SHARM EL SHEIKH: il gioco delle differenze

Sono passati 6 lunghi mesi dall’ultima vacanza e nel frattempo io e Andrea ci siamo dati da fare rispettivamente con lo studio e con il lavoro. I giorni sembravano non passare mai, ma finalmente è giunto il momento della tanto ...

  • di andreamarty2006
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sono passati 6 lunghi mesi dall’ultima vacanza e nel frattempo io e Andrea ci siamo dati da fare rispettivamente con lo studio e con il lavoro. I giorni sembravano non passare mai, ma finalmente è giunto il momento della tanto desiderata vacanza di settembre. La meta è come l’anno scorso SHARM EL SHEIK (la baia dello sceicco). Questo posto ha molti vantaggi: con quattro ore di aereo ci si arriva, c’è sempre il sole (anzi, pioggia e nuvole sono inesistenti), il mare è stupendo e le immersioni in queste acque calde sono sempre spettacolari...E poi è anche abbastanza economico! Questa volta gli orari dei voli ci penalizzano un pochino, infatti partiamo alle 21.05 di domenica 16 settembre dall’aeroporto Valerio Catullo di Verona e atterriamo a Sharm alle 2 di notte. Appena usciti dall’aeroporto puntiamo subito lo sguardo al cielo per ammirare l’incantevole cielo stellato e mentre raggiungiamo il pulmino veniamo accarezzati dal caldo vento del deserto...Aah, quanto abbiamo atteso questa vacanza e queste sensazioni! Lunedì 17 Il mattino seguente siamo già fuori dalla camera alle 7: il sole è già alto e scotta, il cielo è di un azzurro intenso e il mare blu. Oggi è il primo vero giorno di vacanza e vogliamo godercelo tutto. Aspettiamo impazienti che apra il diving, dato che noi siamo già pronti per andare sott’acqua e per programmare le immersioni dell’intera settimana. Nell’attesa prendiamo il sole e facciamo qualche tuffo in acqua per salutare già i nostri amici marini. Andrea, dopo le sesta la volta che viene a Sharm, vuole fare a tutti i costi le immersioni sul Thistlegorm e a Dahab; io invece prenderò il brevetto Advanced così poi potrò fare qualsiasi tipo di immersione.

Al briefing siamo una decina di persone e tutte ci ritroveremo nel primo pomeriggio per la check dive. L’istruttore, Fabrizio, ci divide in due gruppi (questa sarà la mia prima immersione senza Andrea). Nel mio gruppo siamo tre open water e la nostra guida è Robertino. Ci immergiamo comunque tutti insieme dalla piattaforma del villaggio. Che emozione: sono sei mesi che non vado sott’acqua e non vedo l’ora! Inoltre in questa prima immersione la Verasub ci fa scendere tutti con bombole nitrox (io faccio solo questa, dato che non ho il brevetto nitrox, ma Andrea le fa gratis tutta la settimana – il Nitrox for free della PADI). E’ una miscela gassosa composta da ossigeno e azoto, utilizzata dalla fine degli anni 90 dai subacquei più evoluti in differenti percentuali di rapporto tra i due elementi, allo scopo di diminuire il rischio di malattie da decompressione oppure di dilatare i tempi della curva di sicurezza (ma l’effetto forse più positivo è la diminuzione della stanchezza a fine immersione). Costeggiamo la parete pinneggiando verso nord e contro corrente. Sott’acqua ci sono pesci pappagallo, pesci farfalla, pesci chirurgo, cernie...Noto con stupore che, a differenza dell’anno scorso non ci sono ricci matita e ricci, e ci sono pochi pesci leone, che sotto il villaggio del Tower erano invece abbondanti. Forse sarà la posizione leggermente diversa del villaggio di quest’anno rispetto a quello dell’anno scorso o forse sarà la temperatura dell’acqua, un paio di gradi in meno...Chi lo sa. È comunque una bella immersione e la guida ci mostra dei pesci pagliaccio con i quali giocherelliamo un po’. Poi Robertino insiste con la mano dentro una doppia insenatura: prima vedo spuntare fugacemente un tentacolo e poi vedo un grosso polipo scappare. Sul fondale ci sono anche dei resti di qualche anfora. Al ritorno abbiamo la corrente a favore e dopo tre quarti d’ora riemergiamo. Peccato sia già finita, sott’acqua si stava a meraviglia

  • 1657 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social