Egitto Classico e Sharm

Siamo appena tornati (io e mia moglie) da uno straordinario viaggio in Egitto attraverso una prima settimana di tour con 4 giorni di crociera e 3 giorni al Cairo ed una seconda settimana di mare a Sharm. Cerco di entrare ...

  • di alco69
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 
Annunci Google

Siamo appena tornati (io e mia moglie) da uno straordinario viaggio in Egitto attraverso una prima settimana di tour con 4 giorni di crociera e 3 giorni al Cairo ed una seconda settimana di mare a Sharm.

Cerco di entrare quanto più possibile nel dettaglio per regalare anche qualche utile informazione oltre che il semplice racconto del nostro straordinario viaggio.

Dopo una scelta un pò faticosa, dettata in particolare dalle giornate di ferie ben precise di mia moglie, la scelta cade sul Tour Operator Bravo del Gruppo Alpitour. Il programma prevedeva 4 giorni di crociera sul Nilo su motonave Grand Princess, 3 giorni al Cairo all’Hotel Intercontinental City Star ed una settimana al villaggio Bravo Sharm. Cercherò di mettere in risalto tutto sia gli aspetti positivi (tantissimi) ma anche quelli negativi.

Partenza da Roma destinazione Luxor. Prima grossa anomalia lo scalo a Milano (ma come le compagnie si lamentano di essere in crisi e vanno prima a Milano e poi riscendono verso luxor, forse è più logico partire da Milano via Roma e arrivare in Egitto... ma chissà la logica forse non fa parte dei pregi di Alpitour) sta di fatto che per noi è un disagio anche perché ci fanno scendere dall’aereo per circa un’ora. Arriviamo a Luxor e qui inizia la parte migliore della vacanza. Credo per la prima settimana l’unico inconveniente sia stato proprio lo scalo a Milano. Troviamo ad attenderci l’assistente che ci farà compagnia per tutta la settimana E’ un ragazzo egiziano si chiama Tamer e nel corso dei 7 giorni scopriremo la sua grande professionalità, la sua immensa disponibilità ed il suo grado di sopportazione (non è facile cercare di assecondare le richieste di 19 persone). Altro fatto positivo scopriamo di essere in sole 19 persone a far parte del gruppo. Ci guardiamo un po’ intorno e la prima impressione sarà confermata nel corso dei giorni. Sembrano tutte persone tranquille pronte a vivere una fantastica esperienza insieme ad altre persone fino a quel momento sconosciute (ed infatti risulteremo un gruppo molto unito con grande volontà di divertirsi e di godere dei giorni di vacanza che per alcuni saranno limitati alla sola prima settimana, per altri con estensione al mare). Soli 10 minuti di Bus ed arriviamo a Luxor pronti da imbarcarci nella nostra Motonave la Grand Princess. La motonave risulterà elegantissima, il personale molto gentile e sempre disponibile, il cibo straordinariamente buono sia nella versione internazionale sia nei piatti tipici egiziani. La prima sera è solo di conoscenza ed apprendiamo che l’indomani inizierà la nostra maratona, proprio come temevamo, all’alba. Sveglia alle 05.00 e partenza alle 06.00 per una giornata trascorsa interamente a Luxor.

Quindi la prima sveglia è un trauma che ben presto farà posto all’immensità di quello che stiamo per visitare. Prima conoscenza con l’altra figura portante di questa settimana insieme a Tamer, cioè la nostra guida Sama. Una ragazza, chiaramente egiziana, che con la sua immensa bravura e competenza ci farà entrare nel mondo dell’antico Egitto e non solo.

Prime visite di Luxor nella parte ovest del Nilo per scoprire in particolare la zona dedicata ai morti. Nell’antico Egitto nella sponda ovest (zona tramonto del sole) venivano edificati i Templi dedicati ai morti, mentre nella sponda est (zona alba) quelli dedicati alla vita. Entriamo subito in clima con la visita ai due colossi di Mennon (Ci sembrano enormi ma poi ripercorrendo con la memoria tutto quello che abbiamo visitato...) continuiamo con la visita della valle dei re. Un insieme di tombe di faraoni tra cui quelle di Alcuni Ramses e la Tomba di Tutankamon (la più importante perché l’unica scoperta intatta con tutti i tesori presenti all’interno). Poi fermata alla fabbrica di Alabastro per scoprire come si lavora questa pietra chiaramente in maniera manuale e non meccanizzata. Quindi torniamo nella sponda Ovest con una piccola imbarcazione sul Nilo che ci porterà a scoprire altri due templi bellissimi dedicati ai vari Dei che gli antichi egizi veneravano. Non entro nel merito artistico dei templi perché altrimenti mi ci vorrebbe un libro ma soprattutto perché non credo di averne le competenze. La prima giornata di visite termina alla ore 14.00. 8 ore che non dimenticheremo molto facilmente per tutto quello che Sama e Tamer sono stati in grado di farci visitare. Una maratona stancante, caldissima (47-48 gradi fissi per tutta la giornata) ma indimenticabile. Torniamo in Nave... doccia e pranzo e poi chiaramente riposo a bordo piscina con il Nilo che ci scivola via lentamente con un paesaggio da film ma per nostra grande fortuna non è un Film ma un’esperienza che stiamo vivendo in prima persona. Verso ora di cena arriviamo alla Chiusa di Esna. Altra incredibile esperienza con il mercato sull’acqua... Praticamente è impossibile da spiegare quello che ci è successo e sarebbe un peccato togliere la sorpresa a chi sta per vivere la nostra stessa esperienza, quindi niente racconto e vi lascio alla curiosità

Annunci Google
  • 1834 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social