato VOLO ma la foto di Babbo Natale in “ chiara” lingua lappone con tanto di renna ci conferma che siamo a Rovaniemi.Certo che se i casini meteo continuano di questo passo rischieremo che Babbo Natale il prossimo anno lo vedremo a Cuba in costume da bagno e mojito in mano.Fuori c’e’ uno shutlle bus che per 5 euro a persona fa il giro degli hotel dove avete riservato e vi lascia davanti.Il centro dista 6 km ed in 10 minuti siamo in hotel.Si chiama OPPIPOIKA, www.Santasport.Fi centralissimo e l’ho riservato direttamente per e-mail( prenotazione fatta a maggio ).Stanza grande( ca 40 mq totali) con 5 letti separati, divisi da una porta comunicante , 1bagno , 25 euro a persona inclusa colazione, internet gratis nella hall..Fate attenzione se risevate di chiedere il pernottamento all’hotel OPPIPOIKA e non al Santa Sport Institute, che e’ sempre una loro struttura ma si trova sulla collina OUNASVAARA , dista 2 km dal centro citta’ ed e’ vicina agli impianti sportivi.

Dato per scontato che la camera non fosse pronta vista l’ora di arrivo, decidiamo di puntare subito al SANTA CLAUSS VILLAGE per andare a visitare uno dei 2 motivi del mio viaggio, BABBO NATALE ed il safari con gli husky.Prendiamo l’autobus numero 8 che passa a ca 300 mt dall’hotel ( uno ogni ora, questo il link degli orari www.Pikakuljetus.Com ).Facciamo i biglietti sul bus direttamente a/r , 5,80 euro a persona e PEDALE CHE FA...DORME !! L’autobus ci ferma direttamente al villaggio, sveglio il PUPO che dorme accanto a me e scendiamo...E’ buio e la scena appare un po’ surreale...Poca gente, luci non proprio da scenografia natalizia.Entriamo e subito notiamo la miriade di gadgets molto particolari, che se non ti dai una regolata rischi di consumare la POSTEPAY per le troppe strisciate.Subito ci dirigiamo verso la casa di Babbo Natale, abbiamo solo 3 persone davanti a noi ( ci arrivate da soli di che nazionalita’ sono???..Hanno 3 macchinette fotografiche in mano e si fanno foto tra loro...FATE VOI..)Ci accoglie inizialmente un elfo che fa da portiere , ci fa entrare tutti e 4 insieme e vedo il mito di tanti miei sogni infantili..SANTA CLAUSS !! Premessa: ai miei co-viaggiatori quando dissi loro che volevo fare la foto con Babbo Natale, sono stato deriso...Beh,..Erano emozionati pure loro .

L’ambiente e’ essenziale, ma il gioco di colori e luci mi piace con la classica musica di Jingle bells da sottofondo.Vanno prima ELENA e DANIELE insieme per la foto ( di certo su consiglio di TIREXINA per risparmiare sul prezzo della foto).Poi e’ il mio turno ed il fanciullo che e’ in me si risveglia ( ..O forse non si e’ mai addormentato.. Boh..).Mi siedo accanto e gli do’ subito il mio pensierino che ho portato dall’Italia, una bottiglia di vino che pare abbia apprezzato alla vista...Come e’ cambiato il mondo..Io che porto il regalo a BABBO NATALE e lui che si fa pagare per una foto .

Fatto sta che scambiamo qualche parola in italiano e mi chiede cosa volessi da questo natale ( potevo chiedergli secondo voi LA FOTO GRATIS come regalo ???).Mi fanno la foto, la vedo sul televisore fronte a me e noto che avevo un maglione rosso che sembravo il seguito del vestito di BABBO NATALE.Ci salutiamo ed aspetto che faccia altrettanto PEDALE...Il fotografo riesce al immortalarlo prima che chiuda gli occhi e non certo per il flash !Entriamo nell’altra sala dove con 23 euro a foto ci prendiamo la foto e compriamo alcuni gadgets.Cosa originale che se riempi un modulo indicando il destinatario, con 6 euro ti spediscono loro la lettera firmata da BABBO NATALE e con il timbro ufficiale , spedire invece una semplice cartolina e francobollo non costa meno di 1,85 euro.Tanto per cambiare la fame inizia a farsi sentire e ci dirigiamo verso una tenda tipica lappone dove esce un bel profumino di salmone...Entriamo e per 12 euro a persona ci mangiamo un divin pezzo di salmone ciascuno, fatto alla brace, accompagnato da insalata tipo russa, una birra e pane.Accanto a noi una coppia di ragazzi giapponesi ( ma va???) che hanno ordinato un salmone in 2...Solo che la donna mangiava la polpa ...E il ragazzo mangiava solo la pelle del pesce !! ..Mi veniva voglia di dargli una noce di cocco e poi vedere se avrebbero fatto lo stesso!!Altro giro a fare shopping e poi soddisfatti riprendiamo il bus 8 e ce ne torniamo il hotel.Prendiamo la stanza, pisolino meritato ed al risveglio subito i primi problemi:PEDALE si lamenta che non e’ riuscito a dormire perche’ arriva aria fredda dal bocchettone dell’aria e fa rumore. Effettivamente e’ cosi’ ma sara’ che io ai rumori non ci faccio caso piu’ di tanto che lo avevo gia’ “ assorbito”. Mi assento un attimo e quando riapro la porta vedo scene da ACEA PRONTO INTERVENTO !PEDALE che aveva messo un asciugamano attaccato ad una stampella ed appeso al bocchettone dell’aria in modo tale che chissa’ per quale processo fisico ed ingegneristico doveva convogliare l’aria fredda sulla porta del bagno e non in direzione del suo letto.Nell’altra stanza vedo DANIELE che aveva smontato la grata dell’aria ( non voglio pensare che lo abbia fatto per vedere se conduceva alle cucine in caso di insonnia del pitone solitario) e riempiva le fessure con plastica per bloccare il getto.Effettivamente aveva funzionato anche se il rumore persisteva.Scendiamo in hotel per mangiare visto che non ci andava troppo di uscire .L’hotel e’ una scuola per cuochi e sia a pranzo che a cena preparano per i clienti.Ci buttiamo su un menu’ a 18 euro ed ovviamente , su consiglio di TIREXINA, puntiamo sull’acqua visto che e’ gratis , anche perche’ tra vino o birra prezzo degni di BULGARI..Ci serve una ragazza finlandese che sembra Olivia di Braccio di Ferro e ci accoglie subito con un “ Buonasera, cosa vi posso offrre? “Parla un buon italiano, ci spiega che ha studiato 2 mesi a Roma in una scuola per cuochi ed ovviamente innamorata della citta’.Ci serve in modo grazioso, cibo per altro buono e ne usciamo soddisfatti.Accanto a noi un gruppo di ragazzi francesi che scopriamo ospiti dell’hotel insieme ad altre nazionalita’ in vista delle gare di sky-jumping ma annullate per mancanza di neve.Si mangia un po’ alla svelta visto che alle 22 chiudono il ristorante ed anche la reception ma con il tesserino della stanza dopo le 22 si puo’ entrare da un altro ingresso ..Facciamo presente del problema dell’aria e senza troppe storie ci danno una stanza doppia con bagno assicurandoci che il giorno seguente avrebbero sistemato il tutto.Nel frattempo la SAFARTICA info@safartica.Com agenzia dove avevamo prenotato i safari ci comunica che ovviamente il programma era annullato in attesa di neve...E siamo all’inizio del polo nord.Breve giretto per l’unica via che e’ poi il centro e tutti a nanna.

QUARTO GIORNO ROVANIEMI PARCO ZOO RANUA

Sconsiglio i miei compagni di andare a visitare l’ARTIKUM, visto che altri hanno fatto con me e quindi andiamo diretti al parco di RANUA, una 80ina di km a sud di Rovaniemi per visitare l’orso polare ed altri animali tipici.Prendiamo l’autobus dalla stazione centrale che e’ a ca. 15 minuti a piedi dall’hotel.(Informatevi degli orari prima di andare anche perche’ non passano spesso e rischiate di dividere la nottata con l’orso polare).Il nostrio e’ alle 11 e ci impiega 1h e 20’ per arrivare.Il biglietto costa 23,80 euro a persona a/r se lo fate insieme, altrimenti 13,20 euro a tratta .

Ci accomodiamo in fondo al pulmann fatto a mo’ di salottino , molto comodo , soprattutto per il PEDALE CHE..., va beh oramai e’ scontato.

L’autobus ci ferma direttamente davanti il parco, acquistiamo i biglietti per entrare ( 9 euro a persona).Non c’e’ molta, gente, se e’ per questo manca pure la neve!! Iniziamo il percorso obbligato e scorrono davanti ai nostri occhi animali impensabili da vedere nel nostro paese.Molte specie di uccelli, gufi,renne, ma il top ovviamente rimane l’orso bruno.Con me avevo portato un po’ di mele, avendo letto che l’orso e’ particolarmente attratto dall’odore. Ci sono 2 orsi femmina in una grande fossa ed il maschio in un’altra grande attigua e separata.Fa impressione come il maschio, in assenza di neve ma con fondo ghiacciato, con la sua enorme mole quando cammina spacca le enormi lastre di ghiaccio, altro evidente segno dell’innalzamento delle temperature.Oddio, avevo le mani quasi congelate per fare le riprese visto che i suoi -4 gradi al momento li faceva, ma valeva la pena togliersi i guanti.Inizio a buttare qualche mela e subito si avvicinano e ovviamente se le spolpano, ma questo ci facilita per fare riprese e foto.In tutto il parco saremmo stati credo max 20 persone.In 2 h-2h e 30’ si riesce a visitarlo tutto, anche perche’ alle 15 fa gia’ buio per cui bisogna pure darsi una mossa.Ci ha fatto impressione una volpe nel suo recinto, dove da sola percorreva sempre correndo lo stesso percorso in senso circolare senza fermarsi mai, sempre e solo lo stesso percorso...Ma sapete niente se pure le volpi sniffano????Terminato il nostro giro, anche perche’ inizia a fare veramente freddo, prendiamo il nostro bus per il ritorno ( era alle 14,40 e cercate di prendere questo perche’ il successivo passa alle 17,40 ).L’autobus e’ quasi pieno di studenti che tornano da scuola, tra i quali ci sono anche giovincelli di 9-10 anni che sono autonomi negli spostamenti.Un particolare che mi ha colpito, quando uno di questi scendeva dal bus, c’era una navetta o altro bus ad attenderli e questi bus erano attrezzati con pareti-libreria , banchetto sedia e cd , penso nel caso il giovincello volesse continuare a studiare durante il ritorno a casa ( come da noi insomma !!)

Arriviamo in hotel , io e PEDALE torniamo nella stanza originaria da 4 , il riscaldamento adesso funzionava meglio, il rumore era minore ma poi abbiamo scoperto che alle 22 staccano i condizionatori per cui PEDALE puo’ dormire tranquillo, sempre dopo aver tolto la batteria dell’orologio a parete visto che la lancetta dei secondi lo disturba!!!

Per cenare andiamo da un pizza kebab, che non ci lascia proprio soddisfatti ( 12 euro a persona), ma abbiamo evitato di mangiare in hotel visto che per quella serata avevano previsto un menu’ fisso a 29 euro a buffet escluse bevande visto che era la cena di natale.

Decidiamo poi di farci un drink nel bar dell’HOTEL SANTA CLAUSS, praticamente a 100mt dal nostro hotel.Ambiente carino, fumavano come disgraziati ma il sistema di aspirazione funzionava e non dava particolarmente fastidio .Ci beviamo un BAYLES messo col contagocce alla modica cifra di 5 euro...A questi prezzi la bottiglia la mettono in cassetta di sicurezza invece che in frigo!

4 chiacchiere e tutti a nanna.

QUINTO GIORNO ROVANIEMI GIORNO RELAX

Non e’ che ci fossimo particolarmente ammazzati di fatica,ma visto che nel frattempo non aveva nevicato ed ovviamente non potevamo fare il safari con gli husky sulla cicoria dei prati ne tantomeno con lo snow-mobile, sfruttiamo la possibilita’ di andare nell’altro hotel associato al nostro OPPIPOIKA che si trova sulla collina OUNASVAARA, dove possiamo usufruire di alcuni servizi quali piscina, sauna.Prendiamo l’autobus 5 (2,70 euro a persona) che ci lascia dopo circa 2 km sulla strada principale e da li’ 5 ‘ minuti a piedi ed arriviamo al centro sportivo.La piscina apre alle 12 e noi ne approfittiamo per un cioccolato caldo.Ci danno il tesserino magnetico per entrare, alle 12 puntuali siamo gia’ sulle 4 corsie della piscina coperta.E’ uno spettacolo perche’ sembra di stare alle GELLERT di Budapest, ovviamente non sono acque termali ma idromassaggio, 3 vasche a diverse temperature, sauna, ed una palestra ( a pagamento questa pero’, 7 euro per un giorno) da fare invidia alle nostre strutture professionali.PEDALE e’ estasiato, visto che lui e’ insegnante di educazione fisica e queste cose se gli riempiono gli occhi di meraviglia al tempo stesso lo fanno incaxxare visto che in Italia al massimo dalle strutture riesce ad avere un pallone da pallavolo nuovo.Io vegeto nella piscina a 37 gradi, faccio il cerchio blu intorno a me a mo’ di zona privata e non mi sposto piu’!!Passate circa 4 h ad oziare, ci cambiamo ed andiamo al piano superiore per mangiare qualcosa. Mensa chiusa, riusciamo a rimediare un panino e nel frattempo vediamo pallavolisti scaldarsi nel campo centrale.Da li’ a poco sarebbe iniziato un torneo internazionale di pallavolo per la gioia del PEDALE.

Dopo 20’ si avvicina un addetto alle strutture e ci domanda se siamo, fans, parenti o accompagnatori delle squadre presenti...Il PEDALE tutto d’un pezzo dice “ NO..SIAMO TURISTI !! “, ed allora l’addetto dice “ 10 EUROS FOR PERSON PLEASSSSSSSSE “ .

“MA DE CHE AOOOOO” rispondiamo in coro.PEDALE va in fibrillazione, dice che siamo venuti apposta dall’Italia per vedere la partita , ovviamente per ammorbidire l’addetto...Questo quando sente Italia gli si intenerisce il cuore, PEDALE sfrutta il momento e riesce a rimediare la visione di un set gratis !!!...Poi saremmo dovuti uscire...Al 25 -16 per la squadra locale di Rovaniemi ce ne andiamo.

Riprendiamo il nostro bus 5 ( ed altri 2,70 euro a persona ) , torniamo in hotel, doccia e poi a mangiare.La TIREXINA il giorno prima aveva avuto una ottima impressione di un locale , il MARTINA in KOSKIKATU 11 www.Martina.Fi e sicuramente l’impressione sara’ stata condizionata dal listino prezzi.Entriamo e il locale e’ decisamente carino, offrono insalata gratis e non proprio caro. Con 21 euro a persona ci scappa piatto di carne con contorno, birra e mezza fetta di torta al cioccolato ottima !! Mentre DANIELE ed ELENA vanno in ritirata in hotel , io e PEDALE decidiamo di proseguire con la serata.Ci tuffiamo di nuovo nel bar del giorno precedente.Stasera c’e’ molto piu’ movimento, si vede che e’ venerdi ed alle 22 e’ bello pieno.Ci prendiamo una caipirinha per 6 euro, poi decidiamo di muoverci e vedere se nella loro discoteca ,ONNELLA credo si chiami, si muove qualcosa.Si trova a Poromiehentie , strada che incrocia con il corso principale della citta’e cioe’ Ruokasenkatu.Facciamo appena 10 metri e ci sentiamo da dietro “ BUONASSSERA “, era la voce di OLIVIA, la cameriera del ristorante Oppipoika. Era in compagnia della sorella, 4 chiacchiere e ci invitano in discoteca. Entriamo con loro, 5 euro l’ingresso e 2 euro per il guardaroba. La disco e’ molto bella, 4 sale con differente musica e OLIVIA, oramai la chiamiamo cosi’ perche’ neanche ci ricordiamo il suo nome,ci spiega che puo’ contenere fino a 1000 persone. Si assenta un attimo perche’ dice che si deve andare a mettere la camicia bella che ha comprato a Roma (..Ma perche’ una casa per cambiarci non ce l’aveva sta ragazza??).Io e PEDALE ci addentriamo ed il locale non e’ affatto male, ben frequentato anche se credo tutta Rovaniemi sia tutta li’ e penso che dopo 3-4 volte che lo frequenti, va a finire che te li fai mezzi-parenti.Ci soffermiamo su una sala con divani e poltrone bianche, ci sembra la migliore sia per la musica che per l’assenza di fumo.Si balla ma si beve anche tanto e ci rendiamo conto che dopo un paio d’ore vediamo una marea di ragazze/i che sembrano piu’ dei pendoli che esseri umani per quanto vacillano.Ogni tanto si sente qualche bicchiere che si rompe perche’ non ce la fanno piu’ a reggere il bicchiere per l’alcool, ma devo dire anche se ubriachi rimangono composti, per nulla violenti ne molestatori.Nel girovagare in un’altra sala deduco che l’alcool fa proprio brutti effetti.Notiamo una donna attempata, 50-55 anni che in piedi sul divano fa la lap-dance al suo uomo o presunto tale.Poi gli cade sopra e non so se preferiva rimanere cosi’ o tornare nella posizione iniziale J)) Decidiamo col PEDALE che prima di camminare su corpi distesi pieni di alcool e’ il caso di tornare.Salutiamo OLIVIA and sister e nell’uscire notiamo che NEVICA!!! MA porc...Adesso che dobbiamo partire.Avra’ fatto 5 cm di neve, temperatura a -7 ma il paesaggio era cambiato in maniera decisa...Colori che esaltavano le strade illuminate ..Va beh... ce andiamo a nanna.

SESTO GIORNO ROVANIEMI HELSINKI

Dopo la solita colazione All Inclusive di DANIELE , ci dividiamo per fare gli ultimi acquisti.Ne approfitto vista la presenza della poca neve per andare sul ponte e fare delle riprese. Esce uno spicchio di sole e di colpo la composizione cromatica del cielo cambia aspetto...Uno spettacolo..Ci ritroviamo poi davanti l’hotel e con 20 euro in 4 prendiamo il taxi che ci porta all’aeroporto di Rovaniemi.

5 minuti per il check in..Siamo davanti l’imbarco quando improvvisamente mi si presenta una addetta alla sicurezza e mi fa , in inglese ovviamente “ Tu sei questo ? “...Erano le foto con Babbo Natale !!Le avevo lasciate sotto il nastro dei raggi !! Che c.Jone!! Con il pensiero bacio l’addetta alla sicurezza 50enne , anche perche’ diversamente non volevo fare J))

Altro volo con la BLUE1 tranquillo , e PEDALE CHE FA ?? eheheheh

Arriviamo ad Helsinki in orario, prendiamo lo shuttlebus gratis che ci porta all’hotel RAMADA AIRPORT.Ho prenotato questo hotel con il sito www.Yeego.Com dove ho trovato il miglior prezzo 68 euro la doppia inclusa colazione.Era la prima volta che usavo il sito e devo dire affidabile.Unica cosa e’ che ti preleva i soldi 15 gg prima del tuo arrivo,per questo forse a volte ha prezzo vantaggiosi.Devo dire l’hotel ci ha impressionato favorevolmente, stanze ben arredate, insonorizzate al massimo, possibilita’ di internet a 5 euro al giorno usando il televisore in camera ..

Per la cena decidiamo di mangiare nella brasserie dell’hotel , anche perche’ intorno non c’e’ nulla se non i ristoranti degli altri hotel. Prezzi degni del miglior strozzino, infatti prendiamo il meno caro, 16 euro a persona per un hamburger o pollo con contorno ed ovviamente da bere acqua !

Salutiamo DANIELE visto che lui la mattina partira’ prima di noi e poi a dormire.

Settimo ed ultimo giorno. HELSINKI-ROMA

Appuntamento con ELENA e la sala colazione ci appare come un tesoro degno dei piu’ grandi pirati: c’e’ di tutto !! ( io credo che pero’ qualcosa sara’ mancata visto che DANIELE l’ha fatta prima di noi colazione).Dal dolce al salato c’era di tutto e decisamente di buona qualita’.

Prendiamo le nostre valige e sempre con lo shuttlebus gratis, a solo uso degli ospiti di hotels vicino aeroporto,arriviamo al terminal delle partenze.Check in senza problemi e in attesa dell’imbarco decido di comprarmi una birra .Nel bar interno 5 euro per un barattolo ...Ma questi si drogano!!!Vado al duty free e con 6 euro compro 6 latte che mi sigillano.

Ci imbarchiamo destinazione berlino, da li’ transito di 3 h e poi Roma.Si vola questa volta con Air Berlin. Panino e bevanda offerta, ma io tiro fuori un barattolo di birra e me la bevo visto che con il panino era la morte sua.A Berlino notiamo invece che non c’e’ una sala per i transfer, bensi’ ci fanno uscire anche se non dovremmo fare di nuovo il check in. Giro all’interno dell’aeroporto e poi decidiamo di rientrare.Al controllo PEDALE davanti a me mostra agli agenti il profumo appena acquistato e sigillato...Un flash mi si stampa sul viso...Caxxo..Ma io ho aperto le birre!!! Avvolgo i barattoli rimasti in modo che si noti lo scontrino e risulti sigillato.Passo indenne il primo addetto, ma quello con il monitor fa fare avanti e dietro alla mia busta sotto i raggi..Sembrava un tiro alla fune!Parla con i suoi colleghi, chiede se la busta e mia e mi fa “ Questi sono 5 barattoli “, azz penso io, sanno pure contare!! Aprono la busta e ovviamente vedono che il cellophan e’ rotto e mi chiedono che fine ha fatto l’altra lattina...Ora io dico, ma che ci dovevo fare secondo loro??? Ovviamente faccio presente che me la sono bevuta,inizia una conversazione a 4 tra gli addetti per il da farsi e se 2 erano decisi a farmi passare per la buona fede, gli altri 2 erano irremovibili,quindi che si fa?? Si passa ai voti?? Arriva un quinto che altera l’equilibrio e irremovibile dice che non passano le birre ! Grrr, veniva voglia di cantargli POPOPOPOPOPOOOO in ricordo degli ultimi mondiali ma avrei decisamente rischiato grosso..Il piu’ bonaccione mi dice che se vado fuori al check in lo posso far imbarcare,...SEEEEEEEE, ora arrivano pure le birre a Roma!!!Mi convince ELENA a farlo, esco fuori per fare il check –in- beer quando vedo ca 100 persone allo sportello! In 1 minuto devo decidere se berle tutte e 5 e rischiare la prova del palloncino sull’aereo oppure tentare di fare l’infiltrato. Noto che tutta la fila e’ composta di studenti romani in gita a berlino..Capirai..Se non ci si aiuta tra paesani.Aspetto il turno di una ragazza che mi sembrava la piu’ timida, mi butto davanti a tutti le chiedo se gentilmente posso passare avanti dopo aver spiegato l’antefatto.Non fa storie come del resto gli altri concittadini dietro...Vi adoro romani!Imbarco le birre e gia’ me le immaginavo vuote a Fiumicino.

Volo tranquillo e arrivo a Roma in orario.Il ritiro bagagli e’ sempre incasinato, con valige sparse di voli precedenti e mai recuperati.Esce la mia valigia, esce quella di ELENA, escono le mie BIRRE sane , ma non esce il bagaglio del PEDALE...Vuoi vedere che si e’ addormentata la sua valigia sui rulli???Dopo un’ora di attesa , ci convinciamo di fare denuncia.Sul viale del ritorno a casa, arriva una telefonata sul cellulare del PEDALE dove risulta che la sua valigia si trova a Bergamo per un errore della Air Berlin!Un po’ stanchi si arriva a casa e ci si prepara per una nuova avventura..

So di essere stato molto lungo, ma volevo rendere completo il tutto anche per testimoniare che anche se la neve ci ha fatto saltare alcune cose, il fatto di stare con le persone giuste e l’animo di cogliere il bello delle situazioni anche se inaspettate fa si che ogni viaggio e’ sempre una pagina di libro da aggiungere al nostro percorso..

Un ringraziamento a:

TIREXINA, sempre precisa nei conteggi e accomodante anche nelle situazioni low cost

DANIELE , lo conoscevo poco ma una piacevole sorpresa, brillante e disponibile

PEDALE compagno di avventure da una vita,sempre col sorriso ( anche quando dorme)

Un saluto particolare anche a MARIA ALESSANDRA, doveva essere la nostra quarta compagna di viaggio prima che subentrasse DANIELE, ma motivi di lavoro le hanno impedito di essere tra noi...Son convinto che la sedia accanto a Babbo Natale aspetta te..

Magicoworld

  • 5111 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social