Tamra Beach a Nabq

Ciao a tutti, mi chiamo Chiara e la mia prima vacanza all'estero l'ho passata in Egitto con il mio ragazzo Alex, per lui era già la quarta volta che tornava a Sharm e ha sempre alloggiato al Sonesta Beach mentre ...

  • di kissval
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao a tutti, mi chiamo Chiara e la mia prima vacanza all'estero l'ho passata in Egitto con il mio ragazzo Alex, per lui era già la quarta volta che tornava a Sharm e ha sempre alloggiato al Sonesta Beach mentre per me era appunto la prima e abbiamo deciso di cambiare villaggio e abbiamo optato per il Tamra Beach, il nuovo villaggio dell'Eden Viaggi.

Siamo partiti la domenica pomeriggio con la Blue Panorama e sia all'andata che al ritorno il viaggio è stato molto piacevole e puntuale.

Il villaggio è nuovo, aveva aperto a fine luglio, le stanze sono dei mini appartamenti e non rispecchiano il tipico stile egiziano, ma sono comunque una meraviglia e poi il ragazzo che ci puliva la stanza ogni giorno ci facava trovare una scultura diversa, fatta con gli asciugamani, sul letto.

Al ristorante abbiamo mangiato bene, a volte il menù era ripetitivo ma a casa non è che ogni giorno invento qualcosa di diverso! Io ho addirittura mangiato le verdure fresche e non sono mai stata male, comunque quando si va a mangiare è sempre meglio coprirsi la pancia perchè ti fa stare male soprattutto l'aria condizionata che tengono a manetta e non il cibo! La spiaggia e il mare sono stupendi, è una zona dove tira sempre un pò di vento e non senti troppo quanto picchia il sole. Dopo un giorno abbiamo comprato le scarpe di gomma perchè è impossibile camminare a piedi scalzi in acqua, infatti una signora ha preso in pieno un riccio ed è stata tutta la settimana con il piede fasciato.

Eravamo di fronte all'isola di Tiran e alla mattina il mare era sempre mosso, ma la barriera corallina ci permetteva di fare il bagno vicino alla spiaggia, mentre a pomeriggio si calmava sempre e a volte con la bassa marea arrivavamo senza problemi al di là della barriera( duante il nostro soggiorno il ponte non l'avevano ancora costruito) e in questa zona è ancora molto intatta, i pesci e il giardino sottomarino è bello, quasi come a Ras Mohammed.

Prima di partire ho cercato di avere qualche informazione in più sul villaggio e molte persone si erano trovate bene con l'animazione, mentre a noi ha deluso: il capo villaggo l'abbiamo visto dopo due giorni e ti cagava poco, saranno stati in tutto 10 e solo uno faceva ridere insomma erano poco coinvolgenti, faccio un esempio: una sera siamo andati al locale di Smaila al Coral, l'uscita era organizzata dal villaggio e più o meno ci hanno accompagnato la metà degli animatori. Arrivati al locale ci hanno fatto sedere e poi sono tutti corsi al bar a bere, fin qui niente di strano ma quando sono arrivati altri gruppi di altri villaggi i loro animatori sono stati tutti la sera a cantare e a divertirsi con loro! Nonostante questo io e il mio ragazzo ci siamo divertiti un sacco e merita spendere 30€ per andare allo Smaila's.

Abbiamo fatto due escursioni: la motorata nel deserto al tramonto e Ras Mohammed. Nella prima abbiamo fatto due tappe, una alla discoteca nel deserto che dopo gli attentati hanno chiuso e l'altra in un accampamento di beduini a bere il thè( troppo buono). Nella seconda ci hanno portato in due punti diversi a fare snorkeling e poi al lago salato.

Quasi tutte le sere abbiamo preso il taxi per andare a Naama Bay e gli egiziani sono insistenti ma si sopportano bene, del resto loro vivono di turismo e ci si deve aspettare che facciano così! Spero di non avervi annoiato troppo! Salam Sadiki!

  • 3086 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social