Sharm el Sheikh Underwater

Prima vera vacanza del 2008, si sceglie l’Egitto e per l’esattezza Sharm el Sheikh: ponte tra l’Africa e l’Asia; poche ore di volo per avere mare, sole, spiagge e soprattutto fondali per immersioni da sogno! Insieme a quelli dell’Australia sono ...

  • di Ky2607
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Prima vera vacanza del 2008, si sceglie l’Egitto e per l’esattezza Sharm el Sheikh: ponte tra l’Africa e l’Asia; poche ore di volo per avere mare, sole, spiagge e soprattutto fondali per immersioni da sogno! Insieme a quelli dell’Australia sono considerati i migliori posti al modo per immergersi. Tra l’altro persino Jacques Cousteau disse “è un corridoio di meraviglie”. Dal momento che la motivazione principale del nostro viaggio è proprio quella di prendere il brevetto da sub, quale posto migliore!? 24 febbraio 2008 Sveglia ore 3. Si parte da Venezia con una nebbia che così, solo qui si può trovare! Arriviamo all’aeroporto di Bologna alle 5.10. Dopo il check in facciamo colazione e alle 7.30 si decolla! Sorvoliamo gli Appennini, il Gargano e le isole della Grecia baciate da uno splendido sole.

Arriviamo a Sharm alle 11.30. L’aeroporto è piccolino ma pieno di gente: gli aerei non fanno che atterrare e decollare, ma le pratiche per i visti ed i controlli sono davvero lunghi... Fuori nel parcheggio ci sono tutti gli autobus dei vari operatori che accompagnano i turisti nei vari hotel e resort. Dall’aeroporto all’hotel il paesaggio è desertico: fanno da sfondo le imponenti montagne del Sinai che assomigliano a dei denti affilati, mentre sulla costa si susseguono lussuosi hotel a cui si accede attraverso lunghi viali di palme.

Noi alloggiamo al Tropicana Grand Oasis a Sharks Bay: un hotel immenso, con un corpo centrale dove si trovano bar, ristorante, reception e negozietti vari; intorno alla grande piscina ci sono tutte le casette a due piani dove si trovano le camere. Scendendo ancora e attraversando gli splendidi giardini di palme e bouganville, si arriva fino ad un “lungomare” dove si trovano il mini club, un altro ristorante, il centro diving ed un fac simile di tenda beduina dove servono il te. La spiaggia è su diversi livelli e gli ombrelloni sono distribuiti sui vari gradoni. C’è un bar con i tavolini e le sedie in legno per dissetarsi anche sotto al sole. A riva c’è il pontile perché già da un paio di metri dalla risacca inizia la barriera corallina.

Sono già le 14 .30 quando arriviamo così ce ne andiamo a pranzare. Il ristorante è al buffet e c’è l’imbarazzo della scelta. Ci accompagnano in camera, la 6202, al secondo piano con vista mare e sulla baia di Sharks. Mentre sistemiamo le nostre cose, un cameriere ci porta un bellissimo vassoio di frutta. Come da accordi, ci chiama in camera Maomi, il titolare dell’agenzia Beluga Sharm che organizza escursioni ed immersioni a prezzi decisamente più bassi rispetto quelli dei tour operator. L’obiettivo principale di questa vacanza era proprio il brevetto da sub che sto rimandando da anni. Ora non ho più scuse. Mi accordo con Maomi già per l’indomani (prima comincio prima finisco...), poi scendiamo a fare un giro.

Alle 18.30 c’è la riunione con il gruppo della In Viaggi, dove ci spiegano come muoversi all’interno dell’hotel e ci illustrano le varie escursioni che propongono.

A cena ci rendiamo conto di quanti russi ci siano in questo hotel...Una colonia praticamente! Per il dopo cena è previsto il cabaret...Ma glissiamo diplomaticamente con la scusa della stanchezza del viaggio.

25 febbraio Ore 7, suona la sveglia...Ma non eravamo in vacanza?!? Dopo colazione usciamo per incontrare l’autista che ci ha accompagnati a Sharks Bay dove ci aspettava il mio istruttore di sub: Ali. Ci accomodiamo al bar sulla spiaggia dove Ali inizia a spiegarmi i fondamentali del diving. La lezione prosegue con un dvd mentre lui fa la prima immersione con Andrea

  • 2712 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social