Marsa Alam, Habiba Beach, consigliatissimo

*** Periodo *** Dal 14 al 21 Ottobre 2007 *** Villaggio *** Habiba Beach Resort, tour operator Eden Viaggi *** Compagnia aerea *** Air Italy, partenza e arrivo aeroporto “Valerio Catullo” di Verona. Orari previsti per i voli: •Partenza: domenica ...

  • di Modenese
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

*** Periodo *** Dal 14 al 21 Ottobre 2007 *** Villaggio *** Habiba Beach Resort, tour operator Eden Viaggi *** Compagnia aerea *** Air Italy, partenza e arrivo aeroporto “Valerio Catullo” di Verona. Orari previsti per i voli: •Partenza: domenica 14 Ottobre alle ore 06:00 (convocazione alle ore 04:00 presso lo sportello Eden Viaggi) •Ritorno: domenica 21 Ottobre alle ore 21:40.

Vi consiglio di controllare gli orari previsti per la partenza e l’arrivo nei vari aeroporti. Nel nostro caso come si può vedere gli orari erano fantastici, ci hanno consentito di sfruttare al massimo la settimana. Lo stesso per chi è partito da Bologna con la Blue Panorama, che aveva all’incirca gli stessi orari. Quelli che però sono partiti da Rimini sono arrivati al villaggio la domenica sera e sono ripartiti la domenica mattina, per cui in pratica hanno avuto a disposizione un giorno in meno (e in una settimana un giorno in più o in meno non è poco...). Per cui informatevi bene, a mio avviso può convenire partire da un aeroporto un po’ più lontano se poi si ha la possibilità di farsi un giorno di vacanza in più... *** Documenti necessari *** Per andare in Egitto è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio. La carta deve avere una validità di almeno tre mesi. Occorre anche portare con sé una fototessera, necessaria per il visto. A proposito, tenete sempre a portata di mano una penna, vi servirà per compilare i vari moduli.

*** Bagagli *** La franchigia è di 15kg per la valigia e 5kg per il bagaglio a mano (ma il peso del bagaglio a mano a noi non l’ha controllato nessuno).

Cosa mettere in valigia: •Attrezzatura per lo snorkelling: pinne, maschera, tubo e se ce l’avete una muta sottile. •Se con le pinne usate i calzari allora siete a posto, se invece non li usate portatevi delle scarpette da usare per fare il bagno (c’è sempre il rischio di tagliarsi con qualche corallo).

•Macchina fotografica e macchina fotografica subacquea (noi avevamo quelle usa e getta).

•Creme solari, cappello o bandana e occhiali da sole.

•Un po’ di medicinali. La farmacia c’è ma se non erro è esterna al villaggio, per cui a mio avviso è comodo avere già con se i medicinali che possono tornare più utili. Nel mio caso: salviette disinfettate, cerotti, aspirine, crema per eritemi, dissenten, fastum gel. •Il phon volendo potete lasciarlo a casa perché è già presente nel bagno, funziona bene ma il filo non è molto lungo.

•Nelle camere le prese sono tutte a due fori, per cui se avete qualcosa che necessita di una presa a tre portatevi un adattatore.

•Un telo di scorta. I teli sono gratuitamente a disposizione degli ospiti, ma può capitare che finiscano.

•Per quanto riguarda l’abbigliamento, magliette e pantaloncini per il giorno e qualcosa di leggermente più elegante per la sera (ad esempio pinocchietti maglietta e infradito vanno più che bene). Nella settimana in cui ci siamo stati noi alla sera c’era caldo, per cui non abbiamo mai avuto bisogno di felpe o maglie a maniche lunghe. Comunque portatevele perché la serata più fresca può sempre capitare.

*** Viaggio *** Come ho scritto in precedenza la partenza era prevista per le ore 06:00, con arrivo a Marsa Alam alle ore 10:10. L’aereo è partito con mezz’ora di ritardo, siamo arrivati all’aeroporto di Marsa Alam alle 10:30. Una volta scesi dall’aereo ci siamo ritrovati tutti in fila sotto al sole davanti all’ingresso dell’aeroporto, e ci siamo rimasti per un bel po’... Il motivo? A quanto pare hanno fatto passare prima le persone della Settemari e poi quelle della Swan Tour, tenendo quelli dell’Eden, che erano la maggioranza, per ultimi. Il problema è che mancavano all’appello delle persone della Swan Tour, per cui ogni tanto veniva fuori un ragazzo egiziano a chiamare “Swan Tour!” con la cartellina in mano (tipica scena da film), poi tornava dentro e dopo un po’ ricompariva, con noi dell’Eden che non ne potevamo più e non vedevamo l’ora di entrare... Finalmente è arrivato il nostro turno, e sbrigate le formalità ci hanno fatto salire sui pullman. Il tragitto dall’aeroporto al villaggio dura circa una mezz’ora, durante la quale si potrà notare che a parte i villaggi (di cui alcuni attivi e altri in costruzione)... non c’è assolutamente niente! Solo deserto, di sabbia e rocce. Ma d’altra parte il bello di Marsa Alam è proprio questo. Sul pullman vengono distribuiti i braccialetti arancioni dell’Eden, che vanno messi sul momento e tenuti per tutta la durata del soggiorno. Decisamente utili perché permettono di usufruire di tutte le comodità dell’All Inclusive (e anche di riconoscere la gente del proprio villaggio quando si va in giro), a volte diventano arme improprie (ci si può graffiare). L’animatore presente sul pullman dovrebbe dare le prime spiegazioni riguardo al villaggio. Dico dovrebbe perché quello che era sul nostro ci ha detto due cose in croce, dicendoci che comunque ci avrebbero spiegato tutto all’incontro. Fortunatamente c’è stato chi gli ha chiesto dell’orario; io infatti ero già pronta a dare avanti di un’ora all’orologio, come tutti gli altri del resto, mentre in realtà l’orario era lo stesso che in Italia. Questo perché loro erano già passati all’ora solare, mentre noi in Italia eravamo ancora a quella legale

  • 25010 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social