Egitto, Sharm e Mars Alam

Egitto, Sharm El Sheikh e Mars Alam. aggiornato L’aeroporto di Verona, è preferibile, non tanto per la nazionalità della compagnia aerea, dove di solito, si parte al mattino o nel primo pomeriggio, invece da Orio al Serio, le compagnie straniere, ...

  • di Armando Dom
    pubblicato il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: 3500
 

Egitto, Sharm El Sheikh e Mars Alam.

Aggiornato L’aeroporto di Verona, è preferibile, non tanto per la nazionalità della compagnia aerea, dove di solito, si parte al mattino o nel primo pomeriggio, invece da Orio al Serio, le compagnie straniere, partono sempre nel tardo pomeriggio o la notte, dopo circa 4 ore di volo si giunge all’aeroporto di Sharm El Sheikh. Tralasciando le offerte ed i (veri) last minut, il miglior Tour Operator, qualità/prezzo è per noi Karambola, la sorella minore di Franco Rosso e Alpitour, a volte minore solo con i prezzi.

1° viaggio in Egitto, al Baron di Sharm El Sheikh, ottimo in tutti i sensi, la vacanza e stata possibile per il prezzo, scontatissimo con la Turisanda, proibitivo almeno per noi, ora possiamo godere dello stesso mare, a prezzi più modesti. Ricca di pesci e coralli la barriera, raggiungibile con un pontile, dove i bagnini sempre disponibili a fornire preziose informazioni. Poi la sera è sempre a disposizione gratuitamente un bus navetta per il centro di Sharm, dove passeggiare la sera si entra nella magica atmosfera, tra profumi di spezie e fumi aromatici di narghilè. Le serate di intrattenimento in quasi tutti i villaggi sono molto modeste, da non perdere invece gli spettacoli tipici.

2° viaggio al Domina sempre di Sharm El Sheikh, dove possibile anche acquistare in loco appartamenti in multiproprietà, graziosa la sfilza di negozietti, che attraversano l’intero complesso centrale, la sera (a pagamento) offrono serate con spettacoli di famose vedette, anche quì abbiamo usufruito di un last minut, ottimo villaggio, bello e grandissimo, dove all’interno circolano i bus navetta, ottima la barriera corallina, raggiungibile dal pontile, dove alla fine, sono poste due belle piscine, non manca proprio nulla. Escursioni: bella ma faticosa la gita al Monastero di S.Caterina, dove per un ritardo dei compagni di viaggio, ci siamo arrivati alle 11, e alle 11,30 chiudevano. Rilassante e piacevole poi il pomeriggio a Dahab tra i numerosi negozietti, interessante la visita al negozio dove lavorano e vendono papiri. IMPERDIBILE l’escursione al parco Ras Mohammed, consiglio l’intera giornata, al mattino si nuota con la guida in due ottime barriere, con fondali davvero spettacolari ed impressionanti, con i suoi 70 metri, dove abbiamo incontrato tartarughe, murene, delfini e piccoli squaletti, poi nel pomeriggio la visita al lago (davvero) magico. Ultima ma non ultima l’escursione in barca all’isola di Tiran, dove si raggiungono due relitti di navi, molti spesso i delfini seguono le barche, per la gioia di grandi e piccoli. Luglio è molto caldo a Sharm, quindi abbiamo deciso di saggiare la bellissima costa, a sud dell’Egitto, che parte da Hurgada, e dopo circa 300 km giunge fino al piccolo villaggio, di MarsAlam, famosa oltre alle barriere, anche il clima supportato quasi sempre dal vento.

3° e 4° viaggio, al Flamenco Resort, un bel complesso a 10 km circa a nord di El Quseir, un gradevole, vento soffia dal mattino fino al tramonto, buono il trattamento, bella la barriera che si raggiunge dal pontile, con il vento il mare e sempre mosso, i bagnini chiedono una firma di auto responsabilità, poi se vedono che in acqua tela cavi bene, non la chiedono più, l’hotel offre un bus navetta che accompagna ogni ora circa, ad una spiaggetta, ad un paio di km a nord, ottima per i bambini e per chi non sa nuotare, con accesso diretto al mare.

5° e 6° viaggio all’Utopia, un grande complesso che racchiude tre strutture, il Pensee, Il Royal ed il Beach, situato a circa 30 km a sud di El Quseir, il migliore della zona per qualità e prezzo... A mio modesto parere. Dapprima, siamo stati al Pensee, bello e pulito, la seconda al Beach, il primo insediamento, vicino alla spiaggia, è anche il più economico, perché non cè il telefono e la cassaforte in camera, è possibile però usare quella alla reception. Buona la cucina, in entrambi i ristoranti, a buffèe con piatti internazionali, buono il servizio, a pranzo si mangia solo in spiaggia, con l’aggiunta circa 80 euro a testa, vale la pena fare All Inclusive. La grande opportunità che offre l’Utopia è la piccola barriera corallina, accessibile a tutti, dove l’acqua raggiunge nel punto più profondo 2 metri, dove coloratissimi pesci si lasciano avvicinare e fotografare, per i più esperti cè la possibilità di uscire dalla baia e di trovare una bella barriera, ricca di coralli e pesci, dove con indescrivibile entusiasmo, l’ultimo giorno di vacanza del 2008, abbiamo nuotato e giocato per quasi un’ora con 4 meravigliosi delfini. Tutti i villaggi offrono la possibilità di seguire i corsi di sub, e per chi ha già il brevetto, affittare l’attrezzatura, per chi come noi invece fa solo snorkeling, consiglio di portarsi maschere e pinne da casa. Altra bellezza tutta da scoprire è la grandiosità il silenzio del deserto, lo si può ammirare, attraverso varie escursioni di giorno o di notte, dove si vive in poche ore la magia e tutta la sua maestosità con bus, jeep e quad, interessantissima l’escursione ad El Shalateen ai confini con il Sudan, il villaggio con il famoso mercato di cammelli, imperdibile la baia di Abu Dabab, dove è possibile nuotare con il mitico dugongo, piacevolissima l’escursione in barca a Tobya Island, come la Laguna blu, e la baia dei delfini, ultima ma non ultima, da non perdere, è la gita di un giorno a Luxor, vale al pena anche se faticosa, si parte alle 5 del mattino e si torna dopo la mezzanotte, un tuffo nell’antico Egitto, dove espertissime guide, in poche ore ti illustrano con sapienza la maestosità e la bellezza di Karnak e la valle dei Re, costeggiando il mitico Nilo... Un consiglio, chiedendo al vostro medico, assumete preventivamente anche due giorni prima di partire e due giorni dopo il ritorno e poi giornalmente i fermenti lattici, altrimenti rischiate di beccarvi soprattutto negli ultimi giorni, la maledizione di Tutankhamon. La bellezza del Mar Rosso consiste nella silenziosità e ricchezza di colori e di pesci dei suoi fondali, non riesco a comprendere quei turisti, che mai entrano in acqua, e non solo perché non sanno nuotare, poi di solito sono quelli, subito pronti a lamentarsi di tutto. Se non amate il mare, in Egitto, potete godere le vacanze con le splendide crociere sul Nilo, da ottobre ad aprile A questo indirizzo sotto trovate le mie più belle foto, sopra e sotto il mar Rosso. Copiatelo ed incollatelo... http://www.Flickr.Com/photos/istrice1/sets/72157606647122648 Trovate pure una mail, e per info vi rispondo.

Un saluto affettuoso a tutti... gli amici che abbiamo incontrato. Armando D. E F. Da Brescia

  • 1425 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social