Riga, Vilnius, Tallinn e dintorni

Tour delle tre capitali e di alcuni dei lughi più significativi delle Repubbliche Baltiche

  • di Lyn
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

1° giorno: Catania - Riga

Sul primo giorno di viaggio non c'è molto da dire: siamo partiti da Catania alle 18:30 e siamo atterrati a Riga dopo tre ore alle 22:30 circa (fuso orario + 1 rispetto all'Italia). Il volo (diretto) si è svolto tranquillamente, anche se abbiamo viaggiato piuttosto scomodi per via degli spazi angusti a bordo. A Riga siamo stati accolti da una fitta pioggerellina, inoltre il nostro hotel era lontano dal centro ed in una zona poco interessante, perciò siamo andati a dormire subito

2° giorno: Riga -Vilnius

Al mattino non piove più, però il cielo è coperto e non promette nulla di buono. A colazione faccio la prima scorpacciata di pesce: salmone, aringa e maccarello, preparati con diverse marinature, da accompagnare con diverse salsette (la mia preferita era quella a base di senape e miele) e da mangiare con delle piccole brioches di pasta sfoglia non dolci e aromatizzate all'aneto. Alle nove partiamo per la visita di Riga. Dopo una veloce sosta sulle rive della Daugava, visitiamo il quartiere liberty, il più vasto in Europa; gli edifici, molti dei quali sedi di ambasciate, sono tutti perfettamente restaurati: le facciate hanno delicate tinte pastello e sono riccamente decorate con stucchi bianchi che raffigurano temi floreali e vegetali, volti e corpi femminili, ma anche soggetti più insoliti (per esempio, un industriale fece realizzare due piccole ciminiere sulla sommità del suo palazzo). Ci spostiamo poi nel centro cittadino, che si articola in tre piazze principali, collegate tra loro da numerose stradine; quello che colpisce, più che l'aspetto monumentale della città, è l'atmosfera che vi si respira, per via dei numerosi artisti di strada che, con le loro note, ci faranno da sottofondo per tutta la mattinata. Tra i monumenti più significativi la Casa delle Teste Nere, un edificio in amttoni rossi la cui facciata ricorda quella delle case di Amsterdam, così chiamato perchè era la sede di una corporazione mercantile il cui protettore era san Giorgio il Moro; un altro monumento-simbolo di Riga è la Casa del Gatto: l'edificio, vicino alla sede di un'altra corporazione mercantile, apparteneva ad un mercante straniero che, proprio per la sua origine, si vide rifiutato l'ingresso nella corporazione; per ripicca, fece innalzare sul tetto della sua casa la statua di un gatto che volgeva il didietro al palazzo della corporazione; ovviamente i mercanti protestarono, ma alla fine si giunse ad un accordo e lo straniero fu ammesso; come segno di conciliazione, costui fece voltare il gatto, che ora guarda verso la sede della corporazione; con la sua curiosa storia, il gatto è diventato il simbolo della città. Una delle strade del centro è chiamata, per via della sua architettura, la Svizzera lettone, e addirittura una delle sue casette, che ospita un ristorante, ha la facciata azzurro cielo decorata con mucche, stelle alpine e fiori di montagna; facciamo sosta davanti ad una scultura in bronzo che raffigura gli animali della fiaba "i Quattro Musicanti di Brema": toccare il loro muso porta fortuna ma non è facile, noi ci fermiamo all'asino e al cane (io con un pò di fatica...) i più alti arrivano al gatto, ma il gallo è assolutamente fuori portata. Una curiosità: sulla facciata di uno degli edifici su una delle piazze, spicca a caratteri cubitali la pubblicità dei vini delle tenute "Albano Carrisi" (!!!). Non visitiamo chiese, perchè quelle protestanti, che sono la maggioranza, sono a pagamento: visitiamo solo la chiesa cattolica di san Giacomo, che però è poco interessante (soprattutto se paragonata alle splendide chiese di Vilnius), l'ultimo giorno vedremo anche la bellissima cattedrale ortodossa, splendido edificio color rosa e oro, con le cupolette nere ed un interno sfarzoso, che si trova fuori dal centro; infine, facciamo brevi soste sotto l'alta guglia della cattedrale, edificio gotico in mattoni rossi, e davanti ad un tratto superstite delle antiche mura

  • 55419 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social