Vacanza in libertà su due ruote per la riviera romagnola

In moto e in bicicletta alla scoperta delle spiagge, dei posti, delle colline e delle sagre della riviera romagnola e non solo

  • di lalla 78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

1° GIORNO

Dopo un anno di lavoro eccoci qui pronti a partire per una bella vacanza estiva in riviera. Sono le 14.00 del 7 agosto e la nostra moto Boneville è bella carica, zaino in spalla, caschi ben allacciati… e via che si parte: direzione Misano Adriatico. Da Castenaso (BO), sono circa 130km che si possono percorrere da un minimo di 1’20 minuti a molti di più perché come sappiamo tutti le autostrada ad agosto sono piene; mentre il costo del pedaggio più carburante è di circa 20 euro. Noi, dopo quasi 2 ore arriviamo al nostro piccolo ma comodo appartamentino. Scarichiamo i borsoni e zaini, una breve pulitina alla “piccola” (moto), poi un cambio di vestiti al volo e con un telo sotto braccio c’incamminiamo (8 minuti circa) verso la spiaggia di Misano. Dopo una piccola ricerca troviamo una graziosa spiaggia libera che è proprio in direzione della via del centro del paese… che meraviglia… sono le 17 e si respira aria di tranquillità e serenità (è già perché non ci sono ancora molti turisti). Purtroppo dobbiamo lasciare questo mezzo paradiso perchè verso sera ci incontriamo con amici per cenare a Gradara. Dal 5 al 7 agosto Gradara è in festa… o meglio è magica. Fate, folletti, cavalieri e draghi fanno da sfondo all’evento più magico dell’anno. “The Dragon Castel” è il luogo che non vorreste mai lasciare. Se come me, adorate la magia quella degli antichi incantesimi, degli infusi e pozioni, della bacchetta e polvere magica, allora questo è il posto giusto. Purtroppo la cena ci ha fatto perdere i vari spettacoli (in questi giorni c’è l’imbarazzo della scelta per dove mangiare, dalla pizza al piatto raffinato a seconda della fame e del portafoglio).

2° GIORNO

Ci alziamo presto, colazione e prepariamo la “piccola” per dirigerci verso Saludecio. Saludecio è un piccolo borgo composto da campanili, torri e mura per questo si distingue chiaramente su quel tratto della Val Conca (dista circa 17 km da Misano). In questo periodo da 6 al 14 agosto c’è 8oofestival (quest’anno si festeggia il 150° dell’Unità d’Italia) e dalle ore 19 in poi tutto il paese è in festa (con mostre, spettacoli teatrali, mercato, sbandieratori e tanto altro); ma visto che noi non amiamo molto la confusione allora preferiamo girare il borgo di mattina. Parcheggiamo la “piccola” e ci addentriamo per la Porta Marina (che rappresenta l’accesso principale del paese mentre la seconda porta d’ingresso si chiama Porta Montanara). Tra le piazzette e i vicoletti scopriamo dei meravigliosi Murales (intitolati “le invenzioni dell’800”) sui muri delle case del borgo. Nel frattempo si fa l’ora di pranzo e l’unico posto aperto è una piccola locanda gestione famigliare, non c’è nessun commensale ma coraggiosamente entriamo e ordiniamo. Soli seduti sotto a una piantagione di vite ci gustiamo delle ottime lasagne verdi, vinello dolce e caffè al costo di 8-10 euro a testa. Ultima breve passeggiata e poi riprendiamo la “piccola” per dirigerci a Tavullia (dopo circa 12km), paese di Valentino Rossi. Tutto il paese è un omaggio al grande pilota, iniziando dal mega cartellone delle sue varie vittorie, alle varie locandine gialle appese nelle vetrine dei negozi e alle sue sagome sui balconi delle case. Inoltre non dimenticatevi di visitare il suo negozio e il suo “bar 46” allestito da un grazioso giardino mentre dentro sono presenti diverse tute e caschi da motociclista e numerosi poster. Concluso il nostro bellissimo giro facciamo ritorno a casa e ci riposiamo

Annunci Google
  • 3133 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social