Etiopia

BREVI NOTE INTRODUTTIVE: Le nuove puntate di Turisti per Caso a sfondo africano sono in corso di lavorazione. Pat è appena rientrato da <a href='/noi/tamtam/testo.asp?id=215'>un viaggio in Etiopia</a>, dove è stato insieme con Giacomo Frignani (altro operatore storico delle nostre ...

 

BREVI NOTE INTRODUTTIVE: Le nuove puntate di Turisti per Caso a sfondo africano sono in corso di lavorazione. Pat è appena rientrato da un viaggio in Etiopia, dove è stato insieme con Giacomo Frignani (altro operatore storico delle nostre trasmissioni, noto soprattutto per aver ripreso e montato Velisti per Caso direttamente a bordo di Adriatica nel giro del mondo televisivo).

Di seguito il programma del viaggio, organizzato e seguito dal nostro complice Laka Tana Tour Ethiopia

L'ITINERARIO: Primo giorno Arrivo ad Addis Abeba con volo Ethiopian Airlines da Roma alle ore 7 e 20 del mattino, trasferimento in albergo per prendere possesso delle camere e fare una doccia veloce.

Visita al Museo Nazionale della città che ospita i resti di Lucy, l’Australopithecus Afarensis che visse in questa parte dell’Africa più di tre milioni di anni fa. Lucy era un ominide, una specie di mezza scimmia e mezzo essere umano che camminava in posizione eretta. Secondo la teoria darwiniana il genere umano discende dalla famiglia dei primati e Lucy ne sarebbe la testimonianza.

Pranzo di benvenuto al ristorante italiano Castelli ospiti dell’Ambasciata italiana e di un gruppo di investitori italiani che vivono in Etiopia da molti anni.

Nel pomeriggio visita al mercato, in serata cocktail di incontro con la Comunità italiana al circolo Juventus.

Pernottamento al Ghion hotel.

Secondo giorno Ore 05:00 check-in all’aeroporto per il volo Addis Abeba/Bahir Dar. Arrivo e trasferimento all’hotel Tana e partenza in barca sul Lago Tana per la visita ai monasteri della penisola e al monastero di Kebran Gabriel, uno dei più belli e meglio conservati della zona, accessibile soltanto agli uomini. Il porticato esterno è sorretto da 12 colonne che simboleggiano i 12 apostoli e al suo interno si possono ammirare splendidi affreschi. Nel museo sono conservate 175 Bibbie antiche risalenti al 17° secolo. Rientro per il pranzo. Nel pomeriggio visita alle cascate del Nilo Blu e tour della città. Cena in hotel. Dopo cena serata all’Azmari Bet, locale tipico dove si può bere in compagnia ascoltando la musica e gli stornelli degli “azmari” menestrelli di antica tradizione che, nel passato, accompagnavano le carovane dei mercanti attraverso gli altipiani per rendere i loro lunghi viaggi più piacevoli. Pernottamento al Tana hotel.

Terzo giorno Ore 06:30 check in per il volo Bahir Dar/Gondar. Gondar, antica capitale fondata dall’imperatore Fasilidas agli inizi del 1600 fu punto d’incontro delle grandi vie carovaniere e visse un lungo periodo di prosperità durante il quale furono costruiti castelli e chiese. Arrivo e trasferimento all’hotel Goha. Riposo e pranzo. Dopo pranzo, intervista ad un anziano signore etiopico che parla un italiano perfetto, chiacchierata sui vecchi tempi. Inizio visita ai castelli del quartiere imperiale, alla chiesa di debre Bhiran Selassie con il famoso soffitto decorato dagli 80 cherubini alati e le pareti splendidamente affrescate da scene bibliche e al castello di Zobel, conosciuto come la piscina dell’imperatore. Cena e pernottamento al Goha hotel.

^ Quarto giorno Ore 07:00 check in per il volo Gondar/Axum. Arrivo e trasferimento all’hotel Yeha. Pranzo. Nel primo pomeriggio visita della città di Axum, il parco delle stele, il palazzo della regina di Saba, la chiesa di Santa Maria di Sion che, secondo la credenza dei fedeli ortodossi, custodisce l’Arca dell’Alleanza, portata in Etiopia da Menelik ai tempi di re Salomone. Intervista al prete custode. La visita continua con il piccolo Museo che espone oggetti interessanti, testimonianza dell’antico rapporto commerciale fra l’impero axumita, l’Egitto e la penisola sud-arabica. La visita termina con il Museo Etnografico, aperto qualche anno fa da un’anziana signora in casa propria, che espone oggetti di modernariato a cominciare dal suo abito da sposa per finire con oggetti di artigianato locale che danno un’idea dei vecchi tempi. Cena e pernottamento allo Yeha hotel

  • 2079 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social