40 gradi e molta simpatia

E' stato il nostro primo viaggio in Egitto. L'abbiamo prenotato già da febbraio e la scelta è stata quella di un villaggio columbus in Sharm el sheik -all inclusive- Il Villaggio si chiama Club Sharm Tower bay . Una attesa ...

  • di gino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

E' stato il nostro primo viaggio in Egitto. L'abbiamo prenotato già da febbraio e la scelta è stata quella di un villaggio columbus in Sharm el sheik -all inclusive- Il Villaggio si chiama Club Sharm Tower bay . Una attesa durata una vita e poi il giorno del viaggio è arrivato. La nostra famiglia 2 grandi e due ragazzi 13-15 anni parte in macchina fino ad Ancona, all'aeoporto dopo oltre due ore di attesa e di preparativi si vola in direzione Sharm. Pioveva e faceva un bel freddo ,nonostante Giugno. L'areo un areomobile A320 della Eurofly si dimostra accogliente e sicuro. Il volo procede bene senza stress e con qualche svago(pranzo-film- cartoni- rinfresco) . Ed ecco il Cairo, grande e casinara sin dall'alto, poi si prosegue in discesa verso il Sinai , penisola asiatica dell'Egitto. Di li l'atterraggio su Sharm . Strano paesaggio dall'alto, predomina il colore rosso e il bianco dei villaggi turistici. L'areo si ferma; siamo a terra ! Appena mettiamo il naso fuori un ventata di afa africana ci sorprende,un caldo impressionante ( dai nostri 15° circa siamo passati . L' assalto ai turisti ci attende , egiziani che si offrono come facchini, porta carrelli ecc. Il tutto per un euro ad ogni cortesia .. Si raggiunge il villaggio con un pulmino e una guida della Columbus a bordo . Il villaggio è piccolo ma carino , appartamenti ad un solo piano con terrazzino e camere molto ampie. La cortesia degli operatori ci tranquillizza . Da questo momento inizia la vacanza. Un mondo diverso a 360 gradi rispetto al nostro per paesaggio, clima- abitudini -cucina- e quant'altro. Conosciamo subito il responsabile della Columbus che ci da le istruzini minime per escursioni, cena-pranzo- vestiti . Poi si passa al ristorante ,la fame vince su tutto e la prima sera passa senza infamia e senza lode per lo chef del posto. Poi verremo a sapere che il capo cuoco è un italiano di Roma che proprio non vuole più tornare in Italia . Il secondo giorno passa con la conoscenza del villaggio che si presenta a ridosso di un spiaggia rocciosa e con pochi accessi al mare .Tuttavia notiamo due zone , una relax con piscina piccola e un'altra con piscina più grande .Quest'ultima ,vicino al ristorante ed al Teatro con gli animatori pronti a far divertire tutti. Vi sono circa 100 appartamentini autonomi con una possibilità ricettiva di circa 300-350 persone. In questa settimana ne siamo solo 60 ( colpa degli attentati recenti) . il Villlaggio è ben curato,anche nei particolari, pavimentazioni, cestini, fiori, tutto pulito ed ordinato. Le camere denotano una certa vetustà ma sono pulite e molto spaziose. E' stato uno dei primi villaggi sorti nella zona . Il pomeriggio prima escursione organizzato dalla Columbus: Cammellata con cena beduina . E' stato molto carino e simpatico soprattutto nel finale dove dopo la cena a bese di carne e riso, i beduini hanno intonato canzoni di folclore locale e poi insieme a due ragazze inglesi il sottoscritto si è messo a ballare( ragazzi che figura !!! i miei figli ancora ridono) . Così il giorno dopo abbiamo effettuato altra escursione di rito : parco marino di ras moamed . E' stata un agiornata intensa , abbiamo fatto snorckeling e visto cose bellissime come l'isola che non c'è . Un lembo di terra bianca che quando la marea scende compare e quando sale viene coperta dal mare. Sembra di stare alla Maldive per il colore del mare e della sabbia e per il temperatura dell'acqua. Che pesci e che coralli !!!.

Poi due giorni di relax al villaggio con gli animatori. Un gruppo simpaticissimo che sa coinvolgere e far divertire, anche con poco . Che dire del ristorante?? cucina internazionale con ottima ,anzi eccezionale , predisposizione per i dolci che sono veramente buoni . In fine , un giro al Cairo per vedere piramidi e museo egizio. Per un consistente risparmio scegliamo un a agenzia di Nama Bay e non quella della Columbus. Errore madornale!!!. Ci troviamo su un pulman decente ma che imbarca turisti in posti lontani tra loro, eravamo soli 4 italiani su 40 . Il tragitto è sconfortante, posti di blocco a volontà anche in pieno deserto . La paura di attentati ha esageratamente limitato gli spostamenti da un luogo all'altro. A volte si respira un'aria di guerra anche senza spari. Dalle ore 1 di notte si arriva alle ore 8,30 al museo Egizio . Una guida russa , sporca e arrogante sul pulman ci martella con una narrazione aggressiva e altisonante( puù volte strillava) . Poi ,finalmente alle piramidi respiriamo una benevola e calmante boccata di storia . Il ritorno a Sharm non finiva mai . Siamo arrivati alle ore 0.30 e noi dovevamo ripartire per l'Italia subito dopo(ore 4,00) Per concludere tutto bene , anzi benissimo ! Ma non fate viaggi in bus con agenzie che non siano quelle del Vostro Tour operator , si risparmia ma lo stress vi assale. E poi che dire... Troppo caldo??? forse si...Troppi posti di blocco e tanti disagi (mitra e pistole dovuque) . A parte queste ultime note il Columbus sharm club è ottimale per una famiglia che desideri rilassarsi e stare simpaticamente insieme .

  • 545 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social