Un Egitto da sogno

Dopo 4 anni decido di ritornare in Egitto, a Sharm el Sheik precisamente, e così convinco anche un'amica e un amico a seguirmi. La mia amica era molto ditubante, parte senza entusiasmo. Abbiamo prenotato un last minute con Sprintours, 1 ...

  • di sisa78
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dopo 4 anni decido di ritornare in Egitto, a Sharm el Sheik precisamente, e così convinco anche un'amica e un amico a seguirmi. La mia amica era molto ditubante, parte senza entusiasmo. Abbiamo prenotato un last minute con Sprintours, 1 settimana al villaggio Continental al prezzo di 800 euro ciascuno. Volo con Livingston ottimo, solo mezz'ora di ritardo sia all'andata che al ritorno. Arriviamo la sera al villaggio, ceniamo subito, doccia veloce e dopo circa 1 ora siamo già fuori. Abbiamo prima fatto un giro di perlustrazione del villaggio che è enorme: 2 piscine giganti, tanto verde, hall immensa, anfiteatro ecc ecc. Facciamo subito amicizia con 2 ragazzi della nostra provincia e così prendiamo subito un taxi per arrivare a Naama Bay(non pagate più di 20 pound): è proprio come la ricordavo, piena di luci, di colori, gente che ride, balla, persone del luogo che cercano di attirare la tua attenzione. Percorriamo tutta Naama Bay a piedi, poi, ormai stanchi, ci fermiamo a sedere in un bar. Prendiamo qualcosa da bere, un arghilè e ritorniamo in hotel che sono già le 2 passate. Il giorno dopo sveglia presto e subito in spiaggia. Il villaggio è fatto su vari livelli, per scendere al mare bisogna fare 5 piani (ovviamente con ascensore panoramica che da sulla piscina e sulla barriera corallina). Spiaggia abbastanza grande. Per scendere in acqua bisogna percorrere un pontile perchè a riva c'è subito la meravigliosa barriera. E io prendo subito pinne, maschera e boccaglio e mi tuffo... Nell'acquario. Ci sono innumerevoli pesci variopinti: gialli e neri, verdi e viola, a pois, è straordinario. Inizio a nuotare accanto e tra loro fino a sentirmi anch'io un pesce, anzi una pescia :) Li seguo nel loro cammino, sembra di stare in paradiso. Ho passato la maggior parte del tempo in mare anche perchè non è molto allettante stare sdraiati al sole, si muore dal caldo. La sera siamo di nuovo a Naama Bay, altro giro per il centro, qualche acquisto di suovenir trattando sempre il prezzo (ricordate contrattare e tirate al massimo, vi sparano sempre dei prezzi esorbitanti anche per le sciocchezze). All'ufficio del cambio conosciamo un ragazzo egiziano molto gentile e disponibile: ha vissuto 2 anni in Italia e ci invita a bere qualcosa con lui e i suoi amici italiani. Ci spiega che a breve (novembre 2007) aprirà un bar, italiano ovviamente, si chiamerà Linkontro e si trova proprio fuori l'entrata di Naama Bay, proprio dove c'è la fermata dei taxi. Lo consiglio a chi andrà a Sharm da novembre in poi. Fate pure il mio nome, si ricorderà certo di me...

Decidiamo tutti insieme di prenotare qualche escursione (fatelo sempre fuori dal villaggio, vi costerà molto di meno) e decidiamo di andare a Ras Mohammed e Abu Galum. Il giorno seguente sveglia presto e tutti pronti fuori l'hotel ad aspettare il pulmino che ci porterà al parco di Ras Mohammed. Abbiamo scelto di fare l'escursione via terra in quanto vedi più cose, mentre con la barca ti fermi a fare snorkeling in tre punti ma non vedi altro. Io ero già stata in passato in questo posto ma ritornarci è stato veramente un piacere. Varchiamo la porta di Allah, foto caratteristica del posto e di nuovo in pulmino per raggiungere il mare. Primo stop per fare snorkeling. Una barriera corallina fantastica ed un mare cristallino unico. Quel giorno c'era anche una bassa marea eccezionale, sembrava di stare in un film da sogno. Riprendiamo il pulmino e raggiungiamo un punto dove c'è una spaccatura nel deserto causata da un terremoto. In quella spaccatura c'è il mare... Si è strano, il mare all'interno del deserto e per di più con una profondità di 15 mt. La guida spiega tutto non vi preoccupate. Poi raggiungiamo la foresta di mangrovie e il lago magico. L'usanza vuole che prima di entrare in acqua bisogna prendersi tutti per mano, chiudere gli occhi, esprimere un desiderio, fare 7 passi e tuffarsi in acqua; noi tutti così facciamo e poi splash! l'acqua è un brodo... Riprendiamo dopo un pò il pulmino e raggiungiamo un altro punto per il bagno: anche qui una barriera stupenda, pesci variopinti e tanto tanto corallo

  • 148 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social