Un assaggio di Filippine, terra di galli, panni stesi e bimbi sorridenti

Viaggio zaino in spalla alla scoperta di questo accogliente popolo e di parte delle sue meravigliose isole

  • di chia.granada
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

FILIPPINE – MARZO 2016

Viaggio di 3 settimane, zaino in spalla, prenotate solo le prime 2 notti a Manila, volo Emirates (630 Euro/testa), circa 800-900 Euro/testa di spese in loco (carta di credito ricaricabile, abbiamo sempre trovato gli ATM per prelevare, tranne a Paniman Beach). Assicurazione Allianz "Travel care" (fortunatamente non c'è stata occasione di utilizzarla).

Considerazioni iniziali

Viaggiare nelle Filippine è piuttosto lento, complicato, e incerto, per questo motivo conviene organizzarsi gli spostamenti con largo anticipo. Noi non lo abbiamo fatto, ma se mai ci dovesse capitare di tornare, insieme al volo intercontinentale prenoteremmo anche i voli interni, visto che comprandoli in anticipo costano pochissimo, mentre sotto data o non si trova posto, o sono cari. Certo è facile dirlo dopo averlo sperimentato sulla propria pelle, ma davvero, fate lo sforzo di scegliere qualche meta e comprare i voli in anticipo.

Noi avremmo voluto girare molto di più, ma non ci è stato possibile perché 3 settimane non ben organizzate non danno tempo a sufficienza per raggiungere tante tappe. Per esempio, abbiamo dovuto rinunciare alle terrazze di riso Ifugao, nel nord di Luzon. Invece abbiamo evitato per scelta Boracay, località troppo turistica, incasinata e ci hanno anche raccontato che la pressione turistica e gli inesistenti impianti di trattamento delle acque, hanno reso l'acqua del mare in quella zona molto inquinata (a livello chimico); noi personalmente non abbiamo approfondito l'informazione, perché in ogni caso Boracay non era tra le nostre mete neanche prima di sapere dell'inquinamento.

28/02 Partenza per Manila con Emirates, scalo di 4,30 ore a Dubai.

29/02 Arrivo a Manila alle 16,30. L'hotel è già prenotato con booking.com in zona Burgos Street (quartiere a luci rosse, ma anche di moda tra gli abitanti di Manila per la presenza di ristoranti e birrerie). Il jet leg e il casino durante tutta la notte non ci aiutano a riposare bene.

01/03 Incontriamo un'amica che abita a Manila che ci accompagna nella visita a Intramuros, il centro storico di Manila, al Fort Santiago, alla casa museo Casa Manila. Per arrivare a Intramuros si può prendere la LRT (una delle due linee metro di Manila) e scendere a Central Terminal o United Nation. Facciamo un giro anche a China Town e ci mettiamo a cercare un bus notturno per Legazpi per la notte successiva. La sera mangiamo al Crying Tiger, buon ristorantino thai in zona Makati avenue – Burgos street.

02/03 Andiamo a trovare la nostra amica nel suo quartiere, Makati, la Manila ricca, facciamo un giro nel Greenbelts, un centro commerciale carino per la presenza del giardino e di mille ristoranti/bar. Alla Mesa si mangia filippino ed è molto frequentato dalla gente locale. Il pomeriggio ci incamminiamo verso la stazione DLTB bus company di Pasay con la MRT, scendendo a Taft.

Considerazioni di Manila: questa città ha 20 milioni di abitanti, immaginate un terzo della popolazione italiana in un unico posto. Dire che è enorme è riduttivo, vista dall'aereo non finisce più. E muoversi quindi diventa complicatissimo, perché le linee della metro LRT e MRT sono strapiene a qualsiasi ora e le file per comprare il biglietto e per entrare nelle stazioni sono interminabili, non sto esagerando! Si può prendere il taxi, costa pochissimo, ma prima di salire assicuratevi che usi il tassametro; il problema però non è affatto risolto, visto che sicuramente rimanete imbottigliati nel traffico pazzesco di questa caotica città. La verità è che a noi, dopo due o tre esperienze di spostamenti all'interno della città, è passata completamente la voglia di uscire dal raggio di percorrenza fattibile a piedi

  • 16521 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social