Egitto: sulle tracce dei faraoni

Sabato 21 Aprile: Finalmente è giunto questo giorno sul calendario, che per noi è sinonimo di partenza: strano, ma è proprio così … infatti anche quest’anno, senza volerlo espressamente, siamo riusciti a centrare la fatidica data e per la quinta ...

  • di LucaGiramondo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sabato 21 Aprile: Finalmente è giunto questo giorno sul calendario, che per noi è sinonimo di partenza: strano, ma è proprio così ... infatti anche quest’anno, senza volerlo espressamente, siamo riusciti a centrare la fatidica data e per la quinta volta, dal 2001, il 21 di aprile, siamo pronti, con le valigie in mano, per affrontare un nuovo viaggio.

Questa volta andremo a fare uno dei più classici tour turistici che si conoscano: l’antico Egitto e quindi l’irrinunciabile “Crociera sul Nilo” ... qualcosa che avevamo in mente già da tempo e che abbiamo preparato scrupolosamente, con la visita nel settembre scorso del bellissimo Museo Egizio di Torino, ma soprattutto con Federico, nostro figlio, ormai sufficientemente grande per capire ed apprezzare l’impressionante carrellata di reperti e siti archeologici che ci aspetta nei prossimi dieci giorni.

Alle 9:50 prendiamo il via, con la nostra auto, in direzioni di Milano e un quarto d’ora più tardi imbocchiamo l’autostrada a Faenza, mentre la nebbia che caratterizza questa grigia mattinata primaverile si va lentamente dissolvendo.

Alle 10:40, superata Bologna, abbandoniamo la A14 per l’A1 e dopo un’ora scavalchiamo il Po lasciandoci alle spalle anche Piacenza ... Quando scocca mezzogiorno siamo sulla tangenziale ovest di Milano e subito dopo il capoluogo lombardo ci fermiamo in un’area di servizio per un veloce spuntino.

Ripresa la strada in breve giungiamo in vista dell’aeroporto di Malpensa, lasciamo così l’auto al Parking Go (un’area di sosta nelle vicinanze) e con la navetta, poco dopo le 13:00, veniamo condotti al Terminal 1.

Rintracciato il banco di Turisanda (nostro tour operator per questo viaggio), ritiriamo i biglietti, imbarchiamo i bagagli e, oltrepassato il metal-detector, ci mettiamo in attesa del nostro volo alla porta B3 ... Così poco prima delle 16:00 iniziano le operazioni di imbarco sull’Airbus A321 dell’Egyptair che, in leggero ritardo, alle 16:22, si stacca da terra, identificato come volo MS704, virando immediatamente verso sud-est e quindi verso il Cairo.

Saliamo sopra alla densa foschia odierna e ripercorriamo, in pratica, dall’alto il tracciato della via Emilia prima e la dorsale appenninica poi, per giungere sull’Adriatico nelle coste marchigiane e seguirle verso sud così da sorvolare poco più tardi il promontorio del Gargano, con ben visibili i laghi di Lesina e di Varano ... poi una grande distesa di nuvole e qualche sprazzo di Mediterraneo.

Il sole pian piano tramonta e si fa buio mentre cominciamo la discesa verso la capitale egiziana. Avvistiamo le prime luci della città e dopo aver virato più volte su di essa alle 19:55, finalmente, atterriamo (l’orario, per effetto dell’ora legale da noi adottata, è lo stesso che in Italia).

Scesi dall’aereo incontriamo il rappresentante di Turisanda, che ci aiuta ad espletare le formalità doganali, quindi chiamiamo casa per tranquillizzare, ritiriamo sani e salvi i bagagli e poi ci avviamo in pullman verso il nostro hotel.

Il Cairo, capitale d’Egitto, con i suoi oltre sedici milioni di abitanti è una città enorme, la più grande e popolosa d’Africa, e da sola ospita oltre il 20% dell’intera popolazione dello stato, per cui impieghiamo circa un’ora ad attraversarla e ad arrivare all’Hotel Le Meridien Pyramid, che ci ospiterà per le prime due notti del viaggio.

Quando arriviamo a destinazione scendiamo dal pullman con di fronte a noi le spettacolari ed imponenti sagome delle Piramidi di Cheope e di Chefen, che spiccano illuminate nella notte egiziana, e giunti alla réception subito ci affidano le chiavi della stanza numero 507

  • 639 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social