Per non farsi mancare nulla: Nafplion, Monemvasia, Kythira, Elafonissos.

Un viaggio per visitare gli importanti siti archeologici di Micene ed Epidauro nell’Argolide, fermarsi nell’antica città fortezza medievale di Monemvasia, traghettare fino alla selvaggia Kythira ( l’isola di Venere) per godere di panorami mozzafiato e terminare ad Elafonissos per un ...

  • di exequatur
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quattro viaggiatori per una spesa complessiva di € 2.600,00 circa. Inizialmente era previsto un periodo di vacanza di 15 giorni con partenza il 27 agosto, ma abbiamo dovuto posticipare il viaggio di alcuni giorni e siamo partiti il martedì 30 agosto fino a domenica 11 settembre. Partenza dal porto di Brindisi alle 18.30 del 30 agosto per Patrasso. Biglietti nell’agenzia, sulla strada per il porto alle ore 18.00, sul filo del secondo. Euro 422,00 di spesa comprese tasse con la compagnia Endeavor, per cabina quattro posti e auto. Arrivo a Patrasso alle 11.30 del 31 agosto. Per uscire da Patrasso e dirigersi verso la “cosiddetta” autostrada per Atene si percorrono pericolosi incroci con semafori spenti. Prestare molta attenzione alla segnaletica, Patrasso è caotica. Ad un certo punto è importante seguire la segnaletica verde per Atene e non la segnaletica blu che ti porta sul ponte Antirrio e quindi sulla vecchia strada per Atene, che passa da Delfi. La cosiddetta autostrada (pagamento 2/3 euro circa ) Patrasso – Atene è la solita strada a due corsie senza spartitraffico più due strette corsie laterali per veicoli lenti, resa più difficoltosa in questo periodo per i lavori in corso. Finalmente la stanno allargando. Dopo un’ora di marcia circa ci fermiamo in un’ampia area di servizio per una colazione e per fare il pieno. Sorpresa! il diesel è ancora aumentato rispetto allo scorso anno, costa1,52 lt, in seguito lo troveremo a non meno di 1,47. Per andare a Nafplion bisogna uscire a Corinto e prendere la bellissima autostrada per Tripoli. Siccome abbiamo ridotto i giorni di vacanza decidiamo di visitare subito il sito archeologico di Epidauro e poi in serata andare a Nafplion per pernottare.

Epidauro.

Dopo due ore di marcia da Patrasso, considerando anche la mezz’ora alla stazione di servizio, giungiamo all’uscita per Epidauro, ben segnalata pochi Km dopo l’uscita per Corinto. Per raggiungere il sito archeologico di Epidauro dall’uscita dell’autostrada si devono percorrere 80 Km circa. Si impiega più di un’ora. La strada è ottima. Prima si attraversa una zona costiera (Kavos , Loutra) poi la strada va verso l’interno e sale, per poi tornare verso la costa (Selonda Bay) e procedere verso Nea Epidauro e Epidauro. Dopo Nea Epidauro pensavamo di aver sbagliato strada perché c’era pochissimo traffico anche se la strada continuava ad essere ottima, ma poi in effetti essendo il sito archeologico opportunamente segnalato, procedevamo con tranquillità. Dalla città di Epidauro - da cui si passa esternamente - al sito archeologico di Epidauro ci sono una decina di Km. Arriviamo ad Epidauro alle 15.00 circa. Il sito chiude alle 19,00 e il costo del biglietto è di 6,00 euro. Epidauro è una tappa da non perdere. Il teatro, praticamente intatto, è una meraviglia. Non potrete fare a meno di gioire per tale perfezione e armonia. Ci sarei restato volentieri per ore intere e mi seccava non avere molto tempo. “Ad Epidauro…udii batter il cuore del mondo” scriveva Henry Miller. Nel sito di Epidauro non c’è solo il magnifico teatro ma si trovano anche i resti del santuario dedicato al culto di Asclepio, dio della medicina. Nell’antistante museo si trovano i bellissimi fregi dell’Abaton (impenetrabile) e all’esterno si trovano i resti del Katagogion, dell’Abaton e un antichissimo stadio ancora intatto. Si resta affascinati.

Nafplion

Tornando indietro dal sito archeologico, dopo un paio di Km, si trova la deviazione a sx per Nafplion. La strada è discreta, la segnaletica è buona e in meno di 30 minuti da Epidauro giungiamo a Nafplion

  • 79917 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social