FACCETTA NERA - Ethiopia 2005 - 2006

Di Alessandro Scarano © 2006 Addis Abeba, 26 gennaio 2005 Era un bel po’ che volevo venire a dare un’occhiata alla parte storico-archeologica dell’Etiopia, ma occorreva trovare tempo sufficiente durante l’inverno, per evitare la stagione delle piogge, denaro, ed un ...

  • di downlegal
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Di Alessandro Scarano © 2006 Addis Abeba, 26 gennaio 2005 Era un bel po’ che volevo venire a dare un’occhiata alla parte storico-archeologica dell’Etiopia, ma occorreva trovare tempo sufficiente durante l’inverno, per evitare la stagione delle piogge, denaro, ed un compagno di viaggio.

Sicché eccomi qui, con 20 giorni a disposizione, un po’ di soldi in tasca, e la compagnia di una tipa conosciuta durante il viaggio in Iran.

Nonostante abbia cercato di prenotare il volo fin da ottobre, complice il periodo natalizio durante il quale molti etiopi tornano a casa, siamo riusciti a trovare posto solo con l’Ethiopian Airlines, alla modica cifra di 1.032,50 euro a persona.

L’aereo era un 757 vecchiotto, ma ci ha portato a destinazione in anticipo, con il vento favorevole.

Con 50 birr un taxi ci porta al Baro Hotel, prenotato per telefono da Roma (siccome tutti i numeri di telefono sull’edizione 2004 della Lonely Planet sono cambiati, per conoscere i nuovi occorre andare sul sito www.Telecom.Net.Et, dove c’è una pagina apposita per convertire i vecchi numeri in quelli aggiornati).

La stanza al Baro Hotel, che paghiamo 80 birr (8 euro), non è un granché (probabilmente è di quelle che vengono affittate alle coppiette, come d’uso da queste parti), ma la nottata in aereo e la fretta di organizzare i giri da fare non mi lasciano tanta voglia di farmene mostrare altre.

Il posto è comunque pieno di giovani e meno giovani viaggiatori: diversi con la jeep con tenda sul tetto (una porta la scritta “Cape Town-Cairo-Nordkapp”!), uno con una BMW enduro targata Repubblica Ceca, una coppia di S. Francisco che gira già da due mesi con i mezzi pubblici (tappe precedenti, Tanzania ed Uganda)... insomma, la solita buona e composita compagnia.

Tramite una “dritta” dell’ottimo Fabio, conosciuto nel “giro” di www.Viaggiareliberi.It, ho contattato la Sami Tours (www.Samiethiotour.Com), che per 1.200 euro ci metterà a disposizione jeep ed autista per i prossimi 17 giorni.

Nel frattempo, per 300 birr prendiamo (sempre da Sami) auto ed autista e ci facciamo portare un po’ in giro per la capitale.

Non che ci sia molto da vedere, in realtà: il Museo Nazionale (10 birr) è poverello, e pure la famosa Lucy è solo una copia (quella vera è custodita nei sotterranei), il Merkato è grande ed incasinato, ordinato come al solito per settori merceologici, la cattedrale ed il museo di S. Giorgio (20 birr) sono pressoché insignificanti, e pure il panorama da Entoto Road è coperto dai numerosi eucalipti importati dall’Australia.

Siamo così finiti a “rinfrescarci” nella sauna dell’Addis Filwoha Hot Spring Hotel, dove per 24 birr ognuno ci siamo depurati alla bisogna.

Meno male, anche perché al Baro Hotel non è che l’acqua calda abbondi (il lavandino della nostra stanza nemmeno funziona...).

Cena al Dashen, molto osannato dalla Lonely Planet, ma la cui scarsissima illuminazione ci ha a malapena permesso di capire cosa fosse stato depositato dal cameriere sulla nostra injera: non eccezionale, freddino, 48 birr in due.

Tutto sommato, il tempo che richiede Addis Abeba per essere visitata (avendo a disposizione una macchina) è al massimo mezza giornata, e per vedere luoghi che – con l’eccezione del Merkato, che pare sia il più grande di tutta l’Africa – risultano di scarso interesse storico-architettonico.

Bahar Dar, 27 dicembre Dopo una notte insonne per via del letto in pendenza da un lato, fatta colazione con biscotti e cornetti (che sono sempre solito portare con me per i casi di emergenza) ed una spremuta d’arancia (6 birr l’una, 60 centesimi di euro), abbiamo fatto la conoscenza del nostro autista per i prossimi giorni del viaggio

  • 3271 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social