Tallin helsinki e riga

Il nostro viaggio si è svolto fra il 20 e il 26 marzo del 2007. Abbiamo visitato nell’ordine: Tallin(Estonia), Helsinki(Finlandia) e Riga(Lettonia). Abbiamo acquistato i biglietti dei voli (Milano-Tallin con Estonian Airlines e Riga-Milano con Air Baltic) circa un mese ...

  • di cri75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il nostro viaggio si è svolto fra il 20 e il 26 marzo del 2007. Abbiamo visitato nell’ordine: Tallin(Estonia), Helsinki(Finlandia) e Riga(Lettonia).

Abbiamo acquistato i biglietti dei voli (Milano-Tallin con Estonian Airlines e Riga-Milano con Air Baltic) circa un mese prima della partenza su e-dreams spendendo un totale di 227€ a testa. Sempre sul web abbiamo acquistato le 6 notti in hotel(4 a Tallin e 2 a Riga). A Tallin abbiamo alloggiato al Reval Hotel in Sadama vicino al porto e a 5 minuti dal centro spendendo 38€ a notte a camera.

A Riga invece abbiamo alloggiato al Tia Hotel in Valdemara Str. 63 spendendo 65€ a notte sempre a camera. Ed ora via con la descrizione del nostro viaggio: MAR 20 MARZO-TALLIN- Partiamo da Malpensa alle 13.40 e atterriamo a Tallin alle 17.45(1h di fuso a sfavore) dopo un piacevole e rilassante volo.

Dopo il controllo passaporti e il ritiro dei bagagli ci avviamo a cambiare le prime corone estoni, usciamo dallo scalo e aspettiamo l’autobus che ci porterà in centro, il bus è il n°2 e passa ogni 15 minuti. Facciamo i biglietti (30kr in 2 cc.2€ contro le 200kr chiesteci dai taxy cc 14€) e dopo circa 20 minuti arriviamo alla stazione marittima dove scendiamo per raggiungere a piedi (cc 100mt)il nostro hotel.

Veloce doccia e usciamo alla scoperta della città. Entriamo nel centro storico attraverso la Grande Porta della Costa, facciamo tutta la Pikk, una bellissima strada fiancheggiata da case medievali del XV sec.E arriviamo nei dintorni di Raekoja Plats fulcro della vita di Tallin sin dal XI sec. La piazza è bellissima e le nuvole basse con un accenno di nevicata mista a pioggerellina rende l’atmosfera molto romantica e d’impatto. Lasciamo ai prossimi giorni il lato culturale della visita e ci rechiamo a cenare all’Olde Hansa un locale in stile medievale con le sale illuminate dalle candele, i camerieri vestiti in costume e la musica medievale di sottofondo. Il menù è molto particolare comunque si basa prevalentemente sulla cacciagione, le zuppe e i formaggi. Noi assaggiamo una zuppa di funghi, la carne di alce bevendo birra alla cannella (!!!!). Il locale ci soddisfa pur essendo un po troppo turistico e caro...Spendiamo infatti 300kr in 2 (circa 20€) troppo per essere a Tallin.

Lasciamo il ristorante e ritorniamo in hotel per il meritato riposo.

MER 21 MARZO-TALLIN- Ci svegliamo abbastanza presto e dopo una corroborante colazione, alle 9.00 in punto usciamo alla scoperta di Tallin. La temperatura è piuttosto bassa (circa 1°), ma non insopportabile, riattraversiamo la Grande Porta della Costa collegata alla Grassa Margherita, un bastione del XVI sec. A base circolare che proteggeva un tempo l’ingresso della città. All’interno di questa struttura ha sede il Museo Navale, che però noi non visitiamo. Ci lasciamo alle spalle il bastione e visitiamo la Chiesa di Sant’Olaf la cui guglia alta 124 metri (oggi avvolta dalle nuvole basse) è un altro simbolo di Tallin., continuiamo sulla Pikk e ammiriamo il palazzo della Gilda di Sant’Olaus, quello della Confraternita delle Teste Nere e il Palazzo della Gilda di San Canuto, tutti molto carini, ma a colpirci è in generale l’atmosfera fatata di questa città. Arrivati al Museo di storia statale, iniziamo a girare a zonzo senza meta per scoprire gli angoli più nascosti di questo gioiellino di città. Dopo una buona mezz’ora rispuntiamo nella piazza centrale di Tallin:Raekoja Plats. E’ una bellissima piazza, dominata dal Municipio con una torre molto simile ad un minareto con all’apice il Vecchio Tommaso (Vana Toomas), un soldato armato di picca usato anche come segnavento che sorveglia la città fin dal 1530. Oltre al Municipio la piazza offre altri bellissimi palazzi ma come ho già detto sopra ciò che colpisce è l’atmosfera. Abbandoniamo Raekoja pl. E ci dirigiamo verso Toompea la collina che domina Tallin. La raggiungiamo attraverso Luhike jalg (la gamba corta) una strada pedonale acciottolata in salita, circondata da contrafforti, al cui apice si trova il Palazzo del parlamento estone con a fianco la Cattedrale Russo-Ortodossa Alexander Nevsky. La chiesa è caruccia ma dopo aver visto l’anno scorso San Basilio a Mosca, questa ci ha lasciato piuttosto indifferenti

  • 7124 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social