Filippine... queste sconosciute

In giro tra le Visayas a Bohol, Siquijor, Negros Oriental e Apo Island

  • di Giovanna C.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Confesso che siamo approdati alle Filippine un po' per caso…. Dopo alcuni anni di viaggi in Asia, che ci ha conquistati per la peculiarità di ogni Paese visitato, per la gentilezza della sua gente, oltre che per essere una meta economica, ci dedichiamo ad una nazione della quale sinceramente non sappiamo molto.

Le Filippine comprendono più di 7000 isole, prima di partire ci studiamo i racconti degli altri TPC e decidiamo di recarci nel cuore geografico del Paese, le Visayas, tralasciando per scelta la strafamosa Boracay e puntando su altre isole forse meno note, che però oltre alle belle spiagge offrono anche altre bellezze naturali. Tutte le Visayas sono ben collegate tra di loro da diverse compagnie navali, economiche e con corse frequenti, quindi è molto facile spostarsi da un’isola all’altra. Le isole più grandi hanno inoltre un aeroporto, alcune anche più di uno.

BOHOL

La prima isola che visitiamo è Bohol, che raggiungiamo da Manila con un volo Air Asia. Devo dire che la famosa Alona Beach (forse complice il brutto tempo che abbiamo avuto nei primi giorni di vacanza) a noi non è piaciuta, troppo turistica, la spiaggia non è niente di che, piccola e piena di barche, venditori, massaggiatrici e via dicendo… Probabilmente se avessimo fatto almeno una escursione in mare ci sarebbe rimasto un ricordo migliore, ma il tempo brutto non ci ha invogliato.

Trascorriamo poi un paio di notti lungo il Loboc River, nei primi giorni di gennaio la zona è stata interessata da una esondazione causata da piogge intensissime, tutto era ricoperto da fango ed il fiume che nelle foto avevo visto di un bellissimo colore azzurro-verde era invece marroncino.

Facciamo l’escursione classica, con visita al santuario dei tarsi ed alle Chocolate Hills, bellissime! Volendo ci si può andare da soli noleggiando un motorino, da Loboc sono abbastanza vicine. I tarsi sono davvero tenerissimi, anche se di aspetto un po’ inquietante (se ricordate Gollum del Signore degli Anelli… ecco, avete un’idea….), le Chocolate Hills una formazione geologica molto particolare, più di 1000 colline coniche tutte circa della stessa altezza e forma, costituite da calcari corallini e ricoperte da erba, che nella stagione secca diventa appunto color cioccolato. Quando le abbiamo viste noi, complici le recenti piogge, erano sul verde-marrone, comunque davvero molto strane e particolari.

Avevamo messo in previsione di arrivare fino ad Anda, che anche a detta della Lonely Planet offre le spiagge più belle dell’isola, ma il brutto tempo ci fa cambiare idea e ci trasferiamo subito a Siquijor.

Alloggi/ristoranti: ad Alona Beach alloggiamo al Paragayo Resort, bei cottage in muratura carini e puliti immersi in un giardino, non c’è ristorante ma questo non è un problema, ad Alona c’è solo l’imbarazzo della scelta. Costo 1400 pesos a notte.

Lungo la strada principale davanti al Paragayo ci sono alcuni ristorantini gestiti da gentili signore, ogni sera preparano diverse pietanze (carne, pesce, verdure, noodles, riso e via dicendo) che presentano dentro le pentole di cottura, non bisogna fare altro che alzare i coperchi, farsi spiegare cosa c’è dentro la pentola (… a volte non è facile riconoscere quello che è stato cucinato…) e scegliere. Con una cifra davvero irrisoria si possono provare diversi piatti, noi abbiamo mangiato sempre bene spendendo pochissimo.

Nella zona di Loboc alloggiamo al Paddle’s Up Guesthouse, gestito da un ragazzo belga con la sua compagna filippina. Pur avendo subito l’esondazione del fiume, i bungalow erano pulitissimi, il ristorante molto buono e il personale molto gentili. Si sono addirittura scusati per il problema del fango, come se fosse stata colpa loro….. Costo 1400 pesos a notte

  • 29601 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social