Da El Alamein a Abu Simbel, deserti e reperti

Egitto Viaggio in CAMPER 15-12-2006 / 16-01-2007 Raul e Rosanna Tassinari di Forlì (clik per le immagini) gg Km descrizione pernottato V 15/12 340 Partenza da Forlì ore 15.15 – Dopo Parma, sull’autostrada della Cisa, passiamo a fianco incidente Clay ...

  • di raulivo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
 

Egitto Viaggio in CAMPER 15-12-2006 / 16-01-2007 Raul e Rosanna Tassinari di Forlì (clik per le immagini) gg Km descrizione pernottato V 15/12 340 Partenza da Forlì ore 15.15 – Dopo Parma, sull’autostrada della Cisa, passiamo a fianco incidente Clay Regazzoni. Si raggiunge Casarza Ligure, parcheggio in via De Gasperi, z.I.,vicino al paese, con tante piante di limoni e pompelmi cariche di frutti.

Casarza Ligure, Via De Gasperi, z.I S 16 40 Colazione con focaccia ligure e pompelmo rosa, passeggiata lungo le rive del largo torrente. Trasferimento sul porto di Genova, pratiche e poi imbarco sulle 18. Siamo sulla nave-traghetto della GNV, Majestic In nave D 17 126 Sbarco al porto di Tunisi – La Goulette, circa alle 18. Per tutti: 5 ore di frontiera!!! Guadagniamo un po’ di strada percorrendo nella notte l’autostrada Tunisi-Sousse In uno spiazzo all’uscita autostrada L 18 590 di cui 488 in Tunisia Sousse (in lontananza si scorge il profilo dell’anfiteatro romano di El Jem) - Sfax – Gabes – Medenine – Ben Gardane: 3 posti di blocco e un cartello , poi frontiera (a km 488 da Sousse) alle 17.15 e dopo circa 6 ore siamo in LIBIA.

Cambio: 85,335 Dinari tunisini X 50€ Piazzale ingresso città romana di Sabrata M 19 513 Dopo aver visto l’alta sagoma dell’alto teatro di Sabrata con la luce dorata del mattino, riprendiamo il viaggio alle 8.30 e ci portiamo alla periferia di Tripoli, superstrada fino a Misratah, poi strada a 1 corsia, con dromedari ai lati e, frequentemente, vista del mare. Costeggiamo il Golfo della Sirte e ci fermiamo nella città di Sirte Sirte: nel giardino di un albergo vicino al golfo Me 20 612 E da ora in poi: alle 8.00 del mattino: volante in mano...Ancora si costeggia il Golfo di Sirte e si passa dalla regione Tripolitania alla Cirenaica. All’altezza di Ajdabiya, siamo vicino a Suluq, il luogo dove venne fucilato nel 1931 dall’esercito italiano Omar al-Muktar, eroe della resistenza libica contro il colonialismo italiano, detto "il Leone del deserto", che è riprodotto nella carta moneta da 10 Din. Libici: è l’occasione per parlare di un po’ di storia recente e le ragazze – Giulia, Valentina, Laura, ascoltano attente- Iniziamo a percorrere la strada che "taglia" la Cirenaica: evitando la costiera, e Benghazi – Al Bayda – Derna, abbreviamo il percorso. Ci fermiamo a metà circa di tale strada: a Miten, quando mancano 185 km da Tobruk Miten, in luogo indicato dalla ns. Guida libica Moy: un tranquillo punto di sosta in prossimità di albergo G 21 328 di cui 20 in Egitto Miten (lontano, lungo strada, ci sono cave per l’estrazione di sasso per edilizia) – facciamo spesa ad Al Adam, dove c’è la moschea bianca con finiture verdi, tipica di ogni paesino libico o anche solo di agglomerato di poche abitazioni – periferia di Tobruk (cimitero francese, con croci doppie di S.Andrea, che è il fondatore della religione ortodossa; poi allevamento di faraone) – ancora 145 km di strada interessante: Kambut, Bardiyah, Umm Sa’ad, piccola tromba d’aria in lontananza, incrociamo tanti camion carichi di sanitari per bagni in mezzo alle balle di paglia... E siamo alla frontiera. Ci restiamo a lungo: ben 8 ore e 30 ! Le formalità d’ingresso in Egitto sono decisamente complicate; in parte sono affrontate dalla guida egiziana che ci attendeva: Aiman Ismail – e dopo tutto quel tempo ci ritroviamo con la patente egiziana e le 2 targhe in arabo su fondo giallo. Dopo averle fissate con il fil di ferro sulle nostre targhe "normali" e aver fatto 5 frontiere siamo finalmente in EGITTO, il paese che 324 faraoni hanno reso unico

  • 2133 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social