Abu Dhabi e Dubai: una settimana negli Emirati Arabi

Tra la mondanità delle grandi metropoli e il mare, il tutto ambientato tra avveniristici grattacieli affacciati sulla spiaggia ai confini con il deserto

  • di Saretta080
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Gli Emirati Arabi rappresentano un ottimo compromesso se si desidera una meta che combini la mondanità delle grandi metropoli al desiderio di una vacanza al mare, il tutto ambientato tra avveniristici grattacieli affacciati sulla spiaggia ai confini con il deserto.

Recarsi negli Emirati nel periodo giusto è fondamentale al fine di godersi le principali attrattive del posto - in particolare il deserto - cosa praticamente impossibile nei mesi tra giugno e settembre. Il caldo torrido di questo periodo fa sì che l’unica possibilità sia quella di rinchiudersi all’interno dei malls, rinunciando alle attività all’aperto e rendendo quindi poco significativo un viaggio in questo paese. Noi a inizio maggio eravamo al limite, con punte di 38° nelle ore centrali della giornata ma molto secco e quindi abbastanza tollerabile. Abbiamo suddiviso la nostra settimana in 2 giorni ad Abu Dhabi e 5 a Dubai.

ABU DHABI

Abu Dhabi ha meno da offrire rispetto alla vicina Dubai, tuttavia possiede due attrattive irrinunciabili per chi decide di trascorrere anche solo un paio di giorni nella capitale degli Emirati: la moschea Sheikh Zayed e un bel mare.

Sheikh Zayed Grand Mosque: questa moschea è una delle più grandi al mondo, spettacolare all’esterno – dove i colori bianco e oro creano un colpo d’occhio molto suggestivo - e all’interno - per la sontuosità della sala della preghiera, rivestita da un preziosissimo tappeto iraniano e dominata da un lampadario di cristalli che misura ben 10 metri di diametro. L’ingresso è gratuito e la moschea è aperta tutti i giorni tranne il venerdì mattina, quando l’accesso è consentito solo ai fedeli. Ci si può sbizzarrire con le foto da diverse angolazioni: i minareti, le cupole, le colonne che si riflettono nel blu degli specchi d’acqua e le enormi lastre di marmo splendente della pavimentazione, ogni elemento di questa moschea regalerà dei bellissimi scatti.

Il mare: le due isole di fronte alla costa di Abu Dhabi - Saadiyat Island e Nurai Island - hanno spiagge di sabbia bianca e un bel mare dai colori scintillanti.

Saadiyat Island è collegata alla terraferma da un ponte, si raggiunge quindi comodamente in taxi. Si può scegliere di trascorrere la giornata alla Public Beach, dove si possono affittare ombrellone e lettini, oppure sistemarsi nel tratto di spiaggia libera. Per accedere alla Public Beach è necessario pagare il biglietto d’ingresso e si hanno a disposizione un ristorante, spogliatoi e docce. Per chi volesse concedersi una giornata più esclusiva, meglio optare per il lussuoso Saadiyat Beach Club.

Nurai Island si trova a 10 minuti di barca da Saadiyat, ma si tratta di una piccola isola-resort che ospita il Zaya Nurai Island Resort, indicata solo se si vuole pernottare e si dispone di un budget elevato.

Per immergersi nell’atmosfera più tipicamente emiratina non può mancare una visita al mercato del pesce e al souk della frutta e verdura di Al Mina, nella zona portuale di Abu Dhabi.

Al Fish Market i banchi di pesce strabordano e i venditori si lasciano immortalare volentieri. Il souk della frutta e verdura è un grande mercato non particolarmente caratteristico ma decisamente colorato. Interessanti invece i negozietti che espongono montagne di datteri delle più svariate qualità; è sufficiente mostrarsi minimamente interessati e se ne uscirà con la pancia piena. Tra le attrattive più turistiche della città, non si possono non citare le seguenti tre

  • 6476 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social